TEMPERANCE – Limitless

Pubblicato il 07/04/2015 da
voto
7.5
  • Band: TEMPERANCE
  • Durata: 00:58:21
  • Disponibile dal: 30/03/2015
  • Etichetta: Scarlet Records
  • Distributore: Audioglobe

Non è passato nemmeno un anno dal debutto omonimo che i Temperance riatterrano sul mercato, presentandoci il nuovo prodotto “Limitless”, accompagnato da una spaziale copertina ad opera del maestro Gustavo Sazes e dalla solita scintillante produzione del guru Simone Mularoni. ‘Scintillante’ è anche la parola che preferiamo utilizzare per promuovere la musica del combo Novarese, in quanto scintillante lo è davvero, sotto tanti aspetti. La suddetta produzione e la cura mostrata in ogni aspetto di questo lavoro, dall’artwork alle foto interne, donano infatti lustro ed esplosivita ad un disco il cui scopo più o meno dichiarato è colpire subito l’ascoltatore, vincendone l’attenzione grazie a caratteristiche e hook che non lasciano indifferenti. Ritornelli immediati e vincenti, grande aggressività derivante dal tiro del chitarre ma un suono levigato e moderno derivante in larga parte da synth ed elettronica: le armi impiegate sono grossomodo quelle degli Amaranthe e, per certi versi, dei Nemesea, ma la band capitanata da Marco Pastorino e Chiara Tricarico ne fa un uso diverso e particolare, aggiungendo ad un prodotto come già detto perfetto in teoria anche quel punticino in più derivante dalla carta ‘originalità’. La band rimane di conseguenza poco categorizzabile, con solo l’abusato termine ‘female-fronted band’ a descriverla degnamente, schivando invece tutti gli altri tentativi di definire una musica fin troppo allegra ed esplosiva per essere gothic metal e fin troppo radiofonica per entrare nei rank dell’industrial o della musica definita dal discusso suffisso -core. La varietà e l’adattabilità è il pane dei Temperance, che offrono sul menu pietanze variegate, che spaziano dai colori soffusi dell’iniziale “Oblivion” (perfetto il coro di voci bianche iniziale, sottolineato dal pianoforte) alle tinte estreme della title-track o di “Here & Now”. La radiofonicità dei Nostri è più che marcata, e il singolo “Me, Myself And I” è lì per dimostrarcelo, ma non possiamo non riconoscere una dimensione artistica più profonda nel tenore lirico della voce della Tricarico nella già citata “Oblivion” o nel vigoroso riffing seguito da una dolce voce maschile della bellissima “Omega Point”, canzone in cui le chitarre splendono davvero. “Mr. White” ci parla di divertimento con un entusiasmo e un energia veramente contagiosi, mentre i brani dai sapori più esotici come “Amber & Fire” ci dimostrano come non bisogna avere paura a farsi guidare dall’elettronica e dal groove pur restando fermamente in ambito metal. A conti fatti, la freschezza è l’arma definitiva dei Temperance, e per ora i cinque ragazzi ne stanno facendo un uso più che buono, motivo che ci spinge ad approvare il precipitoso comeback dei nostri sul mercato. Aspettare di più non avrebbe avuto senso, e “Limitless” non è da intendere assolutamente come un disco-collage di canzoni composte in tour in tutta fretta: si tratta piuttosto di un album volto ad esprimere con una musica energetica l’estrema urgenza artistica dei musicisti coinvolti. A noi non resta che dire ‘ben fatto’, e continuare a guardarli correre verso nuovi risultati a bordo della loro nave spaziale.

TRACKLIST

  1. Oblivion
  2. Amber & Fire
  3. Save Me
  4. Stay
  5. Mr. White
  6. Here & Now
  7. Omega Point
  8. Me, Myself And I
  9. Side by Side
  10. Goodbye
  11. Burning
  12. Get A Life
  13. Limitless
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.