ADE – Spartacus

ADE – Spartacus

Il metallo estremo nazionale non accenna a fermarsi: i romani Ade pubblicano il loro secondo disco, “Spartacus”, e propongono un concept ambientato ai tempi dell’antica Roma, scandito a colpi di death metal moderno, feroce e tanto epico da risultare a tratti drammatico; volendosi orientare tra coordinate stilistiche note, potremmo dire che le muse di questa band sembrano indossare il viso degli ultimi Amon Amarth, per il groove robusto e dal sapore quasi “classico”, e quella dei Nile, per via dell’ispirazione abbondante tratta da temi musicali – per così dire – d’epoca. “Spartacus” è un album compatto ed onestamente godibile, realizzato con tutti quegli accorgimenti che fanno contenti i metallari come un riffing serrato e marziale (particolarmente adatto al tipo di lavoro), non scevro da qualche apertura tacitamente melodica (“Crixius Flags Of Dishonor”) volta all’accumulo di tensione emotiva, da sfogare in secchissime esplosioni di doppia cassa. Altro valore in gioco è certamente individuato dalla gestione delle ritmiche: la velocità esecutiva non è una costante irrinunciabile, né sono infrequenti efficaci ripartenze dopo stop decisamente netti, col risultato di imprimere al disco la dinamica veemente ben rappresentata in canzoni come “Decimate The Coward”, “Divinitus Victor” e “For Everything To Be The Same. L’aspetto più controverso di quest’opera è rappresentato dalla non sempre convincente fusione tra musica estrema ed etnica: se il più delle volte tale operazione avviene in maniera organica, convergendo su atmosfere ricche di pathos, altre volte accade il contrario, precisamente quando il gruppo si lascia prendere la mano e gli inserti divengono un po’ troppo invasivi, coprendo quasi la canzone e generando senso di confusione, come in “The Endless Runaway”; siamo convinti, ad ogni modo, che si tratti più che altro d’inesperienza, di cose ampiamente e facilmente rivedibili alla luce di una maturazione più completa della band.



Informazioni Album

Durata: 00:42:06

Disponibile dal: 16/04/2013

Etichetta: Blast Head Records

Distributore:

Tracklist

1. Betrayer From Thrace

2. Sanguine Pluit In Arena

3. The Endless Runaway

4. Crixius Flags Of Dishonor

5. Mars Unpredictable Favour

6. Decimate The Coward

7. Six Thousand Crosses

8. Divinitus Victor

9. For Everything To Be The Same...


Link

Ultimi contenuti correlati

Consulta l'archivio per: ADE

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.

  • wakana

    Yes ! Si capisce poco dal commento (maledetta/benedetta virtualità che ci fa perdere tutte le inflessioni di un discorso parlato) ma sono concorde con la recensione (non so quali sono i criteri per gli Hot Album XD). L’espressione numerica sta in fondo, quindi si, per me basterebbero anche solo le parole !