CRIPPLE BASTARDS – Live To Hate People II/I

CRIPPLE BASTARDS – Live To Hate People II/I

Grazie alla F.O.A.D. Records e ai Cripple Bastards. In questi giorni, in cui anche un solo misero sguardo alle “news” e ai quotidiani italiani fa salire il nervoso di chi scrive oltre i livelli di guardia, si sentiva davvero il bisogno di una adeguata colonna sonora a tale stato d’animo. Accogliamo “Live To Hate People II/I” a braccia aperte e assaporiamo una dopo l’altra le sue “cellule imbevute di odio”, consapevoli del fatto che nessun’altra nuova uscita del periodo potrà darci una simile soddisfazione. Per il loro primo live sulla lunga distanza, i Cripple Bastards recuperano lo storico 3″ CD del 1999 “Live To Hate People” e lo abbinano alla registrazione dell’ormai famigerato concerto di Rovereto del 2005, serata che venne bruscamente interrotta da un fitto lancio di bottiglie sul palco e da tafferugli fra sostenitori della band e presunti anarco-punkabbestia che giunsero sul luogo per “protestare” e/o “rovinare la festa” (per ulteriori dettagli, commenti e leggende vi rimandiamo a Google). Quest’ultima, assieme a un paio di tracce registrate a Cremona sempre nel 2005, è sicuramente la parte della release di maggiore interesse, vuoi perchè inedita, vuoi perchè registrata alla perfezione e foriera di un impatto devastante, che disintegra qualsiasi altra registrazione live del gruppo sinora disponibile. Il fatto che poi sia possibile sentire anche le invettive di Giulio The Bastard, dell’organizzatore e varie urla e insulti in sottofondo è tutto un plus! In ogni caso, per coloro entrati nel mondo Cripple Bastards da poco, guai a sottovalutare anche il “Live To Hate People” originale: la resa sonora è decisamente più grezza, ma l’ascolto ci mette davanti a svariate perle del passato remoto della formazione in una versione ancora più rovinosa, con l’aggiunta di bestemmie e improperi assai fantasiosi a condire il tutto. D’altra parte, fu proprio grazie a questi “contenuti extra” che il lavoro in questione divenne originariamente molto celebre tra il seguito del gruppo grindcore nostrano. Insomma, fra rivelazione e ristampa, “Live To Hate People II/I” è quel che si dice una classica chicca per i fan: una pubblicazione utile sia per rinfrescare la memoria – in quanto fornisce uno spaccato di ciò che i Cripple Bastards erano su e giù da un palco prima del “botto” di “Variante Alla Morte” e aiuta a comprendere perchè i Nostri si pongano da sempre in una certa maniera – sia per placare, almeno un po’, la fame dei sostenitori, che ormai da tempo sono in attesa di un nuovo album di inediti. Buon odio a tutti e speriamo che questo sia l’ultimo degli antipasti.



Informazioni Album

Durata: 00:34:46

Disponibile dal: 15/04/2013

Etichetta: F.O.A.D. Records

Distributore:

Tracklist

1. Intro / Being Ripped Off

2. Fear In The Squats Of The Dead

3. When Immunities Fall

4. Get Out And Bite Them

5. Images Of War / Images Of Pain

6. Odio A Prima Vista

7. Self Zeroing

8. Show Interrupted End

9. Il Sentimento Non è Amore

10. Morte Da Tossico

11. Intro / Being Ripped Off

12. Paranoiac

13. Ragman

14. I Hate Her

15. Radije Volim...

16. Lotta Per Il Potere

17. What I Thought

18. Get Out And Bite Them

19. 1974

20. Watchin' Through My Chaos

21. A Dispetto Della Discrezione

22. Invito Alla Riservatezza / Come è Falso Dio

23. Pastete

24. Intro / Fuck Politics

25. Mass Media

26. Sexist Society... Must Destroy It!

27. Stimmung

28. Padania Di Merda

29. Authority?

30. Asti Punx

31. Necrospore

32. Too Late


Link

Ultimi contenuti correlati

Consulta l'archivio per: CRIPPLE BASTARDS

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.