SIMPLE PLAN – Taking One For The Team

Pubblicato il 03/04/2016 da
voto
7.0
  • Band: SIMPLE PLAN
  • Durata: 00:47:20
  • Disponibile dal: 19/02/2016
  • Etichetta: Atlantic Records
  • Distributore: Warner Bros

Ci sono momenti nella vita di una band pop-punk in cui bisogna guardarsi allo specchio e decidere cosa si vuole fare ‘da grandi’: è capitato ad esempio ai Blink 182 (con una svolta malinconica), ai Sum 41 (verso il metal), o ai New Found Glory (verso l’undeground). Ci sono poi formazioni che, senza particolari cambi di rotta, portano avanti un percorso di crescita graduale ma efficace: è questo il caso Fall Out Boy o dei Simple Plan, fedeli alle atmosfere festaioli degli esordi come si può  intuire confrontando l’artwork dell’ultimo “Taking One For The Team” con il debut “No Pads, No Helmets…Just Balls”. Musicalmente parlando in questi quattordici anni il quintetto canadese ha forse perso un po’ di freschezza, ma d’altro canto ha guadagnato ad ogni album qualcosa in termini di personalità, incorporando al suo interno diverse influenze in grado di renderli sempre riconoscibili senza risultare troppo scontati. Accanto ai pezzi più energici e classicamente pop-punk (“Opinion Overload”, “Farewell” con il cantante dei NFG, “Everything Sucks”, “I Refuse”, “Nostalgic”), trovano posto le atmosfere giamaicane di “Singin’ in the Rain” e il rap-funk-pop-rock a là Maroon 5 di “I Don’t Wanna Go To Bed” (rispettivamente con il supporto dei Rock City e di Nelly). Aggiungiamoci un paio di ballad da accompagnare con l’accendino virtuale (“Perfectly Perfect” e “I Dream About You”, quest’ultima particolarmente riuscita grazie al duetto con Juliet Simms), qualche mid-tempo festaiolo (“Kiss Me”, “I Don’t Wanna Be Sad”) e la classica canzone sul difficile rapporto con i genitori (“Problem Child”, erede meno fortunata della celeberrima “Welcome To My Life”), ed ecco servito il quinto capitolo della formazione di Montreal. Per chi li ha sempre visti come la risposta canadese a Blink 182 e Good Charlotte, ma anche per chi li avesse scoperti solo con il più recente “Get Your Heart On!”, un buon concentrato di pop-punk a 360°.

TRACKLIST

  1. Opinion Overload
  2. Boom!
  3. Kiss Me
  4. Farewell
  5. Singin’ in the Rain (Nelly)
  6. Everything Sucks
  7. I Refuse
  8. I Don’t Wanna Go To Bed
  9. Nostalgic
  10. Perfectly Perfect
  11. I Don’t Wanna Be Sad
  12. P.S. I Hate You
  13. Problem Child
  14. I Dream About You
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.