MY TIN APPLE – The Crow’s Lullaby

MY TIN APPLE – The Crow’s Lullaby

Dalla metallurgia pesante alla sartoria di pizzi e broccati. Metaforicamente parlando, potremmo così sintetizzare il percorso stilistico che ha portato alla nascita dei My Tin Apple, formazione senese in precedenza dedita, sotto il monicker di Overfaith, a sonorità di stampo death-thrash, ed ora evolutasi verso un sound di tutt’altro genere, ovvero un alternative rock caratterizzato da influenze prog, gothic e industrial, da loro stessi denominato tin-rock. Ispirati, fin dall’artwork, alle ambientazioni fiabesche del maestro Tim Burton, i Nostri ci introducono nel mondo di “The Crow’s Lullaby” con l’onirica title track, un intro a cappella di voce femminile che, pur potendo fungere da colonna sonora di un corso di yoga, prepara l’ascoltatore al viaggio che lo accompagnerà per i successivi quaranta minuti, guidati stavolta dal frontman Gianluca Gabriele. Con la sua voce a metà tra Maynard Keenan, in versione A Perfect Circle, e il falsetto a là Ké (sì, quello di “Strange World”), proprio il frontman si rivela il Cappellaio Matto della situazione, caricando di teatralità sia i pezzi più danzerecci (“Snow White”, “I Have Seen A Lie”) che quelli più oscuri (“Drama”, “Alice”). Menzione a parte per l’acustica ballad “Sequoia”, apice emotivo dell’album ed ulteriore testimonianza di come, a dispetto delle loro origini estreme, i My Tin Apple si muovano ormai a loro agio su partiture molto più delicate. Qualche passaggio più heavy non guasterebbe per donare maggiore varietà ai pezzi, comunque per essere un’opera prima “The Crow’s Lullaby” ci mostra una band dalle ottime capacità e dalle ancora maggiori potenzialità, abile a sfuggire dal circolo chiuso del goth-rock finnico e pronta per il definitivo salto di qualità in occasione del prossimo lavoro.



Informazioni Album

Durata: 00:43:06

Disponibile dal: 18/06/2013

Etichetta: Fuel Records

Distributore: Self

Tracklist

1. The Crow’s Lullaby

2. Here

3. Snow White

4. I Have Seen A Lie

5. The Flight Of Chameleon

6. Drama

7. Different Places

8. Pixel

9. Dalì

10. Alice

11. Sequoia

12. Missing

13. A Place To Go


Link

Consulta l'archivio per: MY TIN APPLE

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.