PICEA CONICA – Demo 2012

PICEA CONICA – Demo 2012

I romagnoli Picea Conica hanno preso la definizione di “demo” sul serio a quanto pare, e ci hanno spedito un’autoproduzione registrata, come si suol dire in questi casi, davvero “con i piedi”, ovvero apparentemente dal vivo in presa diretta in sala prove e su una traccia soltanto. Come se non bastasse il prodotto pare essere privo di mastering e missaggio visto il volume irrisorio che lo caratterizza e la predominanza insensata della gran cassa su tutto il resto, che fa trapelare una totale mancanza di bilanciamento dei livelli. Ultima testimonianza della natura davvero essenziale del prodotto pare essere anche una deficienza della line-up stessa della band, priva del basso e delle voci, che ha dato vita ad un prodotto completamente strumentale e ridotto ai minimi termini sotto il punto del vista del sound, privo appunto di quelle indispensabili basse frequenze. Ai Picea Conica manca davvero tutto insomma, almeno sotto l’aspetto tecnico, ma non si può negare che il duo (anzi trio, visto che il manager Paolo sembra essere un membro a tutti gli effetti), nonostante la ristrettezza dei mezzi abbia trovato in qualche modo il verso per far intravedere delle doti tecniche notevoli, un’ottima attitudine al songwriting e una coesione che poche band alla prima prova col nastro possono vantare. Frizzino e Theo padroneggiano i loro strumenti senza alcuna esitazione e la performance messa in mostra dai due appare essere quella di gente che ha il proprio strumento tra le mani da anni e che non teme niente e nessuno. Il sound è inconfondibile: una sorta di post-hardcore molto sludgy in pieno stile Helmet, pieno di groove, di dissonanze e di breakdowns poderosi. Il sound è ruvido e ruggente e le ritmiche spezzate e schioccanti della batteria – davvero trascinante – ben si sposano con il riffing roccioso e torrenziale della chitarra che non mostra mai un’esitazione o un momento di incertezza. Della proposta strumentale dei Nostri però dobbiamo valutare un aspetto innegabile: la natura dei pezzi sfrutta per lo più strutture semplici basate sulla sequenza ritornello-strofa-ritornello. Sono strutture, queste, applicabili a quelle band che possono sfruttare la voce di un vocalist per riempire gli spazi ed evitare un senso di ridondanza altrimenti inevitabile. I Picea Conica dunque sembrano aver creato dei pezzi che sembrano offrire ad un ipotetico cantante gli spazi adeguati per intervenire, cantante che però non è presente, e il cui vuoto dunque rivela una certa ripetitività nella struttura interna dei pezzi. La band inoltre si definisce come compagine sludge/doom: possiamo essere d’accordo sulla componente sludge, ma le ritmiche appaiono sempre troppo sostenute per tirare in ballo l’estetica comatosa del doom. Speriamo che il trio abbia presto i mezzi per registare un prodotto tecnicamente decente che faccia finalmente rompere ogni indugio sulla capacità dei Nostri, visto che anche tramite un prodotto così limitante e inadeguato come questo “Demo 2012” a tutti gli effetti è (sotto l’aspetto prettamente tecnico, almeno), sono riusciti comunque a far trapelare in qualche modo un talento e un valore tecnico e compositivo innegabile. Ma d’altronde quando la tigna e la voglia di spaccare tutto c’è, come nel loro caso, alla fine qualcosa di buono salta fuori sempre.



Informazioni Album

Durata: 00:15:20

Disponibile dal: 01/10/2012

Etichetta:

Distributore:

Tracklist

1. Salix Babilonica

2. Euphorbia Malum

3. Anemone

4. Boletus satana


Link

Ultimi contenuti correlati

Consulta l'archivio per: PICEA CONICA

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.