PAGANLAND – Wind Of Freedom

PAGANLAND – Wind Of Freedom

I Paganland sono uno dei tanti gruppi che provengono dall’Europa dell’Est proponendo pagan metal, e dal monicker la scelta non poteva essere diversa. Il nome suona completamente nuovo, ma in realtà la band venne fondata nel 1997 ed ebbe una vita decennale con all’attivo solo un demo ed uno split CD. Poi nel 2010 la band venne in sostanza rifondata con una nuova formazione ed ora ecco il primo album di debutto su lunga distanza (anche se non si arriva ai quaranta minuti). I Paganland non riescono ad astrarre la propria musica dalla loro regione di provenienza e, per un gruppo che suona musica pagan metal, questo dovrebbe essere uno dei requisiti immancabili. Pertanto il loro sound è molto simile a quello di altre band limitrofe che suonano lo stesso genere, Arkona su tutti. Il miglior brano dell’album è senza dubbio “Chornohora”, in cui si sente chiaramente soffiare il gelido vento dell’est che si porta dietro un’epicità dal sapore malinconico e a tratti sofferto, molto lontano da quel tono trionfante che hanno band provenienti da altre regioni del globo. Tralasciando il mood e soffermandosi soltanto sullo stile presentato su questo “Wind Of Freedom”, i Paganland ricordano per alcuni versi il filone pagan metal delle band teutoniche, ancorato sì ai dettami dei Barthory, ma anche libero di introdurre aperture al thrash o all’heavy classic. Il cantato è sia pulito che screaming, un po’ come fanno da anni gli Heidevolk, ma qui il livello raggiunto è inferiore. Non mancano alcuni riff black metal che, inseriti nel contesto intenso del pagan metal, perdono quasi tutta la loro violenza intrinseca. Ci sono alti e bassi su questo album, i Paganland pagano lo scotto inevitabile del debutto nonostante il loro nome sia in circolazione da diversi anni. Il cantato in ucraino (o russo) radicalizza ulteriormente la proposta e, assieme ad altri fattori riscontrati sul CD, rischia di limitarla principalmente al mercato dell’area slava. O, più semplicemente, ciò che limiterà la visibilità della band è il fatto che “Wind Of Freedom” per lunghi tratti lascia l’ascoltatore assolutamente indifferente. Sufficienza risicata.

 



Informazioni Album

Durata: 00:37:45

Disponibile dal: 04/03/2013

Etichetta: Svarga Music

Distributore:

Tracklist

1. Wheel Of Eternity (Intro)

2. Shadows Of The Past

3. Power Of Spirit

4. Chornohora

5. Podolyanka

6. Night Forest

7. Fogs And Twilights

8. Wind Of Freedom


Link

Consulta l'archivio per: PAGANLAND

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.