STRIFE – Witness A Rebirth

STRIFE – Witness A Rebirth

Gli Strife, senza viaggiare sotto i radar, non hanno mai rinunciato a quella ‘street credibility’ di cui non può fare a meno chi vuol fregiarsi di essere ‘true’. Con collaborazioni importanti con Deftones e Fear Factory sono diventati uno dei nomi importanti dell’hc dei Novanta che piace ai metallari, “In This Defiance” è infatti uno di quel jolly da sfoderare per far capire di non essere gli ultimi arrivati, uno di quegli album che qualche hipster potrebbe citare su Vice mistificandolo in maniera ignorante. Tornare in attività dopo dieci anni di silenzio è una di quelle situazioni che difficilmente può avere pieno successo, ma diciamo che la band di Los Angeles la affronta nella maniera migliore: “Witness A Rebirth” mostra solo quello che gli Strife sanno fare bene, senza fronzoli, in una variante di “In This Defiance” completamente devota all’originale, senza evoluzioni, senza influenze che non siano quelle del loro masterpiece, brutale e incazzata. In pratica tutto quello che i loro fan avrebbero voluto sentire. Da un lato chi li ha amati si esalterà di nuovo con la spinta dell’effetto nostalgia, dall’altro la situazione arriva al grottesco con titoli quali “Never Look Back” (da che pulpito) o addirittura “In This Defiance” (non c’era nemmeno nell’album che si chiama così!). Mezza delusione per quanto riguarda Igor Cavalera alla batteria: una prova solo sufficiente che va a supportare in maniera adatta la musica, ma nessun momento degno di nota. Almeno Scott dei Terror e Billy dei Biohazard lasciano il loro marchio, come fa brevemente Marc Rizzo. Una bella prova, di livello superiore ad “Angermeans” del 2001, ma che difficilmente farà proseliti nell’anno domini 2012.  Tutt’altro discorso per chi ha queste sonorità nel DNA…



Informazioni Album

Durata: 00.29.35

Disponibile dal: 06/11/2012

Etichetta: Holy Roar Records

Distributore:

Tracklist

1. Torn Apart

2. Carry The Torch

3. Show No Mercy

4. No Apologies

5. The Distance

6. Never Look Back (Ft. Billy Graziadei)

7. In This Defiance (Ft. Marc Rizzo)

8. The Burden

9. Look Away (Ft. Scott Vogel)

10. Face Your Failures

11. End Of Days

12. Life Or Death


Link

Ultimi contenuti correlati

Consulta l'archivio per: STRIFE

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.

  • carogna

    hai ragione, forse la prova peggiore è quella di cavalera… mi sarei aspettato il contrario… sto cd non mi dice niente di che, non so, mi pare non si senta la vecchia rabbia in maniera sincera… o forse è solo perchè, appunto, uno si aspetta di sentire qualcosa di nuovo, invece che la zuppa riscaldata… peccato

  • ieoooh

    uno di quegli album che qualche hipster potrebbe citare su Vice mistificandolo in maniera ignorante ahah :)