THE WILD CHILD – The Wild Child

THE WILD CHILD – The Wild Child

A cinque anni dal disco d’esordio, i The Wild Child, band proveniente da Chiavenna, ritornano sulle scene con il nuovo “The Wild Child”. Nati nel 2004, questi musicisti hanno mosso i primi passi come tribute band di Judas Preist, Ozzy Osbourne, Black Sabbath e Wasp  e tutto il loro amore per il metal di stampo british traspare sui nuovi brani. La title track apre le danze con tempi abbastanza veloci, il buon lavoro di chitarra si distingue sin dalle prime note, fino ad esplodere in assoli melodici e ben confezionati. La successiva “Confusion” non riesce a mantenere lo stesso livello di pathos, causa linee vocali poco ispirate e linee melodiche alquanto piatte. Fortunatamente i The Wild Child si riprendono con “Mofo”, dove energia e adrenalina tornano a scorrere senza la minima esitazione. Trattandosi di un disco autoprodotto, la produzione non può certo competere con i grandi nomi, ma i suoi scarni ed essenziali conferiscono al disco quell’atmosfera fumosa e “live” tipiche dei primi anni Ottanta, quando la NWOBHM stava sbocciando. L’unico nostro appunto da fare, i suoni della batteria di Endriu non sempre risultano incisivi e trainanti, un po’ di potenza in più non avrebbe guastato. Sul disco c’è spazio anche per una ballad, “Mother’s Eyes”, senza gridare al miracolo i The Wild Child riescono a confezionare un brano che trasmette emozioni ed atmosfere sentite. Come seconda prova in studio, questo lavoro non delude, ma continua a presentare ancora diversi momenti acerbi, c’è ancora diverso lavoro da fare prima di compiere il salto di qualità. “The Wild Child” piacerà comunque a tutti gli amanti dell’heavy metal classico.



Informazioni Album

Durata: 00:39:45

Disponibile dal: 20/08/2012

Etichetta:

Distributore:

Tracklist

1. Wild Child

2. Confusion

3. Mofo

4. The Last Battle

5. Fuckin' Money

6. Mother's Eye

7. The Ghost

8. Cris's Song


Link

Ultimi contenuti correlati

Consulta l'archivio per: THE WILD CHILD

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.