INSOMNIUM – Winter’s Gate

Pubblicato il 20/09/2016 da
voto
8.0
  • Band: INSOMNIUM
  • Durata: 00:40:00
  • Disponibile dal: 09/23/2016
  • Etichetta: Century Media Records
  • Distributore: Sony

Dopo avere tenuto alta la bandiera del melodic death metal più tradizionale per un decennio abbondante, riuscendo a colmare con indubbia credibilità il vuoto lasciato da pionieri come gli In Flames, gli Insomnium, all’appuntamento con il settimo full-length, trovano ancora la voglia di mettersi in gioco. Dopo vari album già molto strutturati e ricchi di sfaccettature, i finlandesi provano a cimentarsi in un ambizioso concept album incentrato su un romanzo breve scritto dal loro frontman Niilo Sevänen. Il formato scelto è una singola traccia della durata di quaranta minuti, lo stesso adottato dagli Edge Of Sanity di Dan Swanö (qui ingaggiato per il mixaggio e il mastering) per il loro capolavoro “Crimson”. Rifacendosi all’operato dei seminali death metaller svedesi anche nella scelta delle atmosfere, il quartetto con “Winter’s Gate” prova ad infondere nell’ascoltatore un più profondo senso di solennità, ricorrendo sovente a suggestioni epiche maggiormente accentuate, motivate in primis dalla suddetta esigenza narrativa. L’attacco serrato del brano è insomma il classico specchietto per le allodole: dopo pochi minuti la musica della band inizia infatti a distendersi su trame più ariose ed emotive e ad abbracciare spunti acustici, svelando ora velleità progressive, ora quelle ben riconoscibili melodie, spesso fra vecchi Opeth e Amorphis, ormai diventate uno dei maggiori marchi di fabbrica di Sevänen e soci. Pur trattandosi di una composizione complessivamente molto ambiziosa, “Winter’s Gate” ha l’assoluto pregio di godere di uno sviluppo disteso e attento: il gruppo non procede a scatti e per colpi a sorpresa, preferendo invece raggiungere i climax dei vari registri – sia quelli più soft, che quelli più violenti – con calma e accortezza, quasi serenamente. Procedendo a piccoli passi, il terreno per ogni cambio di tempo viene insomma preparato a dovere, mettendo Sevänen nelle condizioni di narrare la sua storia con dovizia di particolari. Grazie a questi accorgimenti, l’album si mantiene digeribile e molto piacevole nella propria interezza, anche dopo numerosi passaggi, con l’interesse dell’ascoltatore che viene sempre stuzzicato da qualcosa, che si tratti dei riusciti arrangiamenti o, più semplicemente, di melodie scritte, cantate e suonate col cuore. Gli Insomnium non sono certo la band più originale nel loro genere, però avercene di musicisti come questi finlandesi, che, senza mai tradire le proprie origini, ancora mostrano la gioia di comporre assieme e di provare soluzioni nuove.

TRACKLIST

  1. Winter's Gate
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.