KARNARIUM – Otapamo Pralaja

KARNARIUM – Otapamo Pralaja

Karnarium, da Gothenburg, Svezia. Se però pensate che questo gruppo sia discepolo della grande tradizione melo-death della città, siete ampiamente fuori strada. Anzi, a ben vedere, a parte qualche breve parentesi, i Nostri non hanno praticamente nulla in comune nemmeno col resto del death metal made in Sweden. Al contrario, “Otapamo Pralaja” ci presenta un sound fortemente influenzato dai primi Immolation, fatto di riff contorti, dissonanze, melodie oblique e un senso di disagio costante, il quale in alcuni casi può riportare alla mente anche Portal e Antediluvian. Il gruppo non risulta totalmente alieno e alienante quanto queste realtà, avendo dalla sua una produzione organica e, appunto, qualche deriva prettamente vecchio stampo che, a fronte di un ascolto distratto, possono farlo avvicinare al calderone old school tanto in voga oggi; tuttavia, si percepisce il desiderio dei Nostri di procedere per sentieri poco battuti e di colpire ai fianchi, piuttosto che per assalti frontali. Le ritmiche a volte ragionano su schemi noti, un pizzico di melodia non manca quasi mai, ciò nonostante i Karnarium possiedono una componente deviata che non può essere sottovalutata, nè davanti a un pezzo brutale come “A Maddening Laughter”, nè quando si è alle prese con le trame più emotive di una “Yoga Of Tamas (After the Seduction)”. Tra tutto, colpisce però in particolare la marzialità di “Harness The Arcane Rhythm”, traccia giocata su una concatenazione di mid e uptempo che irretisce sin dal primo ascolto – fattore inedito per gli standard della formazione. In effetti, ci piacerebbe ascoltare più spesso episodi di questo tipo da parte dei Karnarium: brani in cui i marchi di fabbrica del loro sound trovano tutti un loro posto e vengono dosati alla perfezione, facendo risaltare al massimo dinamismo e varietà. Manca comunque poco al gruppo per trovare la cosiddetta quadratura del cerchio: “Otapamo Pralaja” nel complesso propone già una sintesi personale, non apparendo quasi mai derivativo, e la sua tracklist concede ben pochi cali di tensione, denotando spesso inventiva e sagacia. Possiamo definirlo un album che conquisterà gli ascoltatori death metal più eclettici.



Informazioni Album

Durata: 00:47:22

Disponibile dal: 12/09/2012

Etichetta: Nuclear Winter Records

Distributore:

Tracklist

1. Prologue To The Event Horizon

2. A Maddening Laughter

3. Travelling Through All Spheres Of Thought

4. Per Me Reges Regnant

5. Yoga Of Tamas (After The Seduction)

6. Order Of Ahamkara

7. Harness The Arcane Rhythm

8. Ode To The Black Mother


Link

Ultimi contenuti correlati

Consulta l'archivio per: KARNARIUM

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.