CRIPPLE BASTARDS – Nero In Metastasi

Pubblicato il 11/02/2014 da
cripple bastards - nero in metastasi - 2014
voto
8.0
  • Band: CRIPPLE BASTARDS
  • Durata: 00:37:00
  • Disponibile dal: 14/02/2014
  • Etichetta: Relapse Records
  • Distributore: Audioglobe

I Cripple Bastards sono un gruppo che non concede nulla. Lo si intende già prestando attenzione ai titoli e alle loro copertine: rigorosi, severi, strazianti. Un gruppo che intimidisce, ma di cui ti puoi fidare. Chi lo segue dagli esordi ormai lontani sa che le sue canzoni possono tagliare in profondità e fare anche molto male. Non c’è spazio per soluzioni facili o consolanti, men che meno per concessioni a quello che il “mercato” domanda o impone. I Cripple Bastards sono sempre stati un gruppo abile a lavorare per sottrazione, puntando all’essenziale. Canzoni di sangue e carne, di tormenti e rimorsi, di ricordi e ossessioni. Tutto ciò espresso in un linguaggio talmente crudo da risultare persino rivoltante; raffiche di parole e suoni, incastonate nella migliore tradizione grind, hardcore, thrash e noise-core. Come sempre la band ha valutato bene le proprie mosse e si è presa del tempo per confezionare un nuovo album: “Variante Alla Morte” è uscito ben oltre cinque anni fa. Un disco, quest’ultimo, accolto benissimo da pubblico e critica, da molti considerato addirittura come l’opera più riuscita e completa del repertorio del quartetto nostrano. Dopo vent’anni di attività, forse qualcuno lo aveva anche visto come l’apice o come il colpo di coda finale di una carriera underground solida e onesta. Ma i Cripple Bastards, evidentemente, avevano solo iniziato a “fare sul serio”. Spiazzando scettici e nostalgici, ecco arrivare prima un contratto con Relapse Records e ora questo “Nero In Metastasi”, che si configura immediatamente come il lavoro più elaborato e dinamico della loro discografia. Da “Malato Terminale” sino a “Morti Asintomatiche”, si ha conferma di una band ispirata e ricca di idee, che trasmette grandeur e volontà di potenza. L’ottima produzione mette in luce una cura per i particolari mai così elevata: dai riff alle ritmiche, passando per le strutture dei brani e le loro dinamiche, si respira maturità, equilibrio e, soprattutto, voglia di andare oltre. I Nostri non hanno mai composto un album identico al precedente e “Nero…” è l’ennesima dimostrazione di tale attitudine: “Variante Alla Morte” è solo una base dalla quale il quartetto ha preso le mosse. Le nuove composizioni vivono di un’atmosfera singolare e alcune di esse presentano spunti e soluzioni che mai si erano sentite nel vecchio materiale. Tra classiche rasoiate hardcore/grind e pezzi in cui emerge un’ispirazione più thrash, si segnala con particolare sorpresa la lunga “Splendore e Tenebra”, emblema di un suono denso e insospettabilmente articolato, che scarica tonnellate di palpabile angoscia sul malcapitato ascoltatore. Insomma, nel caso dei Cripple Bastards, ancora una volta la lunga gavetta e lo status di band di culto assumono esclusivamente il significato di enormi garanzie: la musica non è un collage disarticolato e confuso, un gioco futile di citazionismo discografico, oppure una stanca riproposizione di stilemi abusati; “Nero In Metastasi” è maturità ed evoluzione, decenni di carriera messi al servizio di un songwriting e di una resa sonora che non hanno ormai punti deboli.

TRACKLIST
  1. Malato Terminale
  2. Fumo Passivo
  3. Strage Di Ostacoli
  4. 0Regime Artificiale
  5. Lapide Rimossa
  6. Promo-Parassita
  7. Soggetto Leucemico
  8. Passi Falsi
  9. Occhi Trapiantati
  10. Anima in Disgregazione
  11. Senza Impronte
  12. Nemico A Terra
  13. L’apice Estremo
  14. Sconfitto Di Ritorno
  15. Agonia Di Un Rientro Forzato
  16. Marcatori Positivi
  17. Splendore E Tenebra
  18. Morti Asintomatiche
2 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.