WHITE MOSQUITO – Il Potere E La Sua Signora

WHITE MOSQUITO – Il Potere E La Sua Signora

Davvero piacevoli questi White Mosquito, band tricolore che possiamo classificare all’interno di un movimento derivante dal rock alternativo, ma che presenta diversi punti di contatto soprattutto con l’hard rock più classico e anche, seppur in misura minore, con un certo tipo di metal di stampo modernista e sempre basato sulle melodie. I White Mosquito ci mostrano dunque tre anime: hard, metal e rock italiano, anime che inaspettatamente convivono in un equilibrio insolito quanto azzeccato, ognuna di esse presente con i propri profumi migliori, riuscendo a non farsi mai seppellire dalle altre due. A conti fatti, è proprio questo bilanciamento tra volti e sensazioni diverse (che porta i Litfiba o Afterhours ad avvicinarsi ai Led Zeppelin, passando marginalmente vicino anche ai Linea 77) il punto di forza di questa band, che si rivela in grado di giocare diverse carte e di rispondere in maniera adeguata a gusti e pubblici diversi. In quelle canzoni in cui a dominare è l’approccio sporco e ‘sociale’ del rock italiano (“Manifesto”, “Solite Parole”) ad intrigarci sono soprattutto i testi ispirati e mai scontati (nella prima dei due brani citati compaiono colte citazioni al “San martino” di Carducci), appoggiati su una musica  che predilige suoni puliti e buone melodie; nei brani più debitori all’hard rock anni ‘70(“Demone”, o la spettacolare ”In Faccia”) il punto forte risultano piuttosto le spesse chitarre, davvero di ottima qualità; mentre infine a convincerci in quei pezzi quasi ‘metal’ (“Nuvola”, ”Non Smetto”) sono la rabbia e la tensione nervosa, emozioni che trasudano maligne da brani caratterizzati da ritmiche tirate e velocità elevate. Ancora diversi risultano i pezzi non citati, ad esempio “Stato Confusionale”, che ci colpisce per la sua alternanza tra clean guitars intriganti nella strofa e un’esplosione elettrica quasi punk nel ritornello, la mutevole “Forme” con le sue liquide alchimie ritmiche e vocali, e la dolce “Dimmi”, delicato pegno pagato al genere della ‘ballad’, da sempre presente nei full length rock. In definitiva quella proposta dai White Mosquito è una miscela altamente interessante già sulla carta, miscela che viene poi esaltata nella pratica da un motore ben rodato e da una grande passione, e che risulta in grado di regalarci un album dalla buona ascoltabilità e dalla grande personalità, che sentiamo di consigliare a tutti gli amanti della buona musica e non di soli pochi generi specifici. Se davvero la musica è una forma d’arte che permette di esprimere se stessi, e in essa bisogna riversare i vari tratti della propria personalità… be’, i White Mosquito hanno decisamente capito come fare.



Informazioni Album

Durata: 00:38:49

Disponibile dal: 23/01/2012

Etichetta:

Distributore:

Tracklist

1. Candido

2. Solite Parole

3. Stato Confusionale

4. Manifesto

5. Demone

6. Forme

7. Anche qst è rocchenrol

8. In Faccia

9. Non Smetto

10. Dimmi

11. Nuvola


Link

Consulta l'archivio per: WHITE MOSQUITO

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.