MEAT LOAF – Braver Than We Are

Pubblicato il 17/09/2016 da
voto
7.5
  • Band: MEAT LOAF
  • Durata: 00:55:15
  • Disponibile dal: 09/09/2016
  • Etichetta: Caroline Records
  • Distributore:

Quando nel 2013 Meat Loaf annunciò al The Jonathan Ross Show di essere in contatto con Jim Steinman per realizzare il suo nuovo disco, il cuore dei suoi fan cessò letteralmente di battere. Il motivo è semplice, Meat Loaf insieme a Steinman ha dato vita, tra gli altri, ai suoi due dischi più importanti di sempre, “Bat Out Of Hell” del 1977 e “Bat Out Of Hell II: Back Into Hell” del 1993, campioni di incassi, decine di milioni di copie vendute (insieme si parla di circa sessantasette milioni di dischi!) ed un posto di diritto nella storia del rock. Il titolo originale di questo nuovo platter sarebbe dovuto essere “Brave & Crazy”, poi diventato “Braver Than We Are”, a sua volta nome originale di un lungo brano scritto da Steinman, qui incluso come “Going All the Way Is Just the Start”. Dal punto di vista musicale, su disco riscontriamo numerosi e vistosi collegamenti con i due vecchi lavori sopra citati, un mix di pop, rock, teatralità ed atmosfere degne dei migliori musical di Broadway. A supportare le nostre impressioni ci pensa l’opener “Who Needs The Young”, una suggestiva canzone introduttiva dal feeling molto teatrale in cui la voce di Meat Loaf ed il pianoforte vantano il ruolo di protagonisti assoluti.  La successiva “Going All the Way Is Just the Start” con i suoi undici minuti di durata è la vera pietra miliare del disco, un perfetto ponte tra il Meat Loaf del nuovo millennio ed i vecchi fasti di “Bat Out Of Hell”. Le atmosfere sono quelle tipiche del pop/rock di inizio anni Ottanta, con melodie magnificenti, linee vocali catchy, ruffiane e molto dirette, per entrare in testa sin dal primo ascolto. Le parti di piano, l’apporto delle parti vocali femminili ed il mood da musical rendono il brano davvero irresistibile, tanto da canticchiarlo sin dalle sue prime note.  Va detto che la voce del buon Meat ha perso colpi in termini di potenza ed impatto, ma la sua verve interpretativa si mantiene ad alti livelli, come si dice la grande esperienza riesce a sopperire ad un calo dovuto allo scorrere del tempo (il cantante di Dallas, ricordiamo, sta per spegnere le 69 candeline). La successiva “Speaking In Tongues” si sorregge sull’incontro tra voce maschile e femminile. Le partner artistiche di Meat Loaf, Stacy Michelle e Cian Coey svolgono un grande lavoro che amplifica l’enfasi dei pezzi e aiuta il cantante principale nelle parti più difficili e teatrali. “Loving You’s A Dirty Job” si candida come altro classico della coppia Meat Loaf/Jim Steinman, un tripudio di melodie epiche e romantiche che cresce e cresce fino ad esplodere nella parte centrale. Su “Souvenirs” spicca il grande David Luther, che offre un assolo di sax davvero sentito e struggente. “More” e “Godz” non riescono invece a raggiungere il picco qualitativo dei pezzi precedenti, entrambi gli episodi si candidano come i più deboli del disco. Per fortuna il gran finale avviene col botto, la romantica “Skull Of Your Country” e l’energica “Train Of Love” (dove appare come ospite Ricky Medlocke dei Lynyrd Skynyrd alla slide guitar) scrivono la parola fine su un disco che si rivela un grande tributo alla coppia Loaf/Steinman ed al loro sodalizio iniziato ormai quarant’anni fa. “Brave Than We Are” non raggiunge certo i livelli dei due “Bat Out Of Hell”, ma si conferma comunque un’opera più che degna di far parte della collezione di ogni fan del cantante americano.

TRACKLIST

  1. Who Needs The Young
  2. Going All The Way
  3. Speaking In Tongues
  4. Loving You’s A Dirty Job
  5. Souvenirs
  6. Only When I Feel
  7. More
  8. Godz
  9. Skull Of Your Country
  10. Train Of Love
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.