LOST SOCIETY – Fast Loud Death

LOST SOCIETY – Fast Loud Death

Dopo avere messo sotto contratto dei veri e propri giganti del thrash quali Kreator, Tankard, Overkill, Exodus e Death Angel, la Nuclear Blast tenta la carta a sorpresa pubblicando il CD d’esordio dei giovanissimi finlandesi Lost Society. Negli ultimi anni, in effetti, sono state molte le giovani leve che hanno tentato (alcune riuscendoci) di rinverdire i fasti del thrash metal con la loro freschezza e la loro energia tipicamente post adolescenziale. I Lost Society purtroppo per loro non verranno ricordati per questo. Forti di una perizia tecnico-esecutiva già notevolissima nonostante l’età veramente bassa, il quartetto nordico ci regala tredici brani di purissimo thrash a stelle e strisce con diverse strizzatine d’occhio ad una vena rock and roll che emerge prepotentemente nel corso degli ascolti. Il songwriting però é piuttosto debole e striminzito e non permette alla band di colpire nel segno come si era prefissa. Molti degli episodi contenuti in “Fast Loud Death” sono decisamente citazionisti e la personalità dei quattro musicisti non riesce mai ad uscire. Lungo i brani più personali poi i Nostri dimostrano le loro lacune, andando a comporre dei veri e propri filler che non rimangono in mente nemmeno dopo numerosi passaggi nello stereo. Sono molti i numi tutelati dei Lost Society: dai primissimi Metallica ai Testament, passando per i Death Angel ed arrivando ai misconocsiuti moscoviti Blood Pollution. Ovviamente la soluzione principale utilizzata per costruire i brani é l’up tempo incompromissorio guidato dalla precisissima batteria di Ossi Paananen, che non lesina in velocità, ma é brava anche ad impostare i classici stop and go che hanno fatto la fortuna del genere. Le chitarre di Sami Elbanna e Arttu Lesonen naturalmente macinano una quantità di riff industriale e condiscono il tutto con assoli al fulmicotone che non fanno prigionieri. La voce é sporca e bene impostata, mentre perfino il basso di Mirko Lehtinen riesce a trovare il giusto spazio grazie anche ad un mixaggio che non lo sacrifica nelle retrovie. I brani migliori del lotto sono “KILL (Those Who Oppose Me)”, veloce e classicissimo speed thrash che trova la sua ispirazione nei prime mover della Bay Area, e “Piss Out My Ass”, travolgente thrash (and roll, verrebbe da aggiungere) veramente ben fatto e che riesce a far scapocciare a dovere. In mezzo molti richiami ai Testament, qualche passaggio motorheadiano, tanto impegno e tanta dedizione alla causa. Tutte cose che faranno sì che “Fast Loud Death” venga apprezzato dai  puristi del thrash, ma che non bastano a fare un buon album. Data la giovane età per il momento ci si può accontentare, ma la prossima volta servirà davvero qualcosa in più che un compitino ben eseguito.



Informazioni Album

Durata: 00:35:53

Disponibile dal: 15/03/2013

Etichetta: Nuclear Blast

Distributore: Warner Bros

Tracklist

1. N.W.L.

2. Trash All Over You

3. E.A.G.

4. KILL (Those Who Oppose Me)

5. Bitch, Out' My Way

6. Fast Loud Death

7. Lead Through The Head

8. Diary Of A Thrashman

9. Toxic Avenger

10. This Is Me

11. Braindead Metalhead

12. Piss Out My Ass

13. Fatal Anoxia


Link

Ultimi contenuti correlati

Consulta l'archivio per: LOST SOCIETY

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.

  • sok

    Ma questo disco è una figata mondiale! Molto probabilmente miglior disco thrash del 2013!