EPICA – The Score – An Epic Journey

Pubblicato il 13/02/2006 da
voto
7.0
  • Band: EPICA
  • Durata: 01:03:24
  • Disponibile dal: 09/12/2005
  • Etichetta: Transmission Records
  • Distributore: Frontiers

Mettetevi l’anima in pace, niente headbanging in vista con questo “The Score – An Epic Journey”. Come anticipa il titolo, stiamo parlando di una colonna sonora orchestrale, che gli Epica (principalmente nelle persone di Mark Jansen e Yves Huts) hanno confezionato per supportare le immagini di un film. Ed è proprio la natura della musica proposta qui a donarci un piacevole senso di sorpresa. E’ difficile infatti non immaginare scenari prima celestiali poi apocalittici, anche se non abbiamo idea di cosa tratti il film da cui tutto è nato. “The Score” consta di 20 composizioni: 16 pezzi orchestrali e 4 remake dal precedente “Consign To Oblivion”. Colpisce subito la qualità delle composizioni, che si assesta su una buona sufficienza per gran parte dei frangenti, ed è interessante, per chi è appassionato di colonne sonore come il sottoscritto, cercare nelle varie composizioni le influenze o le citazioni dei grandi compositori hollywoodiani. Andiamo da Hans Zimmer nell’opener “Vengeance Is Mine” ed “Unholy Trinity” a John Williams in “The Valley” (troppo simile al tema portante di “Star Wars”), da Vangelis in “Caught In A Web” a Danny Elfman in “Under The Aegis”. Nulla da contestare, anzi, è sempre bello sentire composizioni orchestrali dotate di spina dorsale e di impatto, nonostante l’assenza di chitarre elettriche e batteria. I pezzi cantati, come “Trois Vierges”, “Solitary Ground” e la bellissima “Quietus” acquistano nuova vita in queste nuove riproposizioni. Buono ma non ottimo il lavoro sonoro, ad opera del genietto Miro ai Gate Studio tedeschi (Rhapsody, Angra e mille altri), con una buona resa delle parti orchestrali ma una scadente qualità degli archi solisti. Un lavoro che non mancherà di appassionare chi è alla ricerca di qualcosa che talvolta esuli dal metal, per chi qualche volta vuole riposare le orecchie con qualcosa di tranquillo. Da premiare la scelta della band: poche volte ci sembra di ricordare un’operazione simile. Ci viene in mente solo l’immenso Peter Gabriel con i suoi “Passion”, “Rabbit Proof Fence” e “Long Walk Home”. E scusate se è poco…

TRACKLIST

  1. Vengeance Is Mine
  2. Unholy Trinity
  3. The Valley
  4. Caught In A Web
  5. Insomnia
  6. Under The Aegis
  7. Trois Vierges ( Solo Version )
  8. Mystica
  9. Valley Of Sins
  10. Empty Gaze
  11. The Alleged Paradigm
  12. Supremacy
  13. Beyond The Depth
  14. Epitome
  15. Inevitable Embrace
  16. Angel Of Death
  17. The Ultimate Return
  18. Trois Vierge ( Reprise )
  19. Solitary Ground ( Single Version )
  20. Quietus ( Score Version )
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.