SOULPHUREUS – Rest In Hell

SOULPHUREUS – Rest In Hell

Il gruppo in questione arriva da Bergamo, è attivo dal 2009 e con questa pubblicazione esordisce dopo un singolo pubblicato nel 2012. Il filone musicale scelto è quello del death/black metal, dalle tonalità estreme e violente, con tematiche anticristiane, oscure e sataniche. Dal punto di vista dell’immagine le carte sono in regola: logo incomprensibile con croce rovesciata, copertina orribile con Cristo incatenato che regge altre croci in un mare di chissà cosa e foto promozionali (a dire il vero un po’ buffe) con face-painting d’ordinanza. Ma passi pure. Il problema è la musica, deficitaria su tutti i fronti. Le canzoni –  detto della produzione pur onesta –  non sembrano seguire un filo logico, sembrano pure accozzaglie di momenti musicali ora veloci ora lenti, con le urla del cantante a cercare di assemblare il tutto. Scorrendo tutta la tracklist (oltre cinquanta minuti di musica) pure ci si imbatte in qualche passaggio decente ma si tratta solo di pochi secondi, poiché l’inadeguatezza dei Soulphureus è sempre dietro l’angolo e puntualmente si manifesta. Siamo evidentemente di fronte a canzoni di livello demo (ma neanche tanto, di questi tempi) che hanno valso ai Nostri un contratto con la Buil2Kill che, impavida, ha immesso sul mercato questo album. È veramente difficile cercare di salvare qualcosa ma a fine ascolto – lo giuriamo – non ci ricordiamo praticamente di nessuna canzone degna di valore. L’unico brano che ci ha fatto muovere sulla sedia è il settimo in scaletta, “The Exorcist”, ma il merito va ascritto ovviamente ai Possessed, visto che qui si tratta di una cover (onestamente eseguita). Niente da fare per ora, i Soulphureus sono sonoramente bocciati alla prova d’esame.



Informazioni Album

Durata: 00:51:03

Disponibile dal:

Etichetta: Buil2kill Records

Distributore: Audioglobe

Tracklist

1. The Forge of Souls

2. Csejthe's Bloodbathes

3. Holy Trinity Desecration

4. Burned by the Exorcism

5. Gates of Doom

6. Nemesis of the Light

7. The Exorcist

8. Tombstones in Heaven

9. Soulphureus

10. Rest in Hell


Link

Ultimi contenuti correlati

Consulta l'archivio per: SOULPHUREUS

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.

  • Pasdoli

    Caro Claudio Giuliani, sei un pagliaccio e non capisci proprio un cazzo di musica, probabilmente sei un fottutissimo cristiano, perciò meriti di fare la “buffa” fine del personaggio che trovi in copertina.

    Beleth

  • Oscar

    Io il cd l ho comprato ed ascoltato molte volte, devo dire che la cosa realmente deficitaria è l’ abilità del recensore, non ha capito manco la copertina…namo bene ahahah. Mi domando se questa gente ci gode a sputtanare gratuitamente, sinceramente rispetto METALITALIA ma, forse sarebbe meglio affidare il lavoro di recensione a qualcuno di competente nel settore no? Senza offese sia chiaro solo, sono uno che ancora tiene alla scena e cerca di valorizzare le buone (e poche) Band che il nostro paese offre.

  • Leonardo Esposito

    Minkia che recensione di merda, ma li ascoltate i prodotti prima???????? Metalitalia state veramente scadendo (non è la prima volta che leggo robe del genere) ma far recensire a qualcuno di competente no?

  • http://twitter.com/metallopensante Claudio Giuliani

    quindi dovrei morire per aver dato quattro a un “disco” di gente vestita da panda con sostenitori/amici/parenti che danno del buffone al recensore di turno? Spiacente non rientra nei mie programmi anche perché devo recuperare ancora le ore del mio tempo dedicate ai svariati ascolti del disco. Chi me le ridarà? Torno da Roger Federer e da Zeman, sorry.

  • Leonardo Esposito

    Al di la del fatto che la morte non la si augura a nessuno o almeno io non lo faccio. Scusa, vorresti il tempo sprecato per la recensione indietro? mai sentito un recensore fare un affermazione simile, ti hanno obbligato a farla? Se non ti piace fare quello che fai cambia hobby, lo dico per te, frasi del genere fanno ridere come quella sopra, tiratela di meno.

  • Niccolò

    Mamma mia quanta supponenza da questo “recensore”,forse sarebbe meglio però chiamarlo scribacchino da 4 soldi dato la poca professionalità con la quale scrive,Ho letto questa recensione e incuriosito dalla spietatezza sono andato a sentire su youtube i pezzi,dico poca professionalità perché sentendo il lavoro mi sono accorto di quanto ciò che chrive sia lontano dal vero,mi spiego, r.i.h non sarà un capolavoro di originalità,potra anche non piacere il genere,potranno pure infastidire i contenuti,ma si tratta di un lavoro ben fatto ben prodotto e ben suonato.Un giornalista serio,dovrebbe distinguere i propri gusti dall’oggettività del lavoro,e non sparare a zero,dicendo addirittura che vuole indietro il tempo sprecato.Claudio,scendi dal piedistallo ed impara ad essere più professionale,credimi.

  • Niccolò

    scusate gli errori ortografici ma sono di fretta.

  • http://www.facebook.com/cristiano.rigamonti.3 Cristiano Rigamonti

    Non ho parole….ho 42 anni e questa e’ la recensione, a mio avviso, piu’ inadeguata che io abbia mai letto

  • Diabolos82

    Io non sono loro amico ne tantomeno parente, il cd ancora non ce l ho ma li ho visti suonare dal vivo qualche mese fa a CLusone, questa sembra una recensione che potrebbe fare mia nonna ascoltando musica estrema, ma siamo in italia no?

  • Diabolos82

    la parte finale della tua risposta mi lascia senza parole, forse è davvero meglio che ti dedichi al calcio.

  • Diabolos82

    Si può parlare senza usare minacce dai, in fin dei conti è solo musica, tutti possono avere una propria opinione a riguardo e le opinioni di qualcuno (come in questo caso) sono solo da ignorare, parlano da sole, cmq ragazzi, viva il Metallllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllllll!

  • EternalSanityFromHell

    Non ho letto tutta la recensione ed appena la ho letta mi sono fermata subito. Come si fa a scrivere una recensione simile sui Soulphureus?! Conosco il batterista dei Soulphureus che suona da ben 16 anni ed ha pure insegnato al batterista attuale degli Imago Mortis. Ho il disco dei Soulphureus, tra l’altro ascoltato di recente e trovo che siano meglio di molte altre band death metal! Le canzoni conterranno si, termini ripetuti spesso se si vuole essere pignoli. Ma scrivere una recensione senza prima avere contattato la band di persona o almeno sentire minimo una canzone!!!!!! Non si puo giudicare cosi a prima vista. I Soulphureus e gli Aleph sono le migliori band blackened death metal italiane e per noi deve essere un onore supportarle. Soulphureus è molto piu di una semplice band è energia, emozione!