HAIKU FUNERAL – The Nightmare Painting

HAIKU FUNERAL – The Nightmare Painting

Una cagata pazzesca. Solo in questo modo è possibile descrivere un lavoro così sconclusionato, maldestro e completamente inutile come “Nightmare Painting” dei francesi Haiku Nightmare. Il lavoro intanto si presenta subito in maniera completamente scomposta e tragicomica grazie ad una produzione plastificata e completamente cellophanata che non trasmette alcuna sensazione di realismo o genuinità e che sembra uscita da un negozio di giocattoli o dalla colonna sonora di un video game o del peggiore dei b-movies. Inoltre la band, forse nel tentativo di voler proporre una formula inaudita, ha creato un lavoro che mischia generi antitetici in maniera completamente sbagliata, incomprensibile e senza alcun senso logico. I Nostri infatti hanno avuto la pazza idea di mischiare industrial rock da vetrina alla Nine Inch Nails insieme ad electro-avant-noise in stile Coil o Throbbing Gristle, con una sorta di post rock elettronico che ricorda da lontanissimo gli ultimi Ulver. Il tutto è stato poi condito dai Nostri con voci teatrali e drammatiche in pieno stile spoken word, e dunque non cantante o urlate, ma mezze parlate, quasi fosse rap, ma industrializzate anch’esse, e dunque dal feel molto robotico e sensazionalistico. Ciliegina sulla torta, un basso funky ultrapresente e invasivo che ha dato all’intero lavoro un assurdo taglio funk, quasi come se in tutto questo marasma di non-senso musicale, i francesi ci abbiano gettato anche una manciata di Primus, tanto per rendere il tutto ancora più ridicolo e privo di qualsiasi gusto formale. E la lista di disastri che la band è riuscita ad inanellare nei catastrofici quaranta e passa minuti del disco continua senza trovare fine. Si potrebbe fare menzione per esempio ai testi, degni del peggior b-movie sexy, con il cantante intento addirittura ad estrapolare nozioni non si capisce bene di che natura filosofica sulle cosce di una non ben definita fanciulla. Oppure perché non parlare dei beat pagliacceschi e quasi da house music usati in tutto il disco in maniera quasi criminale? Ascoltate per esempio “Heavy Breasted Innocence” (altra scompostissima allusione sessuale di non ben specificata natura piazzata nel titolo), e ci sentirete ciò che riuscirebbero a creare i Meat Beat Manifesto a fine carriera se fosse stata commissionata loro una colonna sonora di un film porno di quart’ordine. Insomma, una schifezza a tutto tondo. Praticamente da ridere.



Informazioni Album

Durata: 00:43:29

Disponibile dal: 31/10/2012

Etichetta: Aesthetic Death

Distributore:

Tracklist

1. The Nightmare Door

2. Blacklight Amniotic Erotica

3. Scorpion Ritual

4. Behemoth Rising

5. Raining Nightbirds

6. The Flags Of A New Empire Burn

7. Death Poem

8. Heavy Breasted Innocence

9. Your Heart A Black Tunnel

10. Damnation


Link

Consulta l'archivio per: HAIKU FUNERAL

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.