EÏS – Wetterkreuz

EÏS – Wetterkreuz

Forse non tutti hanno sentito nominare i tedeschi Eïs, ma molto probabilmente vi ricorderete dei Geist, una delle extreme metal band più raffinate della scena teutonica. Gli Eïs non sono altro che i Geist che hanno cambiato nome, l’hanno dovuto fare nel 2010 per problemi legali legati all’omonimia con un altro gruppo tedesco che suona rock alternativo. Poco male, l’importante è che la creatura nata nel 2005 da Alboin e Marlek continui ad esistere. Dopo aver ristampato nel 2011 sotto il nuovo monicker due perle del passato incise a suo tempo con il marchio Geist, “Wetterkreuz” è di fatto il primo album dai nuovi contenuti che esce per la nuova reincarnazione sonora. Nome nuovo, ma contenuti vecchi. Per fortuna. Lo stile di Alboin e di Marlek negli anni si è evoluto, ma non è cambiato. Il trademark di questo duo tedesco è sempre stato affascinante perché il black metal proposto è intriso di poesia, Romanticismo, violenza, feeling malinconici ed è avvolto da un manto notturno. La loro musica, al di là delle sfumature stilistiche che contiene, è sempre e comunque elegante. “Wetterkreuz” è un album prettamente invernale, glaciale. Ma non pensate alle tempeste di neve e a foreste imbiancate, qui sembra di stare nelle distese infinite dei ghiacciai perenni dove l’unico rumore è il vento mortale che soffia a tutta forza. In questo paesaggio estremo la musica di “Wetterkreuz” può descrivere la solitudine e sofferenza dell’uomo in tutta la sua brutalità. Gli Eïs sono abili nell’intrecciare sfuriate black metal a parti più ragionate nelle quali vengono inseriti diversi intermezzi atmosferici. Il livello per tutta la release rimane su uno standard più che discreto, senza rasentare però l’eccellenza. Una conferma in più che i componenti degli Eïs hanno un ottimo gusto per la musica è data dalla scelta della cover: la canzone è dei Sun Of The Sleepless, progetto ormai purtroppo abbandonato da Markus Stock (alias Ulf Theodor Schwadorf) degli Empyrium, artista che ha diversi punti in comune con il duo degli Eïs. Se amate il black metal tedesco dalle atmosfere raffinate con questa band andate sul sicuro, come del resto in passato quando ancora si chiamavano Geist.

 



Informazioni Album

Durata: 00:55:31

Disponibile dal: 28/09/2012

Etichetta: Prophecy Productions

Distributore: Audioglobe

Tracklist

1. Mann Aus Stein

2. Auf Kargen Klippen

3. Wetterkreuz

4. Am Abgrund

5. Bei Den Sternen

6. Thou, Whose Face Hath Felt The Winter's Wind (Sun Of The Sleepless cover)


Link

Ultimi contenuti correlati

Consulta l'archivio per: EÏS, GEIST

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.