EMMURE – Speaker Of The Dead

Pubblicato il 01/03/2011 da
voto
7.5
  • Band: EMMURE
  • Durata: 00:38:23
  • Disponibile dal: 15/02/2011
  • Etichetta: Victory Records
  • Distributore:

Chi ancora non conosce gli Emmure farà bene a prestar loro attenzione: il gruppo del Connecticut si afferma ulteriormente nel suo quarto album in studio, continuando il discorso intrapreso nel precedente “Felony” e cementando il proprio suono caratteristico, che nel bene e nel male ha permesso loro di prender le distanze dalla massa. In una scena dove moltissimi hanno tentato di estremizzare il deathcore buttandosi su brutalità e tecnica, gli americani hanno intrapreso un sentiero a se stante, massimizzando l’abusato concetto di breakdown e riducendo ai minimi termini la complessità del riffing, il tutto senza sacrificare impatto o dinamismo. Il gioco funziona grazie al groove disumano che il quintetto riesce ad ereditare da radicate e subliminali influenze hip hop, assieme all’esasperato utilizzo di effettistica su voce e strumenti, che realisticamente ricordano l’originalità e l’estro del miglior nu metal. Frankie Palmieri è il frontman perfetto per le esigenze del gruppo, che ingozzandosi di Street Fighter, Marvel, alieni e Transformers vomita tutte le sue influenze alternando growl e rime cadenzate, senza mai effettivamente rappare, allontanandosi di fatto dalla minaccia del “white man can’t jump”. “Speaker Of The Dead” mantiene la consistenza del suo predecessore e si candida a miglior risultato raggiunto, diviso nel dinamismo violento nella prima metà, segnata dai due estratti “Demons With Ryu” e “Solar Flare Homicide”, e nell’iper-groove cadenzato nella seconda, che raggiunge l’apice nell’esasperata “Drug Dealer Friend”, e regala un’esperienza sonica esaltante nella sua interezza, senza cedimenti o ripetitività, in 38 minuti densi, frastornanti e pregni della stessa violenza caricaturiale e rasente il ridicolo presente nelle vignette dedicate ai supereroi. Inutile cercare di smontarli quando loro stessi sono i primi a prendersi poco sul serio, inutile questionare sulla credibilità della formazione quando la stessa si tira fuori dai giochi, preferendo il Warped Tour o un tour con gruppi melodici come Attack Attack e Asking Alexandria alle proposte più strettamente “metal”. Gli Emmure sono quello che sono senza compromessi, ed è sicuramente il loro miglior pregio. “Haters gonna hate”, ma attenzione a non far loro troppa pubblicità o l’invettiva sarebbe controproducente…

TRACKLIST

  1. Children Of Cybertron
  2. Area 64-66
  3. Dogs Get Put Down
  4. Demons With Ryu
  5. Solar Flare Homicide
  6. Eulogy Of Giants
  7. Bohemian Grove
  8. 4 Poisons 3 Words
  9. Cries Of Credo
  10. Last Words To Rose
  11. A Voice From Below
  12. Drug Dealer Friend
  13. My Name Is Thanos
  14. Lights Bring Salvation
  15. Word Of Intulo
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.