MALNÀTT – Principia Discordia

MALNÀTT – Principia Discordia

In quattro anni per una band molte cose possono cambiare. E così è successo ai nostrani Malnàtt, guidati dal superstite e leader Porz: dopo l’uscita del buon “La Voce Dei Morti”, uscito nel 2008, Porz è rimasto solo e ha dovuto in pratica rifondare nuovamente il gruppo, cercando nuovi musicisti. Forse per questo motivo i Malnàtt ci hanno messo ben quattro anni per uscire con un nuovo album, il convincente “Principia Discordia”. Oggi i Malnàtt sono forti di un contratto discografico con la promettente Bakerteam Records, il loro nuovo album gode di una produzione potente e perfetta, le canzoni sono ispirate e dotate di una grande carica d’energia oltre a possedere la qualità di rimanere subito ben infisse nella testa degli ascoltatori. Il black metal dei Malnàtt è influenzato blandamente da qualche corrente trasversale che va dal metal sinfonico a parti che esulano dall’universo metal. Lo stile potrebbe vagamente ricordare quello degli Old Man’s Child di “The Pagan Prosperity”, tenendo sempre presenti alcune marcate differenze come la mancanza nella band emiliana di assoli di chitarra ed un uso molto ponderato dei synth. Su “Principia Discordia” ci sono delle piccole aperture, ma restano soffocate all’interno dell’extreme metal tinto di nero che ai Malnàtt piace tanto. Ci sono alcune atmosfere decadenti, ma l’elemento caratterizzante è quello irrisorio, sarcastico e accusatorio nei confronti del mondo e della società prodotto dai testi e dall’interpretazione di Porz alla voce. Un plauso alla prestazione di Porz, davvero convincente, come quella del nuovo bassista Aldamera. A distanza di anni fa ancora un certo effetto considerare i Malnàtt un gruppo ‘serio’ e black metal, perché l’esordio “Perle Per Porci” con la sua pazza genialità ancora oggi ha la forza di legare il nome della band a quella sua anarchica espressione musicale popolare. Oggi, anzi già da un paio di album, i Malnàtt sono più seri nella loro dedizione alla musica di tanti altri gruppi. “L’Amor Sen Va” e “Don Matteo”, solo soltanto due dei diversi ottimi brani che troverete all’interno di questo album etichettato come black metal, ma che ha tante altre cose interessanti da dire. Purtroppo la follia completa del debutto è andata perduta per sempre, ma su questo nuovo album alcuni lampi di fulgida pazzia sono ancora presenti.



Informazioni Album

Durata: 00:51:03

Disponibile dal: 03/12/2012

Etichetta: Bakerteam Records

Distributore: Audioglobe

Tracklist

1. Manifesto Nichilista

2. L'Amor Sen Va

3. Il Canto Dell'Odio

4. Iper Pagano

5. Intramezzo Erisiano

6. Nel Dì Dei Morti

7. Don Matteo

8. Ave Discordia

9. Ho Sceso Dandoti Il Braccio

10. Ulver Nostalgia

11. Il Sentiero dei Nidi Di Ragnarok


Link

Ultimi contenuti correlati

Consulta l'archivio per: MALNÀTT

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.