PRISTINA – Hopeless – Godless

PRISTINA – Hopeless – Godless

“Hopeless – Godless” spalanca le finestre della vostra stanza, ma il ricambio non è assolutamente più salutare dell’aria viziata e stantia che regnava prima. I Pristina tornano infatti con un nuovo lavoro claustrofobico ed estremamente feroce: poche le sfumature e le tonalità intermedie, almeno nella sua prima parte. Il gruppo statunitense ci aggredisce nuovamente con uno sludge/metal-core pregno di un umore tetro, contaminato da reminescenze di “post” hardcore primordiale, dove i Nostri tralasciano ricercatezze e perfezionismi a favore di un’approssimazione decisamente più noise. Today Is The Day, primi Neurosis e Disembodied giungono alla mente come primi termini di paragone per questo suono perverso, in cui le tracce si susseguono quasi senza interruzione, fondendosi le une con le altre. L’incipit dell’opera è, come dicevamo, schietta e brutale, materiale in cui la melodia emerge a stento e sporadicamente, imprigionata nei grovigli lancinanti di urla e chitarre slabbratissime; gli ultimi due brani, invece, presentano in mezzo alla carneficina arpeggi e un’aria epica e vagamente malinconica che li fanno spiccare non poco al di sopra da quelli che li hanno preceduti. Qui è un piacere constatare come la band riesca a risultare più “aperta” ed emozionale senza sacrificare nulla di quella potenza e di quella carica disperata che da tempo la contraddistinguono. La title track e “Malarial” sono insomma la dimostrazione che il terzetto, oltre a vomitare odio, sa anche sperimentare e rendersi affascinante, esaltando la contaminazione tra generi. Un ulteriore passo in questa direzione potrebbe portarlo su livelli davvero alti. Per ora, comunque, non ci si lamenta di certo, visto che la mezzora di “Hopeless – Godless”, pur essendo a tratti un po’ troppo uniforme, è di quelle che fanno tremare i muri. Una pillola di negatività che, in questo periodo di incertezza e degrado, è più che gradita come sfogo totale e definitivo alle nostre frustrazioni quotidiane.



Informazioni Album

Durata: 00:33:01

Disponibile dal: 26/02/2013

Etichetta: The Path Less Traveled

Distributore:

Tracklist

1. The Motherfucker

2. The Black Syph

3. The Immoralist

4. Darker (Omega)

5. Hopeless Godless

6. Malarial


Link

Ultimi contenuti correlati

Consulta l'archivio per: PRISTINA

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.