SUIDAKRA – Signs For The Fallen

SUIDAKRA – Signs For The Fallen

Band non più di primo pelo i Suidakra, formazione tedesca che debuttò nel 1997 con quel “Lupine Essence” che tutto sommato lasciava intravedere le buone capacità del quartetto. Sei anni e quattro album dopo, approdati alla Century Media, i nostri ci presentano “Signs For The Fallen”, disco nel quale la band si misura ancora una volta con l’arduo compito di re-interpretare l’approccio melodico del metal svedese. Volendo sintetizzare, pur non rendendo del tutto giustizia alle discrete capacità della band, Arkadius e compagni si pongono come un ipotetico crossover tra la sensibilità armonico/melodica degli In Flames di “Subterranean” e l’urgenza ritmica degli ultra-saccheggiati At The Gates. Il risultato è gradevole, discretamente potente e sufficientemente articolato, ma spesso troppo impersonale. Poche le impennate, pochissimi gli slanci di orgoglio e personalità, pochi anche i cambi di tempo, in virtù anche del fatto che il livello tecnico del quartetto appare non eccelso. Un ulteriore punto a sfavore è dato dalle clean vocals che, il più delle volte, risultano irrimediabilmente stonate e fuori contesto. Un disco per i soli, irriducibili, amanti di certe sonorità e per coloro i quali, nonostante l’esagerata sovraesposizione di band tedesche a cui siamo sottoposti, non hanno perso la passione per le armonizzazioni e i blast beats. Se l’intento dei Suidakra era iniziare la scalata al roster della Century Media, direi che l’obiettivo è miseramente fallito.



Informazioni Album

Durata:

Disponibile dal: 11/10/2003

Etichetta: Century Media Records

Distributore: Spin-go

Tracklist

1. Revenant

2. Crown The Lost

3. Threnody

4. Trails Of Gore

5. The Ember Deid

6. When Eternity Echoes

7. Signs For The Fallen

8. Dimorphic

9. Bound In Changes

10. A Vision's Demise


Link

Ultimi contenuti correlati

Consulta l'archivio per: SUIDAKRA

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.