ZANETA – Tales From The Sun

Pubblicato il 20/11/2015 da
voto
7.0
  • Band: ZANETA
  • Durata: 00:45:19
  • Disponibile dal: 28/09/2015
  • Etichetta: Lions Pride Music
  • Distributore:

Gli Zaneta prendono vita nel 2013 da un’intuizione del cantante e polistrumentista Simone Roman che, insieme al batterista Danilo Marinotti, al chitarrista Fabrizio Leo ed al tastierista Stefano Brusa, getta le basi per scolpire un’opera interamente devota al verbo del rock melodico a stelle e strisce. Giant, Journey e Bon Jovi sono i principali punti di riferimento ai quali i quattro protagonisti si ispirano, elementi che contribuiscono a caratterizzare un esordio a tratti derivativo, ma al contempo multisfaccettato ed avvolto da una marcata personalità. Ottimamente valorizzato da una produzione pulita, nitida e potente, il frontman del collettivo nostrano vanta una discreta pronuncia della lingua inglese, valore aggiunto su cui apportare alcune fondamentali migliorie in futuro, per conquistare pienamente i favori della severa critica internazionale. Il long playing viene inaugurato dalla micidiale “Maryanne”, costruita intorno ad un poderoso riff portante, che spicca poi il volo attraverso una progressione strumentale in crescendo, distinta da un raffinato intreccio strumentale tra tastiere e chitarre. La sintetica introduzione cinematografica di “Coming Back” strizza fin troppo l’occhio alla celebre “Megaforce” dei 707, resa comunque interessante da un’efficace melodia di chitarra. “Feel You Know” appare spontanea e frizzante, mutando in una piacevole colonna sonora, ideale per un lungo viaggio attraverso le immense autostrade americane. Soffuse e notturne note disegnate dai tasti d’avorio preludono alla ballata “Stay”, interpretata con credibile passionalità interpretativa dal buon Roman. Al contrario, “Dream Of Love” appare fin troppo prevedibile e zuccherosa a causa di una narrazione eccessivamente stucchevole, che lascia sul nostro palato un fastidioso retrogusto di melassa. Le dinamiche ‘bonjoviane’ di “I Won’t Cry” non deluderanno di certo gli estimatori del famoso cantautore del New Jersey, mentre “Saturday” si presenta come un piccolo gioiellino finemente sfumato da un pregiato lavoro solista alle sei corde. L’impalcatura sonora di cui è composta “Not This Time” risulta lievemente più complessa ed articolata degli altri episodi ubicati in scaletta, reclamando qualche ascolto in più al fine di cogliere tutte le sfumature di cui è composta. “All My Life” raccoglie il testimone degli immensi Giant dei fratelli Huff, lasciando curiosamente trasparire lievi reminiscenze Seventies. “Tell Me Why” rappresenta forse il pinnacolo artistico dell’opera, dal quale spicca una gagliarda melodia forgiata sui tasti d’avorio che prelude ad un’evoluzione strumentale ad effetto. L’ammaliante chorus sfuma in una coda malinconica coniata ad hoc da centellinati, ma azzeccatissimi, paesaggi ombrosi disegnati dal bravissimo Fabrizio Leo. Pur palesando qualche inevitabile difetto, peraltro presente in gran parte degli esordi sulla lunga distanza, “Tales From The Sun” difficilmente deluderà le aspettative di tutti coloro che pretendono il giusto spessore artistico da un gruppo rock italiano.

TRACKLIST

  1. Maryanne
  2. Coming Back
  3. Feel You Now
  4. Stay
  5. I Won’t Cry
  6. Not This Time
  7. All My Life
  8. Saturday
  9. Dream Of Love
  10. Tell Me Why
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.