POLL 2012: LE CLASSIFICHE DI METALITALIA.COM!

Eccoci (quasi) puntuali come ogni gennaio a stilare le classifiche di Metalitalia.com sull’anno da poco finito, tramite preferenze, gusti, aneddoti e opinioni che speriamo possano risultare interessanti, divertenti o, perlomeno, incuriosenti.
Il 2012 verrà ricordato principalmente per 4 importantissimi fatti, dei quali l’ultimo è decisamente il più drammatico e triste: la mancata apocalisse dei Maya, che ci costringe quindi a barcamenarci ulteriormente sul nostro pianeta; la fallace reunion dei Black Sabbath, alterata, modificata, castrata e poi resa mezza farsa dalla malattia di Tony Iommi prima (e ovviamente, in questo caso, la parola ‘farsa’ é del tutto fuori luogo) e dalla polemica esclusione di Bill Ward poi; la prima e soddisfacente edizione del Metalitalia.com Festival, un appuntamento che tutti noi speriamo possa diventare continuo e ripetitivo, come del resto già l’edizione 2013 sta provando; infine, la scomparsa di Germano Mosconi, un guru, IL vate a cui tutti noi rivolgiamo le nostre più sentite ‘preghiere’ e lodi.
Prendendo un tono un minimo più serio, vogliamo invece ricordare sentitamente tre musicisti rock/metal la cui scomparsa ha avuto un impatto più sentito rispetto ai tanti altri artisti deceduti quest’anno: Mark Reale, Jon Lord e Mitch Lucker.

Ora stringiamo i tempi sui convenevoli, perchè la Poll 2012 vi attende. Ed è lunga!

La Redazione di Metalitalia.com

 

 

EMILIO CORTESE

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname: Appo (nella vita di tutti i giorni) o OdioSfera (sul Forum, quando ho tempo di andarci)
Data di nascita: 12/07/1983
Ubicazione: Modena
Generi apprezzati: death metal, progressive, thrash metal, metal-core e in generale tutto ciò che è moderno. Piacciono molto tutte le varie cose che escono con il suffisso “post”, doom, sludge e – perché no? – pure stoner e hardcore
Generi trattati: principalmente death metal, metal-core, vario post e progressive, ma sono di ampie vedute
Mansione svolta all’interno della Redazione: recensioni, interviste, live report e moderazione

IL TOP 2012
I 10 album migliori:
CATTLE DECAPITATION – “Monolith Of Inhumanity”
MESHUGGAH – “Koloss”
GOJIRA – “L’Enfant Sauvage”
BARONESS – “Yellow & Green”
AHAB – “The Giant”
ANAAL NATHRAKH – “Vanitas”
FORGOTTEN TOMB – “… And Don’t Deliver Us From Evil…”
ABORTED – “Global Flatline”
INCANTATION – “Vanquish In Vengeance”
DEFTONES – “Koi No Yokan”

L’album di riserva: in realtà più d’uno e sono tutti quelli che, per mancanza di tempo, non sono riuscito ad ascoltare o approfondire, ovvero: Sonne Adam, Grave, Enslaved, Evoken, Nachtmystium, Paradise Lost, Neurosis…
Il concerto migliore: Meshuggah @ Alcatraz (MI); Baroness @ Viper (FI)
La produzione migliore: la più centrata trovo sia stata quella dei Cattle Decapitation
Label discografica dell’anno: Unique Leader, sempre sinonimo di garanzia
Band rivelazione: Aborted, un grande ritorno
Band italiana: Forgotten Tomb
Il genere che ti ha più soddisfatto: in ambito death metal ci sono state parecchie uscite davvero interessanti

LE PERSONALISSIME TRINITÀ
Tratteggiati con tre canzoni per te significative:
1. “Some Things Seem So Easy” (Oceans Of Sadness)
2. “Internal Evidence” (Meshuggah)
3. “Insignificant” (Nevermore)
Tre artwork significativi:
1. Entombed – “Left Hand Path”
2. Baroness – “Blue Record”
3. Nocturnus – “The Key”

Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno:
1. Meshuggah: perché li ho ascoltati a ripetizione per alcuni mesi senza riuscire a toglierli dal lettore. Inoltre in sede live sono mostruosi
2. Baroness: perché dopo averli visti live ho rivalutato completamente il loro album che inizialmente mi era parso tiepido
3. Anaal Nathrakh: perché continuano a sfornare album di tutto rispetto

Tre musicisti a caso:
1. Tomas Haake (Meshuggah)
2. Trey Azagthoth (Morbid Angel)
3. L-G Petrov (Entombed)

Tre parole a caso sulla “supercazzola” dei Black Sabbath al Godz:
Come Se Fosse Antani… Ah, sono quattro?

Tre delusioni a caso:
1. La Juve che vince lo scudetto
2. L’ultimo album dei Nile
3. Lars Ulrich che dopo tanti anni di onorata carriera ancora scazza l’attacco di “Sad But True”

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: Ovviamente presente, con anche annessi vari report in diretta con quello buono a nulla del Luciani.
La prima impressione che ti viene in mente: una gran figata!
Rapporto aspettative/realtà dei fatti: ero ottimista, pensavo ad un pienone, mi aspettavo più gente
Concerto della giornata: quello che mi è piaciuto di più è stato quello dei Forgotten Tomb. Certo che anche i Moonspell…

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così: scrivendo baggianate sul Forum, poi scambiando opinioni via mail con Luca Pessina… Mi è venuto naturale provare a buttare giù una recensione e mandarla per avere una sua opinione. Oggi, a qualche anno di distanza, mi dico “meno male che l’ho fatto!”.
Datti un voto e dattelo bene: in generale alla mia “carriera” darei un 7. Se dovessi valutare solo il 2012 forse non supererei la sufficienza, dato che nella seconda parte dell’anno sono stato latitante… Ma ho una buona giustificazione.
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: mi rendo conto che è tutto indispensabile, ma personalmente mi piacerebbe che ci fossero un po’ meno cose da fare prima di caricare un qualsiasi contenuto. In realtà però, credo che il sito ora come ora sia davvero completo ed esaustivo per l’utente.

UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA: domenica mattina dopo il Metalitalia.com Fest, in viaggio in auto in autostrada verso l’aeroporto con parte dei Moonspell in macchina, ovviamente in ritardo, vengo fermato dalla Polizia Stradale. L’agente, dopo avere chiesto tutti i documenti degli occupanti della vettura, mi pone la seguente – argutissima e pertinente – domanda: “ma Cortese, sentiamo, queste persone che Lei sta trasportando…come mai sono straniere?”. Francamente non ho saputo rispondere con altrettanto acume e mi sono limitato a ribattere con un “Mah…forse perché sono portoghesi?”.

IL 2013 ALLE PORTE:
Quale genere vorresti vedere crescere?
Mi piacerebbe che il death metal rimanesse su questi livelli. Auspicherei anche una ventata d’aria fresca nel metal-core, anche se la vedo dura.

I dischi attesi:
L’esperienza mi ha insegnato che è molto meglio non crearsi troppe aspettative per non rimanere delusi.

Altro in cui sperare:
Sarò banale, ma chi visse sperando…

MATTIA ALAGNA

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname: Nulla da dichiarare.
Data di nascita: 24 giugno 1981
Ubicazione: San Francisco, California, USA
Generi apprezzati: Vedere punto successivo ma, oltre a quelli, prevalentemente ambient, neoclassica, post-rock, shoegaze, avanguardia, jazz, darkwave/gothic, post-punk, elettronica, blues/roots e psichedelie/misantropie/deliri di ogni sorta.
Generi trattati: sperimentale/avanguardie, drone, noise, sludge metal, crust, black metal, doom metal. post-metal, industrial e altre bestialità simili.
Mansione svolta all’interno della Redazione: Redattore semplice e ‘corrispondente’ dagli USA! Ma che cazzo sto a di’…

IL TOP 2012
I 10 album migliori:
01. EMPTINESS – “Error” (Dark Descent Records)
02. TRAGEDY – “Darker Days Ahead” (Tragedy Records)
03. DEAD CAN DANCE – “Anastasis” (4AD)
04. KILLING JOKE – “MMXII” (Spinefarm)
05. DEATHSPELL OMEGA – “Drought” (Norma Evangelium Diaboli)
06. VAURA – “Selenelion” (Wierd Records)
07. SWANS – “The Seer” (Young God)
08. HORSEBACK – “Half Blood” (Relapse)
09. EVOKEN – “Atra Mors” (Profound Lore)
10.HEXVESSEL – “No Holier Temple” (Svart)

L’album di riserva: ALARIC / ATRIARCH – “Split” (20 Buck Spin)
Il concerto migliore: DEAD CAN DANCE (12 agosto 2012, Greek Theater, Berkeley, California, USA); TRAGEDY (27 aprile 2012, Metro, Oakland, California, USA); Maryland Deathfest.
La produzione migliore: EMPTINESS – “Error” (Dark Descent Records), a cura di Phorgath dei Blackout Studios in Belgio e bassista degli EMPTINESS stessi. Noise and violence to the max!
Label discografica dell’anno: Dark Descent Records
Band rivelazione: Due: KARCAVUL e ABYSSAL. Sbucati dal nulla e senza label. Quando a parlare è solo la musica.
Band italiana: QUIET IN THE CAVE
Il genere che ti ha più soddisfatto: il 2012 è stato l’anno del death metal e del crust.

LE PERSONALISSIME TRINITA’
Tratteggiati con tre canzoni per te significative:
1. SWANS – “Avatar” – L’archetipo, riproposto nel presente, del post-metal. L’immensità fatta suono.
2. EMPTINESS – “It And I” – appena sentita la prima volta ho pensato subito: “ecco il disco dell’anno”.
3. ALARIC – “Weep” – Non hanno fatto un album nel 2012, ma questa canzone ne riassume il genio.
Tre artwork significativi:
1. SWANS – “The Seer” – la Gioconda della musica estrema.
2. SECRETS OF THE MOON – “Seven Bells” – disco mediocre, ma copertina geniale. la Natura vince sempre.
3. SLEEP – “Dopesmoker” (ristampa) – mai artwork rappresentò così bene la musica quest’anno.
Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno:
BEASTMILK: gli autori dell’EP/vinile/7” piu’ bello dell’anno e nuova band di Kvohst!
ALARIC: miei compaesani della Bay Area e amici. Hanno praticamente riesumato il deathrock dal nulla.
HEXVESSEL: songwriter inarrivabili
Tre musicisti a caso: Michael Gira, King Buzzo, Justin K. Broadrick
Tre parole a caso sulla “supercazzola” dei Black Sabbath al Godz: sei parole: non-me-ne-frega-un-cazzo
Tre delusioni a caso: il nuovo NEUROSIS, la fine della HydraHead Records (R.I.P.) e il fatto che anche quest’anno siamo rimasti senza TOOL.

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: Caino fui! Ma vivo in California, per cui sono giustificato.
La prima impressione che ti viene in mente: Da quello che so, è stata una gran serata.
Rapporto aspettative/realtà dei fatti: Vedi sopra.
Concerto della giornata: Non lo so, ma so che avrei gradito più di tutti i FORGOTTEN TOMB.

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così: Dopo essere stato un lettore felice ed accanito per dieci anni, ho deciso che era ora di vedere come sarebbe stato stare “dall’altra parte”, e così ho mandato una email di “assunzione” alla redazione, finita poi tra le mani del grande capo Luca Pessina, che tutt’ora sta maledicendo il giorno in cui l’ha letta.
Datti un voto e dattelo bene: Ma che ne so. Per certe cose penso di essere molto competente, per altre sono una nerchia totale. Non mi pronuncio. Lascio decidere ai lettori.
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: Per quanto riguarda la musica in generale c’è bisogno di tutto questo power, epic, gothic, metalcore, nu-merdal, rap metal, deathcore, AOR, glam, eccetera? Bah, ci passerei sopra con una ruspa. Per quanto rigurada il sito, farei volentieri a meno dei tanti troll o soliti utenti-parassita o semplici ignoranti privi di alcuna educazione o cultura musicale che parlano a vanvera e che non hanno alcun rispetto per il duro lavoro che viene fatto qui dentro, per loro oltretutto, ogni santo giorno. Per quanto riguarda il mondo in generale la lista è lunga, ma auspico quanto prima l’estinzione permanente di tutta una certa classe politica, di certi politici e di certi burocrati che stanno ammazzando il futuro a noi che ci spacchiamo la schiena per dare stipendi d’oro e privilegi di ogni sorta a loro, per tenersi la barchetta ormeggiata al molo e la villetta abusiva in riva al mare.

UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA
Il 2012 è stato l’anno, incredibile ma vero, in cui ho conosciuto di persona per la prima volta in assoluto un mio collega di Metalitalia.com, ovvero il grande Luca Pessina, con il quale me la sono spassata per ben tre giorni di fila al mitico Maryland Deathfest. Direi che è una tappa importante per la mia storia qua dentro, e conto piano piano, distanza permettendo, di conoscerli tutti di persona, un giorno, questi pazzi!

IL 2013 ALLE PORTE:
Quale genere vorresti vedere crescere? Il crust e il death metal, anche se sono già in formissima, perché hanno ancora tantissimo da offrire secondo me, e sono i generi che ultimamente hanno mostrato più versatilità, creatività e follia. Mi piacerebbe vedere fin dove possono arrivare. Penso anche che il progressive metal stia avendo una piccola crisi. C’e’ bisogno dei nuovi MASTODON, band che forse ormai ha detto tutto ciò che aveva da dire.
I dischi attesi: “Target Earth” dei VOIVOD, “Vexovoid” dei PORTAL, “Vertikal” dei CULT OF LUNA, il nuovo GODFLESH (se è vero che esce), il nuovo KILLING JOKE, il nuovo STARKWEATHER (si parla di due sole canzoni lunghe oltre venti minuti l’una!), il nuovo ALARIC (che potrebbe uscire per Neurot Recordings!), il nuovo EYEHATEGOD, il nuovo GORGUTS, il nuovo MY BLOODY VALENTINE e il nuovo CARCASS.
Altro in cui sperare: I DEATHSPELL OMEGA che inaugurano la loro l’attività live come headliner del Maryland Deathfest (sì, ogni tanto mi piace sognare). Che gli AMEBIX tornino con un altro batterista (Mayorga è francamente uno scandalo, una macchia che ha rovinato la band, e un nuovo album degno del loro nome e soprattutto delle date live, visto che non li ho mai visti dal vivo e non riesco a perdonarmelo. Un nuovo album dei TOOL, degli SLEEP, dei BERGRAVEN, dei FROM ASHES RISE, dei FIELDS OF THE NEPHILIM, dei DIE KREUZEN e dei BEHERIT, e le varie reunion che non accadranno mai, prime tra tutte: HIS HERO IS GONE, ACID BATH, BOTCH, DYSTOPIA, CELTIC FROST e ALCHEMIST.

CLAUDIO LUCIANI

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname: SouthernPride
Data di nascita: 24/05/1979
Ubicazione: mi divido tra Firenze e il mio personalissimo Inferno.
Generi apprezzati: Metal estremo in generale, Stoner, Sludge, Hardcore, Rock anni ‘70, Grunge e qualche puntatina nel metal classico d’annata.
Generi trattati: Death Metal, Grind e – quando capita – qualcosa dagli altri generi che mi piacciono.
Mansione svolta all’interno della Redazione: Redattore disorganizzato ma con qualche decente colpo in canna. Viva la modestia.

IL TOP 2012
I 10 album migliori:
1. GOJIRA – “L’Enfant Sauvage” (Roadrunner)
2. NAPALM DEATH – “Utilitarian” (Century Media)
3. CATTLE DECAPITATION – “Monolith Of Inhumanity” (Metal Blade)
4. DØDSENGEL – “Imperator” (Terratur Possessions)
5. BEHEADED – “Never To Dawn” (Unique Leader)
6. GANDHI’S GUNN – “The Longer The Beard The Heavier The Sound” (autopubblicazione)
7. UNDERGANG – “Til Døden Os Skiller” (Xtreem Music)
8. INCANTATION – “Vanquish In Vengeance” (Listenable)
9. SIX FEET UNDER – “Undead” (Metal Blade)
10. CANNIBAL CORPSE – “Torture” (Metal Blade)

L’album di riserva: OBSCENITY – “Atrophied In Anguish” (Apostasy Records), ma ce ne sarebbe un intero plotone. Si possono davvero lasciare fuori gli ultimi dischi di ABORTED, CONVERGE, PIG DESTROYER, THE SECRET, etc? No, chiaramente.

Il concerto migliore: Entombed @ Exenzia Club (Prato)
La produzione migliore: non sono mai stato un patito delle produzioni né dei suoni troppo puliti o pompati, ma posso dire che la registrazione di “Misshapen Congenital Entropy” degli UNFATHOMABLE RUINATION mi é piaciuta parecchio.
Label discografica dell’anno: Sevared Records, sono belli anche i dischi “brutti” che pubblica.
Band rivelazione: ne dico tre: ANTAGONISM, SYNAPSES e UNFATHOMABLE RUINATION.
Band italiana: ISAAK (precedentemente noti come GANDHI’S GUNN)
Il genere che ti ha più soddisfatto: Sono statico, monotono e ripetitivo, ma devo mettermi l’anima in pace e dire Death Metal.

LE PERSONALISSIME TRINITA’
Tratteggiati con tre canzoni per te significative:
1. DOWN – “Underneath Everything”
2. CANNIBAL CORPSE – “Hammer Smashed Face”
3. DARKTHRONE – “Quintessence”
Tre artwork significativi:
1. SLAYER – “South Of Heaven”
2. BLACK SABBATH – “Sabbath Bloody Sabbath”
3. MORBID ANGEL – “Blessed Are The Sick”
Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno:
1. UNFATHOMABLE RUINATION (bell’esordio)
2. ABNORMALITY (aribell’esordio)
3. IMMOLATION (live sono dei mostri)
Tre musicisti a caso:
1. Jimmy Bower (DOWN, EYEHATEGOD, CROWBAR, SUPERJOINT RITUAL, CORROSION OF CONFORMITY)
2. LG Petrov (ENTOMBED, COMECON)
3. Dan Lilker (BRUTAL TRUTH, NUCLEAR ASSAULT, VENOMOUS CONCEPT, S.O.D., ANTHRAX)
Tre parole a caso sulla “supercazzola” dei Black Sabbath al Godz:
1. Inopportuna
2. Biasimabile
3. Prevedibile
Tre delusioni a caso:
1. L’insondabilità del mondo del lavoro, ma ci sto facendo il callo
2. Il mediocre EP dei DOWN
3. Il poco spirito di Benedict 4×4, che non ha risposto a nessuno dei simpatici twit a lui rivolti

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: C’ero, c’ero: dare una mano era il minimo, vista la mia “latitanza” di quei mesi. E poi non mi sarei mai perso una figata del genere!
La prima impressione che ti viene in mente: Ben riuscito, assolutamente, e ben gestito; il pubblico, inoltre, è stato più che civile (almeno in mia opinione). Infine è stato divertente sentirmi basso vicino a Riccardo Plata, un’esperienza epifanica :)
Rapporto aspettative/realtà dei fatti: Pari a 1, il che significa che è andata (bene) esattamente come mi aspettavo.
Concerto della giornata: Ne dico due, cioè HOUR OF PENANCE e MOONSPELL.

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così: Seguo Metalitalia.com praticamente da sempre, tanto che dopo qualche anno ho sciolto le mie proverbiali riserve e mi sono iscritto al Forum, nel quale è sempre stato possibile discutere e approfondire questioni musicali (ed anche extra) in maniera soddisfacente e che, per un periodo, è stato fucina di valori. Verso la fine di novembre 2010 sono stato “reclutato” e sono passato dall’altra “parte”, ricalcando le gesta del mio “mentore” Emiliocortese.
Datti un voto e dattelo bene: Quest’anno mi dò 5. Se è vero che sono autocompiacente, è vero anche che sono onesto: nel 2012 sono stato più latitante che presente. Non mi dò di meno perché qualche recensione mi è riuscita particolarmente bene. Ari-viva la modestia.
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: I commenti alle recensioni, assolutamente. Non sono mai stato favorevole perché c’è il Forum ed è destinato proprio a discussioni di questo tipo: se qualcuno non apre un thread sulle recensioni perché magari gli “pesa il culo”, allora significa che non aveva grande urgenza di esprimere un’opinione; sono dunque dell’idea che il Forum sarebbe stato un ottimo “filtro”.

UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA
Su tutti, il reciproco scambio d’ospitalità tra me e il caro (si fa per dire) Emiliocortese: io sono stato suo irreprensibile e misurato ospite in quel di Modena, tappa intermedia della peregrinatio verso Trezzo sull’Adda (Europa Centrale) in occasione del Metalitalia.com Fest, mentre lo stesso non può dirsi di lui che, con la scusa “ti porto le tigelle”, si è stabilito un’intera serata a casa mia (annesso pernottamento e colazione alla romana, che vuol dire caffè + sigaretta) accompagnato dalle superbe, ma manesche, vallette Melo e Zanna, le quali hanno garantito protezione & intimidazione durante il concerto dei BARONESS al Viper (Firenze).

IL 2013 ALLE PORTE
Quale genere vorresti vedere crescere? Mi piacerebbe molto veder crescere la scena death italiana (che di suo è più che in salute) perché mi piacerebbe vederla indicata come un possibile punto di riferimento: direi che dopo gli infausti anni del power metal e dei clavicembali ce lo meriteremmo.
I dischi attesi: I soliti che aspetto io, ovvero tutti i classici dell’estremo in procinto di uscire (GORGUTS, CARCASS e SUFFOCATION su tutti). Aspetto con particolare ansia anche il disco solista di Phil Anselmo, e non sarebbe nemmeno male che i tre EP dei DOWN ancora da pubblicare fossero del loro abituale livello qualitativo, così da relegare l’ultima release nell’angolo dei “passi falsi”.
Altro in cui sperare: Al momento in cui scrivo il 21 dicembre ancora non è arrivato, dunque spero che la vita sulla Terra si estingua. Se è vero che l’uomo ha contribuito a rovinare questo pianeta, è anche vero che le altre bestie, ignave, non hanno fatto niente per salvarlo (sono serio? sì, assolutamente). Siccome non succederà un bel niente, spero più realisticamente di lasciarmi alle spalle il mio momento d’impasse.

MAURIZIO BORGHI

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname: Morrizz, Mo, Big Mo, Omone…
Data di nascita: 12/05/1979.
Ubicazione: GessHATE.
Generi apprezzati: modern, -core, hip hop, truzzame vario.
Generi trattati: modern, -core, truzzame vario.
Mansione svolta all’interno della Redazione: no shame posing, public relations, Twitter disturber, rompere i coglioni ai fanatici Apple, parlare di cibo…ah, sono anche pescivendolo.

IL TOP 2012
I 10 album migliori:
EMMURE – Slave to the Game (Victory)
UPON A BURNING BODY – Red. White. Green. (Sumerian)
BIOHAZARD – Reborn in Defiance (Nuclear Blast)
OBEY THE BRAVE – Young Blood (Epitaph)
CANCER BATS – Dead Set On Living (Hassle)
EVERY TIME I DIE – Ex Lives (Epitaph)
THE ACACIA STRAIN – Death Is the Only Mortal (Rise)
LAMB OF GOD – Resolution (Roadrunner)
RISE OF THE NORTHSTAR – Demonstrating My Saya Style EP
AS I LAY DYING – Awakened (Metal Blade)

L’album di riserva: GALLOWS – Gallows (Bridge Nine)
Il concerto migliore: non posso sceglierne uno solo… per motivi diversi, dico:
Metalitalia.com Festival – 5 maggio @ Live Club, Trezzo
Gods Of Metal – 22-23-24 giugno @ Fiera, Rho
Emmure – 27 novembre @ Live Club, Trezzo
Cancer Bats – 27 aprile @ Honky Tonky, Seregno
Club Dogo – 6 dicembre @ Alcatraz, Milano.
La produzione migliore: XIBALBA – Hasta La Muerte (Southern Lord).
Label discografica dell’anno: Direi che Sumerian Records/Entertainment si è mossa benissimo nel 2012 e sta continuando a farlo; da sempre amo Roadrunner Records.
Band rivelazione: I francesi di nazionalità e giapponesi di credo RISE OF THE NORTHSTAR.
Band italiana: FOMENTO, AWAKEN DEMONS, HOUR OF PENANCE, THE SECRET e ovviamente LACUNA COIL.
Il genere che ti ha più soddisfatto: quel metalcore/deathcore influenzato dal nu-metal. Non dico djent perchè non è solo una questione di suono, ci vuole anche attitudine.

LE PERSONALISSIME TRINITA’
Tratteggiati con tre canzoni per te significative:
KORN – Clown
SEPULTURA – Roots
BIOHAZARD – How It Is
Tre artwork significativi:
PANTERA – The Great Southern Trendkill
MASTODON – Leviathan
GUNS N’ ROSES – Appetite For Destruction
Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno:
THE DEVIL WEARS PRADA perché li credevo più scarsi
GALLOWS perché senza Frank Carter li davo per spacciati
RISE OF THE NORTHSTAR perché senza una label sono quello che sono
Tre musicisti a caso:
Frankie Palmeri degli EMMURE
Mitch Lucker dei SUICIDE SILENCE (R.I.P.)
Don Joe dei CLUB DOGO
Tre parole a caso sulla ìsupercazzolaî dei Black Sabbath al Godz:
La volete l’ultima dose? Beccatevi ‘sto schifo andato a male.
Volete le reunion perché non avete voglia di cercare nuova musica? Beccatevi ‘sto schifo andato a male.
Vi piace il metal fatto dai vecchi che rischiano il femore ogni data? Beccatevi ‘sto schifo andato a male.
Tre delusioni a caso:
Le reunion (COAL CHAMBER e KILLSWITCH ENGAGE su tutte) e i remake/reboot al cinema
La gente che si concia da hipster (Keith Buckley e Jim Root, ce l’ho con voi)
Chael Sonnen non è riuscito a battere Anderson Silva

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: quando non facevo il driver Trezzo-Cambiago / Cambiago-Trezzo con la mia Yaris fiammante, ci sono stato! VROOOM! (P.s.: i LORDI non son riusciti a salire sulla mia quattroruote per palesi limiti di capienza)
La prima impressione che ti viene in mente: sarebbe stato bello avere sul palco anche i TURBONEGRO, che hanno suonato contemporaneamente a Savona.
Rapporto aspettative/realtà dei fatti: il festival è stato un successone. Peccato per il diluvio, il sold-out era alla nostra portata. La prossima volta ci aiutate, vero?
Concerto della giornata: spezzo una lancia a favore degli eccezionali DESTRAGE, un gruppo che, se fosse americano, avrebbe ben altre dimensioni, autori di una prova maiuscola come sempre. Forza ragazzi!

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così: nel 2004 il mio collega Rob, leggendo una comunicazione dove si cercavano penne per il sito, mi disse “se non ti candidi sei un coglione!”.
Datti un voto e dattelo bene: sono perennemente insoddisfatto del mio operato, soprattutto perché vorrei fare di più, vorrei introdurre nuove cazzate e sono sempre tragicamente in ritardo.
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: toglierei solo le foto piccoline accanto alle news, così in prima pagina ci sarebbe più spazio e meno confusione. Senza qualche feature o genere attualmente presente, Metalitalia.com non sarebbe il sito numero uno sulla piazza.

UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA
Ho una macchina nuova e ci ho messo subito un adesivo che recita “In Case Of Hippies Listen To SLAYER”.

IL 2013 ALLE PORTE
Quale genere vorresti vedere crescere? Non ne faccio una questione di genere, mi basta avere nuova musica esaltante.
I dischi attesi: ROB ZOMBIE (che aspetto anche al cinema), FIVE FINGER DEATH PUNCH, DEEZ NUTS.
Altro in cui sperare: diventare ricco senza alcun merito o sforzo non mi farebbe schifo. Ma va benissimo anche se resta tutto così com’è!

RAFFAELE SALOMONI

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname: Salo
Data di nascita: 6 settembre 1983
Ubicazione: provincia di Pavia
Generi apprezzati: dal prog al black, dalla fusion al power (basta che abbiano qualcosa di interessante da dire)
Generi trattati: principalmente progressive, power, heavy metal
Mansione svolta all’interno della Redazione: recensioni, interviste, news

IL TOP 2012
I 10 album migliori:
01. NEAL MORSE – “Momentum” (InsideOut Records)
02. DEVIN TOWNSEND PROJECT – “Epicloud” (InsideOut Records)
03. KAMELOT – “Silverthorn” (SPV)
04. TENACIOUS D – “Rize Of The Fenix” (Columbia)
05. LUCA TURILLI’s RHAPSODY – “Ascending To Infinity” (Nuclear Blast)
06. DEVIN TOWNSEND PROJECT – “By A Thread” (InsideOut Records)
07. GOJIRA – “The Flesh Alive” (RoadRunner Records)
08. JEFF LOOMIS – “Plains Of Oblivion” (Century Media)
09. FLYING COLORS – “Flying Colors” (Mascot Records)
10. RAGE – “21” (Nuclear Blast)

L’album di riserva: ARJEN ANTHONY LUCASSEN – “Lost In The New Real” (InsideOut Records)
Il concerto migliore: TENACIOUS D, 16 ottobre 2012, Mediolanum Forum, Milano
La produzione migliore: WINTERSUN – “Time I” (Nuclear Blast): in alcuni punti ha quasi 1600 sovraincisioni. Tamarraggine all’ennesima potenza!!
Label discografica dell’anno: InsideOut Records
Band rivelazione: WIGELIUS
Band italiana: A PERFECT DAY
Il genere che ti ha più soddisfatto: più di uno, come sempre

LE PERSONALISSIME TRINITA’
Tratteggiati con tre canzoni per te significative:
1. FLYING COLORS – “Everything Changes”
2. TAKAHIRO MATSUMOTO – “#1090 Sen Mu Ichiya”
3. ALTER BRIDGE – “Broken Wings”
Tre artwork significativi:
1. KATATONIA – “Dead End Kings”, io ADORO Travis Smith
2. KAMELOT – “Silverthorn”
3. TENACIOUS D – “Rize Of The Fenix”
Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno: PANZERBALLETT, KAMELOT, A PERFECT DAY
Tre musicisti a caso: Mike Patton, Victor Smolski, Steve Vai
Tre parole a caso sulla “supercazzola” dei Black Sabbath al Godz: no fucking comment
Tre delusioni a caso: Il live dei PORCUPINE TREE, il nuovo Steve Vai non era come mi aspettavo, niente notizie su nuovi album dei RAMMSTEIN.

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: C’ero, in borghese.
La prima impressione che ti viene in mente: Soddisfazione estrema.
Rapporto aspettative/realtà dei fatti: Tutto sommato è andata come previsto.
Concerto della giornata: MOONSPELL.

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così: Nel 2005, poi una pausa di un paio di anni dal 2010 al 2012, e ora eccomi qui di nuovo.
Datti un voto e dattelo bene: 6 politico.
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: La sezione Demo, anche se oggi la maggior parte spaccia i propri demo come ‘album autoprodotti’.

UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA
La chiusura di Blockbuster dove lavoravo ed i primi reali contatti con la crisi delle occupazioni. Ma se non altro la vita sentimentale continua a gonfie vele e finalmente ho ripreso a suonare con la mia band (Ghost City), e di conseguenza ripreso i contatti con persone importanti che avevo perso per strada molti anni fa.

IL 2013 ALLE PORTE:
Quale genere vorresti vedere crescere? Devo ritenermi abbastanza soddisfatto di quello che ho, essendo particolarmente di ampie vedute a livello musicale. Dove non arriva un genere, ce n’è un altro.
I dischi attesi: Che ne so, ragazzi datevi da fare e poi vediamo. Un nuovo RAMMSTEIN, ripeto, schifo non mi farebbe.
Altro in cui sperare: che vada tutto liscio.

DARIO CATTANEO

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname: Mi sa che il soprannome è Dario…i miei amici mi chiamano tutti Bred.
Data di nascita: 01 marzo 1979
Ubicazione: Lomazzo, CO, ITALIA
Generi apprezzati: Sono abbastanza il defender classico, quindi heavy metal, power, epic. Ma mi piacciono anche il thrash vecchia scuola e tutte le declinazioni del progressive (50 sfumature di prog…).
Generi trattati: Come specificato sopra, in genere mi vengono passati dischi di power/prog, power melodico e la roba HM classico che non va al Raffo ;-) A dirla tutta, il mio target sono però le giovani band italiane, o comunque quelle band in giro da un po’ con nuovi dischi in uscita.
Mansione svolta all’interno della Redazione: Ascolto musica e ogni tanto ne esprimo il mio giudizio agli altri.

IL TOP 2012
I 10 album migliori:
Top Ten dal più bello al “meno bello”:
01. SECRET SPHERE – “Portrait Of A Dying Heart” (Scarlet Records)
02. THRESHOLD – “March Of Progress” (NuclearBlast)
03. MIRRORMAZE – “Walkabout” (Bakerteam)
04. GOTTHARD – “Firebirth” (NuclearBlast)
05. KAMELOT- “Silverthorn” (SPV)
06. THY MAJESTIE – “ShiHuangDi” (Scarlet)
07. ADRENALINE MOB – “Omerta” (Century Media)
08. PERIPHERY- “II” (Sumerian Records)
09. ORDEN OGAN – “To The End” (AFM Records)
10. HOLLOW HAZE- “Poison In Black” (Bakersteam)

L’album di riserva: LACUNA COIL – “Dark Adrenaline” (Century Media)
Il concerto migliore: DREAM THEATER, 21 febbraio 2012, Mediolanumforum, Milano, ITALIA
La produzione migliore: PERIPHERY – “II” (Sumerian Records), Misha Mansoor è uno che con i suoni ci sa fare eccome! Aspettiamo “Juggernaut” per conferme…
Label discografica dell’anno: La Bakerteam ha fatto uscire solo bombe: Bejelit, Adimiron, Gory Blister, Rhope, Evershine, oltre gli album che ho recensito io e che vedete in Top Ten…
Band rivelazione: Sicuramente MIRRORMAZE. Un debutto nella mia top 3 non succede spesso…
Band italiana: MIRRORMAZE, ovviamente, ma devo dare adito anche ai sorprendenti REPLOSION e al ritorno dei PLANETHARD.
Il genere che ti ha più soddisfatto: Nonostante le pose da defender, sono state le sonorità più complesse ed eleganti a vincere, a cavallo tra prog e metal sinfonico. E nell’ultimo periodo, anche lo sleaze rock sta risalendo, grazie alle uscite Frontiers, sempre di qualità.

LE PERSONALISSIME TRINITA’
Tratteggiati con tre canzoni per te significative:
1. DREAM THEATER – “Home”
2. IRON MAIDEN – “Seventh Son Of A Seventh Son”
3. METALLICA – “Fade To Black”
Tre artwork significativi:
1. BLIND GUARDIAN – “Somewhere Far Beyond”, disegna la musica contenuta nell’album.
2. MOONSPELL – “Irreligious”, dannatamente affascinante.
3. AVANTASIA – “Wicked Symphony”, Sammet fa bene tutto, anche le copertine.
Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno: La sorpresa ADRENALINE MOB, i FLYING COLORS e gli ELVENKING
Tre musicisti a caso: Steve Harris, Mike Portnoy, Criss Oliva (RIP)
Tre parole a caso sulla “supercazzola” dei Black Sabbath al Godz: Chi l’ha sentita?
Tre delusioni a caso: Che Khan se ne sia andato dai Kamelot è stata una delusione, fortuna che Karevic ha parato il colpo. Tarja è sempre più persa nella sua artefatta personalità, questa versione bambolina non mi piace per niente. E infine il nuovo Tiamat, che speravo sarebbe stato un nuovo “A Deeper Kind Of Slumber”.

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: Assente ingiustificato.
La prima impressione che ti viene in mente: Be’… che METALITALIA.COM è il meglio.
Rapporto aspettative/realtà dei fatti: Ho sentito gente felice.
Concerto della giornata: Di sicuro non i LORDI.

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così: Comincia tutto con i Kamelot: lessi in data 19/10/2010 la recensione di “Poetry For The Poisoned” trovandomi pienamente d’accordo con il recensore Matteo Cereda… Di fianco all’iconcina dell’album, ancora nella vecchia ma indimenticata veste grafica, una news della redazione che cercava componenti. Scrissi una recensione personale di “Poetry…” un po’ per gioco, quasi fosse una risposta a quella pubblicata. Il risultato mi piacque, la corredai con la track-by-track degli Arena e del bellissimo “The Never Ending Way of ORwarriOR” degli Orphaned Land. Ora, due anni dopo, il cerchio quasi si chiude con una mia recensione di “Silverthorn” pubblicata e quella del nuovo album degli Arena… grande soddisfazione per un semplice lettore.
Datti un voto e dattelo bene: Disponibilità e apertura mentale sono uno dei pezzi che mi apprezzo, non ho mai rifiutato un’assegnazione anche di dischi fuori dai miei generi (anche se col disco dei Varg ci ho provato) e ascolto con interesse anche sonorità estremamente diverse dal mio apparentemente limitato orticello. Come competenza generale mi considero entro gli standard richiesti, mentre il mio punto debole sono costanza e impegno, minati purtroppo da un’esistenza in fase di forti mutamenti. Ne esce un 6, direi.
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: da redattore scansafatiche leverei il malvagissimo riassunto delle recensioni. Quando carico la recensione di solito lo considero un momento di chiusura dell’album e di momentaneo (o totale) allontanamento di esso dalla mia mente. Il box del riassunto mi prende sempre alla sprovvista e devo rileggermi il testo alla ricerca di una frase. Sbatta. Scherzi a parte, anche la redazione ha attraversato una fase di densi cambiamenti e novità, con il festival, la reintroduzione delle demo e tutto il resto…quindi per ora non toglierei niente, in attesa di un equilibrio. Quando le foglie non si agiteranno più al vento, si potrà cominciare a potare…

UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA:
In campo extra-musicale, questo ha dell’incredibile. Mi reco presso un ospedale per delle visite diagnostiche. Da bravo nerd appassionato di giochi di ruolo, ho dietro un manuale/rivista del gioco Pathfinder. Faccio la visita e lo dimentico in ospedale. Dopo qualche giorno, mi rendo conto di non avere il manuale… Penso di averlo lasciato nella mia associazione, mi reco lì e lo trovo nell’armadio. Faccenda archiviata, mi convinco che l’avevo dimenticato lì. Qualche tempo dopo un socio mi chiede notizie del manuale che aveva prestato all’associazione: io stupito gli chiedo come mai chiede di un MIO manuale. Lui sostiene che è suo… infatti lo aveva trovato abbandonato in un ospedale di Milano. LOL. Quante possibilità ci saranno che nello stesso giorno due membri della stessa piccola associazione vanno a Milano nello stesso ospedale e uno perde un libro e l’altro lo trova dopo? Ai Maya l’ardua sentenza… Dal punto di vista musicale ho cenato al Grotthard di Tesserete, Lugano, al tavolo di Leo Leoni e Marc Lynn, insieme con colleghi giornalisti. Che bello non è fare questo lavoro?

IL 2013 ALLE PORTE:
Quale genere vorresti vedere crescere? Beh, fossi di parte direi il progressive metal…ma sinceramente le mie speranze vanno sempre sul metal italiano, al di là del genere. Nel mio campo Thy Majestie, Fogalord, Secret Sphere, Sound Storm, Elvenking, Vision Divine e Mirrormaze hanno dimostrato di spaccare il culo alla concorrenza straniera…e speriamo che la cosa continui così.
I dischi attesi: Blind Guardian, Stratovarius e Helloween. Un ritorno dei Savatage in qualche guisa? Difficile, ma mi accontento di un nuovo JOP. E poi se Iron Maiden o il mio gruppo preferito, Dream Theater, si presentassero sul mercato nuovamente, sono sempre pronto ad accoglierli.
Altro in cui sperare: Cosa ci regalerà Portnoy? Speriamo basta progetti secondari strampalati: con Flying Colors ha trovato un’ottima proposta molto personale e con Adrenaline Mob può saziare la sua sete di moderno e di groove. Che continui così! Visto poi che siamo alla fine del mondo, penso che potremmo anche sperare l’impossibile: Criss Oliva, Ronnie James Dio, Cliff Burton e ‘The Rev’ risorgono e mettono su una band definitiva. Non c’entrano un cazzo l’uno con l’altro? Fa niente, tanto è un sogno (e poi comunque comporrebbe Oliva…)!

DANILO ZAGARIA

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname: Ne ho fin troppi, i miei preferiti sono Benny e Muffa (non chiedetemi il perché!).
Data di nascita: Otto giugno dell’Anno Domini 1987 (che comincia a sembrarmi lontano!).
Ubicazione: Augusta Taurinorum.
Generi apprezzati: Faccio prima a dire ciò che non ascolto: il power classico (chiamiamolo così), il prog quando diventa noioso (cioè molto spesso), black minimale da scantinato e in genere quel metal/rock da maratoneti dell’ascolto (difficilmente ascolto album lunghi lunghi, mi stanco prima).
Generi trattati: Inserisco news, quindi tutti i generi che mi capitano sottomano.
Mansione svolta all’interno della Redazione: News, news, news, e quando ho tempo news. A volte news. Quando mi capita: news.

IL TOP 2012
I 10 album migliori:
01. CATTLE DECAPITATION – “Monolith Of Inhumanity” (Metal Blade Records)
02. GOJIRA – “L’Enfant Sauvage” (Roadrunner Records)
03. SABATON – “Carolus Rex” (Nuclear Blast)
04. STONE SOUR – “The House Of Gold & Bones Part 1” (Roadrunner Records)
05. GOTTHARD – “Firebirth” (Nuclear Blast)
06. TESTAMENT – “Dark Roots Of Earth” (Nuclear Blast)
07. FOMENTO – “To Persevere Is Diabolical” (Coroner Records)
08. FOLKSTONE – “Il Confine” (Folkstone Records)
09. EPICA – “Requiem For The Indifferent” (Nuclear Blast)
10. LACUNA COIL – “Dark Adrenaline” (Century Media Record)
L’album di riserva: LAMB OF GOD – “Resolution” (Roadrunner Records)
Il concerto migliore: Full Of Hate, Bologna, febbraio 2012
La produzione migliore: Non me ne intendo di produzioni… evito di sparare fesserie!
Label discografica dell’anno: Facendo due conti… Roadrunner Records o Nuclear Blast?
Band rivelazione: Mi è piaciuta molto la passione ignorante dei FOMENTO!
Band italiana: Sempre e solo loro: FOLKSTONE! Viva le Orobie!
Il genere che ti ha più soddisfatto: Non saprei sceglierne uno, è stato un 2012 particolare. Ho ascoltato meno metal “borderline”, meno death in generale (complici anche parecchie uscite non proprio esaltanti) e quindi mi sono dedicato a generi un po’ più soft e a lavori un po’ più “commerciali”, diciamo così. Devo dire che sono rimasto comunque soddisfatto, è stato un buon anno, molto eterogeneo sotto il punto di vista degli ascolti!

LE PERSONALISSIME TRINITA’
Tratteggiati con tre canzoni per te significative:
GUNS N’ ROSES – “Civil War”, la mia visione dei conflitti.
DARK TRANQUILLITY – “Lethe”, lo strazio della passione.
DEEP PURPLE – “Child In Time”, l’eternità.
Tre artwork significativi:
IRON MAIDEN – “Powerslave”, la più bella di sempre: monumentale!
MASTODON – “Leviathan”, una copertiva davvero superlativa, me ne sono innamorato.
AT THE GATES – “Slaughter Of The Soul”, copertina capolavoro per un album capolavoro.
Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno:
FOLKSTONE, perchè li ho conosciuti quest’anno e mi sono innamorato di loro.
BEHEMOTH, perchè è stato l’anno del ritorno e vederli due volte nel giro di pochi mesi è stato il massimo.
GOJIRA, perchè è arrivata una grande conferma con il nuovo album.
Tre musicisti a caso:
Adam “Nergal” Darski, Ludwig Van Beethoven e Ritchie Blackmore.
Tre parole a caso sulla ìsupercazzolaî dei Black Sabbath al Godz: Non sono andato al Gods, quindi non sono stato paccato dai Black Sabbath. Non deve essere stato divertente per i diehard fan…
Tre delusioni a caso:
1) L’ultimo disco dei Nile, mi ha lasciato proprio poco.
2) Il concerto dei Sabaton all’Alcatraz saltato per un maledetto virus intestinale.
3) L’Europeo di calcio sfumato all’ultimo. Peccato.

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: Non c’ero, sono un Caino. Shame On Me!
La prima impressione che ti viene in mente: L’anno prossimo farò di tutto per esserci. Perché si farà, vero? Vero?
Rapporto aspettative/realtà dei fatti: Credo che sia andato molto bene. Sono arrivato in redazione quando i preparativi erano al culmine. C’era molta aspettativa e credo che l’affluenza di pubblico sia stata la conferma che l’obiettivo è stato centrato. Ottime band a poco prezzo e in un bel locale. Cosa si può chiedere di più?
Concerto della giornata: Immagino i Moonspell. Dannazione, me li sono persi.

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così: Scrissi alla redazione proponendomi per un compito a caso, come quello delle news. Inizialmente ricevetti una sòla, mi demoralizzai e lì iniziò la mia dipendenza dal Jack Daniels. Poi, quando il mio fegato era ormai sull’orlo del collasso, una mail salvatrice di Dave mi ridonò la vita. Entrai nella redazione e cominciai a inserire news. Ora, dopo mesi di news, la mia dipendenza da Jack Daniels è ricominciata. To be continued.
Datti un voto e dattelo bene: Sarò severo con me stesso. Mi metto in pagella un 6,5 tirato. Motivi? Il tempo prima di tutto. Di recente non riesco a essere così presente come vorrei essere, per cui il mio contributo è minimo. Secondo, per alcuni errori che a volte mi scappano qua e là. Però sotto il 6 no, perchè anche se ne carico poche faccio il massimo per inserirle nel migliore dei modi. Sono stato bravo?
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: Dunque, io toglierei la sezione Non Solo Metal perché è praticamente l’unica che non leggo mai. Non perchè sia fatta male, ma su Metalitalia.com mi dedico al metal e basta. Mi pare che lo spettro di proposte musicali che il sito analizza sia già piuttosto ampio, quindi io personalmente non sento il bisogno di quella sezione. E toglierei i commenti alle recensioni, perchè secondo me privano le recensioni di quella “pulizia formale” che le caratterizzava prima dell’apertura ai commenti (parere puramente estetico e formale della recensione in sè).

UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA
Nei sotterranei di un palazzetto dello sport il sottoscritto è infilato per metà (vale a dire fino alla vita più o meno) in un costume da orso polare (vai a sapere il perché!). L’impavido mascherato tiene anche la testa del suddetto predatore dell’Artide sotto il braccio, a mo’ di casco da motociclista. Solo, sta aspettando alcune persone. Ad un tratto, un vecchio in abiti eleganti compare accanto al nostro eroe con passo felpato. Guarda il meta-uomo e ad un tratto chiede: “Scusi, sa dove si trova il bagno?”. Impossibile rispondere! Il sottoscritto si limita a muovere la testa. Il vecchietto getta ancora un’occhiata al mio folto pelo bianco e scompare, preda dell’oscurità. Titoli di coda. Tratto da una storia vera.

IL 2013 ALLE PORTE
Quale genere vorresti vedere crescere? Il folk di un certo tipo, in particolare quello italiano. Vorrei ascoltare più album che contengano contaminazioni straniere provenienti da culture differenti da quella occidentale. Insomma, mi piacerebbe ascoltare un metal più ibrido, che prende spunto dalle terre da cui proviene piuttosto che fare il verso al solito modello americano o scandinavo.
I dischi attesi: La seconda parte del concept degli Stone Sour, gli altri EP dei Down, il nuovo Rotting Christ, il nuovo Finntroll e qualche altra bella sorpresa come ne accadono ogni anno!
Altro in cui sperare: Nuovo matriale dei Behemoth. Partecipare a qualche grande festival estivo in Europa. Assistere a un live degli Immortal, dei Rammstein e dei Lamb Of God. Sedurre Simone Simons. Conoscere di persona gli altri membri della redazione di questo sito. E, sottolineo, se devo scegliere fra Simone e la redazione scelgo ovviamente la rossa olandese!

SARA SOSTINI

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname: SavageNemesis, trasformato dai buontemponi del Forum in “servaggia”, “servaggina” e “servaggi'”, nell’accezione romana.
Data di nascita: 12 ottobre 1991
Ubicazione: Roma
Generi apprezzati: un po’ di Black Metal, un po’ di Death Metal, “post-”, un pochino di doom.
Generi trattati: Flame, Troll, Fake, porconi, politica e tutto quello che NON si può scrivere nei commenti.
Mansione svolta all’interno della Redazione: Pastor….ehm, moderatore.

IL TOP 2012
I 10 album migliori:
01.AHAB – “The Giant” (Napalm Records)
02.KATATONIA – “Dead End King” (Peaceville)
03.GOJIRA – “L’Enfant Sauvage” (Roadrunner)
04.SUNPOCRISY – “Samaroid Dioramas”
05.HOUR OF PENANCE – “Sedition” (Prosthetic)
06.MESHUGGAH – “Koloss” (Nuclear Blast)
…vabbè, sono sei e sono in ordine sparso, ma fanno per venti.
L’album di riserva:
“Agnus Dei” dei THE SECRET e “Riitiir” degli ENSLAVED…entrambi ancora da sentire, ma sono abbastanza sicura che siano dei lavoroni.
Il concerto migliore:
1. AHAB alle tre di notte al Summer Breeze, tra i concerti più attesi ed atmosferici
2. KATATONIA e ALCEST all’Orion a novembre
3. MOONSPELL al Metalitalia.cpm Fest
4. MESHUGGAH che distruggono l’Alcatraz
La produzione migliore:
AHAB, “The Giant”
Label discografica dell’anno:
boh.
Band rivelazione:
SUNPOCRISY e WAKE ARKANE
Band italiana:
HOUR OF PENANCE e THE SECRET
Il genere che ti ha più soddisfatto:
il Death Metal, dopo aver letto “Choosing Death” ci si ritrova ad ascoltare i dischi-cardine del genere con tutto un altro entusiasmo (penso ai MORBID ANGEL, nel mio caso).
LE PERSONALISSIME TRINITA’
Tratteggiati con tre canzoni per te significative:
rimanendo in ambito 2012…
1. AHAB, “Antarctica (The Polymorphess)”
2. KATATONIA, “The Racing Heart”
3. TRENT REZNOR, KAREN O, ATTICUS ROSS, “Immigrant Song” (titoli di testa di “Millennium”)
Tre artwork significativi:
sempre in ambito 2012…
1. AHAB – “The Giant” (lo so, sto diventando monotona)
2. CATTLE DECAPITATION – “Monolith of Inhumanity”
3. ENSLAVED – “Riitiir”
Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno:
1. CATTLE DECAPITATION, sul palco sono veramente delle belve e fanno morti e feriti
2. THE CURE, hanno suonato tre ore con solo due pause, senza cali di voce…concerto intensissimo
3. MESHUGGAH, uno dei concerti più estenuanti a livello mentale e fisico, ma ne valeva la pena, altrochè
Tre musicisti a caso:
Alex dei LIGHT BEARER/FALL OF EFRAFA ed altri millemila gruppi: un artista a tuttotondo
Hans Zimmer per la colonna sonora di “The Dark Knight Rises”
Seth Siro Anton per i suoi concept stravisionari
Tre parole a caso sulla ‘supercazzola’ dei Black Sabbath al Godz:
non m’importa.
Tre delusioni a caso:
– ALCEST, “Les Voyages de l’Ame”: troppe fatine ed atmosfere frou frou per Neige
– ROTTING CHRIST che cambiano formazione, mi ero affezionata ad Andreas e George
– NILE al Summer Breeze (anche se Sanders ubriaco era abbastanza esilarante)

– e Lo Hobbit, anche se me lo aspettavo, quindi delusione a metà!

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: c’ero, c’ero :P
La prima impressione che ti viene in mente: “ammazza quanta gente!”.
Rapporto aspettative/realtà dei fatti: Altissime le aspettative. Pienamente rispettate…nonostante i LORDI.
Ho avuto l’occasione di conoscere buona parte della Redazione di persona ed è stato un bellissimo evento, organizzato benissimo…sempre nonostante i LORDI :P
Concerto della giornata: MOONSPELL!

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così:
Mi iscrissi nel 2009 per proporre una domanda da fare ai LAMB OF GOD (!) in una possibile intervista, poi un breve periodo da commentatrice di news, infine l’approdo nel ForVm e l’”elezione” a mod
Datti un voto e dattelo bene:
Boh, non saprei…alla fine non pubblico niente, controllo solo le notizie e robe simili.
Se proprio devo, un 6 perchè leggo tutti, TUTTI i commenti :)
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: i commenti! No be’, non è del tutto vero. Primo, perché altrimenti rimarrei con le mani in mano; secondo, perché oramai Metalitalia.com è un sito bello grandino e quindi deve andare al passo coi tempi (purtroppo o per fortuna); e terzo… sì, be’, alla fine sono divertenti, anche se tante volte mi fanno cadere le braccia per la povertà di idee, di grammatica (!) e di voglia effettiva di dialogo di tanti utenti. Forse una cosa che toglierei veramente sono il bianco accecante e il verdino smorto del Forum e delle notizie…io adoravo la vecchia grafica!
UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA
– Lavorare sabato sera nel pub con fuori che nevica fitto fitto e la gente che gioca a palle di neve…a Roma è una situazione assolutamente irreale!
- il momento in cui è nato il progetto Occhi Di Bragia: da un incubo del signor Marco, illustrato da me per divertimento, poi ampliatosi in un’amalgama perfetta di venerazione per Cthulhu, misantropia e visionarietà che mi sta dando delle grandi soddisfazioni a livello artistico.
IL 2013 ALLE PORTE
Quale genere vorresti vedere crescere? Nessuno in particolare.
I dischi attesi: ROTTING CHRIST (su tutti!!!), LIGHT BEARER, ULCERATE, LANTLOS.
Altro in cui sperare:
Spero di riuscire a laurearmi entro l’anno prossimo (ma la vedo dura, durissima)…non che con una laurea in Lettere Antiche ci si possa fare qualcosa, ma vabbe’. Mi piacerebbe riuscire ad andare al Kill-town e visitare Copenaghen, oppure partire in pellegrinaggio pagano per la Grecia per farmi venire la sindrome di Stendhal ogni metro. Inoltre spero di continuare il progetto Occhi Di Bragia e chissà che magari non si riesca a pubblicare qualcosa!

RICCARDO PLATA

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname: Ricks
Data di nascita: 29/12/1979
Ubicazione: Milano
Generi apprezzati: Modern Metal, Alternative Metal, Nu-Metal, Metalcore, Melodic Death, Power Metal, Gothic Metal
Generi trattati: Quelli sopra, tranne il truzzume più spinto, che lascio al Capo-truzzo Big Mo.
Mansione svolta all’interno della Redazione: Scribacchino e fotografo.

IL TOP 2012
I 10 album migliori:
PARKWAY DRIVE – Atlas
AS I LAY DYING – Awakened
PAPA ROACH – The Connection
ETHS – III
MACHINAE SUPREMACY – Rise Of A Digital Nation
CALIBAN – I Am Nemesis
BLESSED BY A BROKEN HEART – Feel The Power
LINKIN PARK – Living Things
MOONSPELL – Alpha Noir
HALESTORM – The Strange Case Of…
NONPOINT – Nonpoint

L’album di riserva: LACUNA COIL – Dark Adrenaline
Il concerto migliore:
Come fotografo: NIGHTWISH – 25 aprile @ Forum, Milano
Come spettatore: Metalitalia.com Festival – 5 maggio @ Live Club, Trezzo

La produzione migliore: Difficile scegliere, tutte troppo buone
Label discografica dell’anno: Bakerteam Records
Band rivelazione: non pervenuta
Band italiana: RHYME
Il genere che ti ha più soddisfatto: Qualche buona uscita in ambito metalcore, genere che temevo ormai in riserva.

LE PERSONALISSIME TRINITA’
Tratteggiati con tre canzoni per te significative:
OFFSPRING – Nitro (Youth Energy)
PAPA ROACH – Last Resort
DARK TRANQUILLITY – Insanity’s Crescendo

Tre artwork significativi:
IN FLAMES – The Jester Race
CHILDREN OF BODOM – Something Wild
DARK TRANQUILLITY – The Mind’s I

Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno:
CALIBAN – li davo ormai per finiti, invece l’ultimo mi prende ancora
NONPOINT – un bel tuffo nel passato per i NUstalgici come me
PENNYWISE – li temevo spacciati senza Jim

Tre musicisti a caso:
Anders Friden degli IN FLAMES
Noodles degli OFFSPRING
Dregen dei BACKYARD BABIES

Tre parole a caso sulla ‘supercazzola’ dei Black Sabbath al Godz: Chi Sene Frega
Tre delusioni a caso:
LOSTPROPHETS – Weapons
ONE WAY MIRROR- Destructive By Nature
STONE SOUR – The House Of Gold And Bones Part 1

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: C’ero, nonostante la quasi concomitanza con l’anniversario di matrimonio
La prima impressione che ti viene in mente: Tanta roba
Rapporto aspettative/realtà dei fatti: Per essere il primo giro alla grande, peccato solo per il tempo e qualche intralcio logistico, ma quest’anno andrà sicuramente meglio
Concerto della giornata: Bravi tutti, ma i Moonspell sono stati una spanna sopra

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così: Dopo qualche anno da lettore, in cui ho notato l’ascesa di Metalitalia.com rispetto agli altri portali, ho risposto ad un annuncio mandando un paio di recensioni ‘cazzone’ che avevo scritto per Debaser (il debutto dei Sonic Syndicate e il penultimo degli Heaven Shall Burn), e così nel 2008 sono entrato a far parte della squadra, diventando il redattore metal più alto d’Italia… :) (duemetriedodici; diciamolo, Ricks, altrimenti non ti crede nessuno!, ndMarco)
Datti un voto e dattelo bene: quest’anno non vado oltre il 6+, troppi casini al lavoro per andare oltre la sufficienza, il + è d’incoraggiamento
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: i commenti sono il sale del Web, quindi dico la sezione Demo anche se è giusto dare spazio all’underground

UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA: dopo aver fatto un colloquio di lavoro di un’ora, molto formale, ad un neo-laureato in Ingegneria, scopro che è un appassionato di metal nonchè lettore di Metalitalia.com: tolta giacca e cravatta, siamo poi andati avanti 1,5 ore a parlare di musica e concerti e alla fine ovviamente l’ho assunto :)

IL 2013 ALLE PORTE
Quale genere vorresti vedere crescere? Quello che se lo merita
I dischi attesi: FIVE FINGER DEATH PUNCH, SOILWORK, SEVENDUST, LIMP BIZKIT
Altro in cui sperare: aumentare la progenie truzzo-metal, genere che, almeno in redazione, rischia l’estinzione senza Morrizz e il sottoscritto

GIACOMO SLONGO

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname: The Bleeding (nickname), Sanguinella (sul Forum, per gentile concessione di quel bruto di Claudio Luciani), Slong, Jack
Data di nascita: 19 aprile 1991
Ubicazione: Varese, Milano e dintorni. Ma non disdegno qualche capatina nel Lazio.
Generi apprezzati: Death metal, grindcore, black metal, doom, “post” et similia.
Generi trattati: Leggasi sopra.
Mansione svolta all’interno della Redazione: Redattore semplice (fresco fresco di ‘assunzione’), moderatore.

IL TOP 2012
I 10 album migliori:
CATTLE DECAPITATION“Monolith Of Inhumanity” (Metal Blade)
MAVETH“Coils Of The Black Earth” (Dark Descent)
HOUR OF PENANCE“Sedition” (Prosthetic)
RISE AND FALL“Faith” (Deathwish)
BLACK BREATH“Sentenced To Life” (Southern Lord)
BEYOND TERROR BEYOND GRACE“Nadir” (Willowtip)
ANATOMIA“Decaying In Obscurity” (Nuclear War Now!)
THE SECRET“Agnus Dei” (Southern Lord)
UNDERGANG“Til Døden Os Skiller” (Xtreem Music)
ANTROPOFAGUS - “Architecture Of Lust” (Comatose)

L’album di riserva:
Tutti ad un passo dalla top 10…
EVOKEN – “Atra Mors” (Profound Lore)
MARDUK“Serpent Sermon” (Century Media)
JOB FOR A COWBOY - “Demonocracy” (Metal Blade)

Il concerto migliore:
Tanti, come al solito…
MOONSPELL @ Metalitalia.com Fest (embè, vorrei vedere!)
LIGHT BEARER @ Lo-Fi di Milano (per il trasporto emotivo più unico che raro)
BEHEMOTH, AHAB, CATTLE DECAPITATION, ASPHYX e ANAAL NATHRAKH @ Summer Breeze (la perfezione, non occorre aggiungere altro)
MARDUK e IMMOLATION @ Traffic di Roma (suoni ottimi, scalette azzeccatissime, esibizioni memorabili… impossibile chiedere di più)
MESHUGGAH e DECAPITATED @ Alcatraz di Milano (vale lo stesso discorso di Marduk e compagnia danzante, grandissima serata)

La produzione migliore: Sarò di parte, ma quella di “Coils Of The Black Earth” dei MAVETH è semplicemente perfetta per il genere. Senza dimenticare “Til Døden Os Skiller” degli UNDERGANG: viva il cavernicolo-style!
Label discografica dell’anno: DARK DESCENT, alla luce degli ottimi lavori pubblicati negli ultimi mesi.
Band rivelazione: MAVETH, HORRENDOUS, BEYOND TERROR BEYOND GRACE (anche se non parliamo esattamente di gente alle prime armi)
Band italiana: Ne dico tre: HOUR OF PENANCE, THE SECRET e ANTROPOFAGUS!
Il genere che ti ha più soddisfatto: In campo death metal, grazie a formazioni giovani e/o esordienti, se ne sono viste delle belle. Certo, aspetto ancora di scoprire il senso di tutte queste band-fotocopia degli Incantation, ma è un altro discorso…

LE PERSONALISSIME TRINITA’
Tratteggiati con tre canzoni per te significative:
(del 2012)
“Kingdom Of Tyrants” (CATTLE DECAPITATION, “Monolith Of Inhumanity”)
“Things Are Different Now” (RISE AND FALL, “Faith”)
“The Cannibal Gods” (HOUR OF PENANCE, “Sedition”)
Tre artwork significativi:
(del 2012)
“Monolith Of Inhumanity”, CATTLE DECAPITATION
“Faemin”, PROCESS OF GUILT
“Decaying In Obscurity”, ANATOMIA
Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno:
CATTLE DECAPITATION
MAVETH
ANATOMIA
Tre musicisti a caso:
David Torturdød degli UNDERGANG (chitarra e voce)
Jamie Saint Merat degli ULCERATE (batteria)
Giulio Moschini degli HOUR OF PENANCE (chitarra)
Tre parole a caso sulla “supercazzola” dei Black Sabbath al Godz: Che-mi-frega.
Tre delusioni a caso: Gli ultimi dischi di NILE e DYING FETUS. Musicalmente non mi viene in mente altro… “PROMETHEUS”, se vogliamo parlare del 2012 cinematografico: tante chiacchiere per un film scritto coi piedi. Ridley Scott più bollito che mai.

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: Presentissimo.
La prima impressione che ti viene in mente: Ma come si concia Fernando Ribeiro?
Rapporto aspettative/realtà dei fatti: Ottime, è stato un vero piacere beccarsi con tutta la combriccola della Redazione. Certo, non fosse stato per i Lordi sarebbe stato meglio, ma mica si può avere tutto dalla vita.
Concerto della giornata: MOONSPELL, sopra tutto e tutti. Ottimi anche gli HOUR OF PENANCE.

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così: Ho cominciato a leggere e frequentare il portale durante il primo anno di superiori. Prima come utente/moderatore del Forum/live-reporter occasionale e per finire – notizia fresca fresca – come redattore.
Datti un voto e dattelo bene: Un 6 ci può stare…
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: La butto lì… I concorsi e i commenti alle recensioni. O meglio, i commenti dei tanti utenti cagacazzo alle recensioni. Gente che pensa bene di arrivare e sparare sentenze a raffica, infamando il lavoro di chi per questo sito si fa un culo a capanna.

UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA
Essere riuscito a vedere al cinema “Killer Joe”, distribuito in uno sputo di copie in tutta Italia. Film della vita.

IL 2013 ALLE PORTE
Quale genere vorresti vedere crescere?
Nessuno in particolare, ciò che ascolto (tra alti e bassi) se la passa piuttosto bene.
I dischi attesi:
ULCERATE, ALTAR OF PLAGUES, CRIPPLE BASTARDS, LVCIFYRE, GORGUTS… I primi che mi vengono in mente, ma la lista è ancora lunga. Si prospetta un’annata spettacolare.
Altro in cui sperare:
Il prossimo film di Nicolas Winding Refn, “Only God Forgives”… Dopo “Drive” le aspettative sono altissime.
Non mi dispiacerebbe andare al Kill-Town Death Fest, staremo a vedere.

THOMAS CIAPPONI

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname: Passiamo alla prossima.
Data di nascita: 13 luglio 1989
Ubicazione: Dubino, provincia di Sondrio, immortale Valtellina.
Generi apprezzati: Sludge, hardcore, qualsiasicosapossadefinirsipost, stoner, black, grindcore, industrial, shoegaze, doom e qualsiasi cosa che mi faccia prendere bene.
Generi trattati: Vedasi a grandi linee quello che c’è scritto sopra, salvo qualche porcheria deathcore o metalcore che mi rifilano quando non sanno a chi darla.
Mansione svolta all’interno della Redazione: Semplice redattore e reporter di band clamorosamente scarse che nessuno vuole smazzarsi.

IL TOP 2012
01. CONVERGE – “All We Love We Leave Behind” (Epitaph)
02. DEAD CAN DANCE – “Anastasis” (4AD)
03. CATTLE DECAPITATION – “Monolith Of Inhumanity” (Metal Blade)
04. NAPALM DEATH – “Utilitarian” (Century Media)
05. GODSPEED YOU! BLACK EMPEROR – “Allelujah! Don’t Bend! Ascend!” (Constellation)
06. GAZA – “No Absolutes In Human Suffering” (Black Market)
07. AHAB – “The Giant” (Napalm Records)
07. KUBARK – “Ulysses” (Autoprodotto)
08. DOWNFALL OF GAIA – “Suffocating In The Swarm Of Cranes” (Metal Blade)
09. SUN KIL MOON – “Among The Leaves” (Caldo Verde)
10. THE SECRET – “Agnus Dei” (Southern Lord)

L’album di riserva: Causa tempistiche non sono ancora riuscito ad ascoltare il nuovo album degli AMENRA e il debutto dei CODE ORANGE KIDS. Già ascoltati, direi “Samaroid Dioramas” degli amici SUNPOCRISY e “Dead End Kings” dei KATATONIA.
Il concerto migliore: Mi sono divertito molto con i CATTLE DECAPITATION al Summer Breeze e con gli AGALLOCH a Pavia.
La produzione migliore: Produzione di carne di bovino.
Label discografica dell’anno: Deathwish.
Band rivelazione: OBSCURE SPHINX, BEYOND TERROR BEYOND GRACE e DOWNFALL OF GAIA
Band italiana: KUBARK, SUNPOCRISY, L’ALBA DI MORRIGAN, WHALES AND AURORA.
Il genere che ti ha più soddisfatto: Nessuno. Non seguo i generi.

LE PERSONALISSIME TRINITA’
Tratteggiati con tre canzoni per te significative:
1. SUN KIL MOON – “Young Love”
2. NAPALM DEATH – “The Wolf I Feed”
3. THE HOBBIT – “Over The Misty Mountains Cold” (dal trailer del film)
Tre artwork significativi:
1. NAPALM DEATH – “Utilitarian”, un ennesimo spettacolare manifesto ideologista per questa storica band
2. LENTO – “Anxiety Despair Languish”, la voglia di distacco, di guardare avanti tornando nel passato
3 .GODSPEED YOU! BLACK EMPEROR – “Allelujah! Don’t Bend! Ascend!”, desolazione, speranza
Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno:
CATTLE DECAPITATION, per aver prodotto un disco estremo come non lo si sentiva da tempo e per essersi presi pure la briga di semi-reinventarsi un genere; KUBARK, per un EP fresco e maturo; OBSCURE SPHINX, per essersi presentati al pubblico europeo con una grande personalità e con una formula veramente divertente e originale.
Tre musicisti a caso:
Justin Broadrick, Don Anderson, Jacob Bennon
Tre parole a caso sulla supercazzola dei Black Sabbath al Godz: Ci ho goduto per tutti quelli che hanno preso il pit-ticket.
Tre delusioni a caso: L’ultimo album dei BARONESS; i KATATONIA al Summer Breeze; e non poter essere andato al Metalitalia.com Festival.

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: Caino presente! La macchina mi ha abbandonato pochi giorni prima, in compenso mi hanno raggiunto bestemmie e rosicate.
La prima impressione che ti viene in mente: Non lo so, ma di certo è un segnale importante da parte di questo gruppo di persone. Un’iniziativa da supportare a prescindere.
Rapporto aspettative/realtà dei fatti: Da quello che ho potuto capire si sono raggiunti livelli di affluenza ben oltre le aspettative. Tante belle cose.
Concerto della giornata: Dalla regia mi dicono MOONSPELL.

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così: Estate del 2011. Su Facebook lecco il culo a Marco Gallarati che, credulone, mi raccomanda a Luca Pessina, il quale alla disperata ricerca di un redattore al quale smazzare album che non si vuole fare nessuno non ci pensa due volte prima di prendermi. Siamo una grande famiglia (ci ho visto lungo… -_- , ndMarco).
Datti un voto e dattelo bene: Mi do un 6. Il tempo è sempre tiranno e sicuramente potrei fare di più. Inoltre ho sparato cagate pazzesche, compensate da recensioni che (credo) mi siano uscite piuttosto bene. Sempre meglio puntare in alto.
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: I commentatori spacconi, arroganti e totalmente privi di qualsiasi forma di educazione. Qui c’è gente che si fa veramente il culo per questo portale, un lavoro che spesso e volentieri viene mancato di rispetto nel giro di poche righe dal primo coglione che passa. E’ veramente demoralizzante. Toglierei ogni tipo di concorso e la galleria fotografica. Fosse per me, recensioni, live report, al massimo qualche speciale e poi tutti a casa a bere Braulio. Tutto il resto è ok.

UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA
Summer Breeze. Io che tento di instaurare dialoghi extralinguistici con i crucchi che mi si presentano belli tonici e carichi per una piacevole chiacchierata. Si ride, si scherza, ci si offre da bere, ci si scambia pareri sulle band. Poi arriva la loro fatidica domanda: “Where do you come from?”. Espressione facciale completamente cambiata al solo udire la risposta, un probabile insulto in tedesco, frasi dal significato molto chiaro del tipo “This is not cool”, più un misero saluto e la gente con la quale stavo facendo baldoria sparisce. Manco fossi un lebbroso.
Extramusicale mi viene in mente solo una chicca recente. Dialogo tra me e una cliente nel centro commerciale dove lavoro: -”Devo spostarmi?” -”Forse ci passo signora, aspetti”. Segue un momento di disinteresse totale da parte della sciura, tutta intenta a spulciare tra la cesta delle calze in offerta. -“Signora non ci passo, può spostarsi per cortesia?” Stizzita -”Ma lei prima ha detto che ci passava” – “E sticazzi! Allora stia lì che le trancio una gamba”.

IL 2013 ALLE PORTE
Quale genere vorresti vedere crescere? Nessuno. Meno un genere è conosciuto e meglio è.
I dischi attesi: Solitamente non attendo nessuno disco. Non mi piace crearmi aspettative su un prodotto che inizio ad ascoltare partendo in qualche modo prevenuto, il rischio di delusione è altissimo. Se proprio devo fare dei nomi: CULT OF LUNA, TOOL, ALTAR OF PLAGUES, LONG DISTANCE CALLING, FEN, GODFLESH e LIGHT BEARER.
Altro in cui sperare: Da NON sperare dico qualsiasi tipo di reunion. Da sperare, un buon bill al Summer Breeze, un concerto della madonna da parte dei DEAD CAN DANCE a giugno, potermi fare la maratona GODFLESH, AMENRA, CULT OF LUNA, AGALLOCH questa primavera. Spero in un tour dei Sun Kil Moon che passi qui in Italia. Extramusicale, una chiusura coi controcoglioni della terza serie di The Walking Dead e una buona terza stagione di Game Of Thrones. Spero che le uscite al cinema si riportino su livelli accettabili. Spero tanta salute, di poter andare ad un’ipotetica nuove edizione del Metalitalia.com Festival e di conoscere altri colleghi. Spero che quel porco di George Martin si svegli a finire la saga delle Cronache.

LUCA FILISETTI

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname: Filo. Sul Forum Lucafilo
Data di nascita: 29 aprile 1975
Ubicazione: Crema (CR)
Generi apprezzati: Tutti, se la musica è buona.
Generi trattati: molti, ma prevalentemente doom, death e derivati vari.
Mansione svolta all’interno della Redazione: redattore e smazzatore di demo.

IL TOP 2012
I 10 album migliori:
01. KAYO DOT – “Gamma Knife” (Autoproduzione)
02. UFOMAMMUT – “Oro: Opus Alter” (Neurot)
03. EVOKEN – “Atra Mors” (Profound Lore)
04. EHNAHRE – “Old Earth” (Crucial Blast)
05. CATTLE DECAPITATION – “Monolith Of Inhumanity” (Metal Blade)
06. SPACCAMOMBU – “In The Kennel – Volume II” (Goat Man)
07. GRAVEYARD – “Lights Out” (Nuclear Blast)
08. UFOMAMMUT – “Oro: Opus Primum” (Neurot)
09. THE SECRET – “Agnus Dei” (Southern Lord)
10. NEUROSIS – “Honor Found In Decay” (Neurot)

L’album di riserva: BELL WITCH – “Longing”
Il concerto migliore: LESBIAN @ LoFi – Milano
La produzione migliore: CATTLE DECAPITATION – “Monolith Of Inhumanity”
Label discografica dell’anno: La Neurot piazza tre colpi nella mia top ten. A ruota dico Profound Lore.
Band rivelazione: Rivelazioni vere e proprie no, ma ad esempio non mi aspettavo una qualità talmente alta dagli EHNANRE e dai THE SECRET.
Band italiana: UFOMAMMUT
Il genere che ti ha più soddisfatto: il post-doom

LE PERSONALISSIME TRINITA’
Tratteggiati con tre canzoni per te significative:
solo brani del 2012
1. UFOMAMMUT – “Oroborus”
2. CATTLE DECAPITATION – “Your Disposal”
3. HALESTORM – “Love Bites”
Tre artwork significativi:
solo artwork del 2012
1. CATTLE DECAPITATION – “Monolith Of Inhumanity”
2. NEUROSIS – “Honor Found In Decay”
3. CROWNED IN EARTH – “A Vortex Of Earthly Chimes”
Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno: UFOMAMMUT per avere prodotto due dischi di livello altissimo; KAYO DOT che perseverano nella loro ricerca sonora; FISHBONE che dal vivo dopo trent’anni di carriera insegnano a tutti carisma ed umiltà.
Tre musicisti a caso: Toby Driver, Steve Von Till, Luca T. Mai
Tre parole a caso sulla “supercazzola” dei Black Sabbath al Godz: all about money
Tre delusioni a caso: l’ultimo GODSPEED YOU! BLACK EMPEROR, la non uscita del nuovo GORGUTS, le dieci persone presenti al live dei LESBIAN.

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: C’ero.
La prima impressione che ti viene in mente: Bei ricordi, bella giornata, bella faticata!
Rapporto aspettative/realtà dei fatti: Considerando che era la prima volta che si organizzava un evento del genere, il rapporto è buono. Certo, abbiamo commesso errori dovuti all’inesperienza ma che serviranno a rendere le prossime edizioni ancora migliori.
Concerto della giornata: MOONSPELL.

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così: Venivo da precedenti esperienze e mi sarebbe piaciuto mettermi alla prova con quella che da sempre consideravo (e considero tuttora) la migliore realtà italiana che tratta di metal. Era l’aprile 2005.
Datti un voto e dattelo bene: Quest’anno? Ho avuto troppi problemi. Mi dò un sei politico per placare la mia autostima.
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: le gallerie fotografiche. Non è che mi facciano cagare, ma siccome ho un PC che va a carbone non riesco mai a guardarle perché mi si inchioda tutto. Chi se ne intende più di me però dice che le foto sono di primissima qualità, quindi alla fine è giusto che ci siano.

UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA
Un membro imprecisato della crew dei MOONSPELL che – mentre lo riaccompagnavo in un albergo a Milano dopo il Metalitalia.com Festival – voleva fermarsi a puttane in Certosa! (hai vinto, Luca!, ndR)

IL 2013 ALLE PORTE:
Quale genere vorresti vedere crescere? Al solito mi piacerebbe che ci fossero più band con personalità, capaci di spostare i confini dei vari generi ancora più in là. La cosa é sempre più difficile ogni anno che passa. Mi piacerebbe che qualcuno eliminasse la chitarra per dare spazio all’elettronica, ad esempio. Eresia?
I dischi attesi: PORTAL, VOIVOD, SUNN O))), GORGUTS e mille altri.
Altro in cui sperare: Riuscire a vedere dal vivo alcune band che per un motivo o per un altro non sono ancora riuscito a vedere.

LUCA GALVAGNI

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname: Non mi piacciono particolarmente
Data di nascita: 15/05/1979
Ubicazione: Bellusco (MB)
Generi apprezzati: Mi piace di tutto, da Celentano a Battisti fino ai generi metal più estremi.
Generi trattati: power, heavy, hard rock, progressive, thrash
Mansione svolta all’interno della Redazione: news, recensioni, interviste

IL TOP 2012
I 10 album migliori:
RIVAL SONS – “Head Down” (Earache)
ELVENKING – “Era” (AFM)
TESTAMENT – “Dark Roots Of Heart” (Nuclear Blast)
LUCA TURILLI’S RHAPSODY – “Ascending To Infinity” (Nuclear Blast)
ACCEPT – “Stalingrad” (Nuclear Blast)
OVERKILL – “The Electric Age” (Nuclear Blast)
THE FLOWER KINGS – “Bank Of Eden” (InsideOut)
MERCURY TIDE – “Killing Saw” (Limited Access)
GOJIRA – “L’Enfant Sauvage” (Roadrunner)
VISION DIVINE – “Destination Set To Nowhere” (earMusic)

L’album di riserva: DESTRUCTION – “Spiritual Genocide” (Nuclear Blast)
Solo perchè ho avuto ancora poco tempo per ascoltarlo…
Il concerto migliore: Stendiamo un velo pietoso…chi ha tempo di andare a vederne uno?
La produzione migliore: Al momento non saprei quale scegliere
Label discografica dell’anno: Nuclear Blast
Band rivelazione: VEXILLUM
Band italiana: sono un fan della scena nostrana. Quest’anno dico VISION DIVINE
Il genere che ti ha più soddisfatto: nessun genere in particolare; adorando tantissimi generi trovo tanta roba che mi piace

LE PERSONALISSIME TRINITA’
QUEEN – “Queen II”
IRON MAIDEN – “Iron Maiden”
SAVATAGE – “Gutter Bullet”
Tratteggiati con tre canzoni per te significative:
QUEEN – “Flick Of The Wrist”
METALLICA – “The Four Horsemen”
THE BEATLES – “I Am The Walrus”
Tre artwork significativi: non pervenuti
Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno: GOJIRA, RUSH, TESTAMENT
Tre musicisti a caso: Freddie Mercury, John Lennon, Jon Oliva
Tre parole a caso sulla ‘supercazzola’ dei Black Sabbath al Godz: non pervenute
Tre delusioni a caso: non pervenute

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: No, non c’ero purtroppo.
La prima impressione che ti viene in mente: Pare sia andata bene e ciò mi fa molto piacere.
Rapporto aspettative/realtà dei fatti:
Concerto della giornata: –

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così: Era il 2003 e, come molti, lo leggevo.
Datti un voto e dattelo bene: Non mi piace darmi voti; faccio quello che riesco e cerco di farlo bene, come tutto ciò che mi prendo in carico.
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: per me è ok così.

IL 2013 ALLE PORTE
Quale genere vorresti vedere crescere? Nessuno in particolare; vorrei tornassero i nostrani Domine con un nuovo disco.
I dischi attesi: spero nella miglior musica possibile dal maggior numero di band che mi capiterà di ascoltare
Altro in cui sperare: spero che i miei figli possano trascorrere un anno sereno con mamma e papà in forza e in salute. Mi auguro anche che le persone in difficoltà per questa crisi economica inizino a vedere un po’ di luce.

DAVIDE ROMAGNOLI

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname:
Data di nascita: Ottotreottantotto.
Ubicazione: provincia di Milano.
Generi apprezzati: Grunge e post-grunge, Industrial, Dark Wave, Post (punk, rock, metal e quant’altro), Stoner, Indie, BritPop, Cantautoriale, Punk, Shoegaze, Elettronica, Ambient, Noise.
Generi trattati: Stoner, Alternative, Nu, Math-Core, Metalcore, Hard Rock.
Mansione svolta all’interno della Redazione: redattore.

IL TOP 2012
I 10 album migliori:
MARK LANEGAN BAND – “Blues Funeral” (4AD)
THE CHARIOT – “One Wing” (Good Fight / Season of Mist)
RIVAL SONS – “Head Down” (Earache)
LINKIN PARK – “Living Things” (Warner Bros Records)
DEFTONES – “Koi No Yokan” (Reprise)
ENTER SHIKARI – “A Flash Flood Of Colours” (Ambush Reality)
BARONESS – “Yellow and Green” (Relapse)
CONVERGE – “All We Love We Leave Behind” (Epitaph)
MOTIONLESS IN WHITE – “Infamous” (Fearless)
TAME IMPALA – “Lonerism” (Modular Recordings)
L’album di riserva: SHINEDOWN – “Amaryllis” (Roadrunner)
Il concerto migliore: difficilissimo. Forse THE CURE @ Pinkpop Festival 2012, Ladgraaf, NE
però anche ROB ZOMBIE @ O2 Arena, London
La produzione migliore: BONAPARTE – Tour 2012
Label discografica dell’anno: Scarlet Records
Band rivelazione: TAME IMPALA
Band italiana: qui si rischia di essere troppo di parte. Forse Ufomammut dai.
Il genere che ti ha più soddisfatto: alternative/indie/electro/post-grunge/metalcore

LE PERSONALISSIME TRINITA’
Tratteggiati con tre canzoni per te significative:
“Hurt” – NIN
“Stones From The Sky” – NEUROSIS
“Atmosphere” – JOY DIVISION
Tre artwork significativi:
“The Downward Spiral” – NIN
“10000 Days” – TOOL
“The Vertigo Of Bliss”- BIFFY CLYRO
Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno: Pulled Apart By Horses, Tame Impala, The Cure
Tre musicisti a caso: Trent Reznor, Nick Cave, Robert Smith
Tre parole a caso sulla “supercazzola” dei Black Sabbath al Godz: Li ho visti al Download Festival. Al Gods ho visto uno show diverso. Quindi meglio (3 frasi, sorry).
Tre delusioni a caso: Biagio Antonacci in vetta alle classifiche. Il terzo Dark Knight di Nolan. L’Italia.

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: non facevo ancora parte del team di Metalitalia. Sorry.

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così: Io ed Alessandro (Corno) al concerto degli Hardcore Superstar nel bergamasco.
Datti un voto e dattelo bene: 6,5. Neofita del sito e dei suoi meccanismi.
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: i paraocchi. O meglio, i paraorecchi.

UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA
Green Day che suonano alle dieci e mezza di mattina un secret show in un tendone al Reading Festival.

IL 2013 ALLE PORTE:
Quale genere vorresti vedere crescere? Basta che ci sia qualcosa di fatto bene (scusate la risposta facile)
I dischi attesi: BIFFY CLYRO – “Opposites”; ALICE IN CHAINS – “tba”; PEARL JAM – “tba”; NICK CAVE AND THE BAD SEEDS – “Push The Sky Away”.
Altro in cui sperare: donne, lavoro, salute. Troppo facile? Mettiamo anche qualche concerto (giusto pochi) di reunion dei Nine Inch Nails. Ma forse anche no.

CLAUDIO GIULIANI

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname: niente di ciò
Data di nascita: 31-10-1976
Ubicazione: Roma Urbe
Generi apprezzati: hard rock, grindcore, thrash e death metal con punte di black metal d’antan
Generi trattati: thrash, death e, talvolta, black metal
Mansione svolta all’interno della Redazione: reportage, recensioni e talvolta scelgo istantanee

IL TOP 2012
I 10 album migliori:
RIVAL SONS – “Head Down” (Earache)
TESTAMENT – “Dark Roots Of Heart” (Nuclear Blast)
OVERKILL – “The Electric Age” (Nuclear Blast)
GOJIRA – “L’Enfant Sauvage” (Roadrunner)
NAPALM DEATH – “Utilitarian” (Century Media)
CANNIBAL CORPSE – “Torture” (Metal Blade)
CANDLEMASS – “Psalm For The Dead” (Nuclear Blast)
BETWEEN THE BURIED AND ME – “Parallax II: The Future Sequence” (Metal Blade)
ENSLAVED – “Riitiir” (Nuclear Blast)
DESTRUCTION – “Spiritual Genocide” (Nuclear Blast)

L’album di riserva:
CATTLE DECAPITATION – “Monolith Of Inhumanity”, ma anche WITCHCRAFT – “Legend” e SIX FEET UNDER – “Undead”
Il concerto migliore: Red Fang + Black Tusk a Roma (ma anche Rotten Sound sempre a Roma)
La produzione migliore: Testament, ma anche Destruction nel thrash, Gojira e Rival Sons anche.
Label discografica dell’anno: guardando la mia Top 10 direi Nuclear Blast.
Band rivelazione: i THE FOREST RANGERS, capaci di creare atmosfere scenografiche e di plasmarsi all’interno della fiction (SAMCRO) diventandone organo vitale
Band italiana: Nero Di Marte per l’innovazione, ma poi Hour Of Penance e Hideous Divinity: solide realtà death metal senza complessi di inferiorità
Il genere che ti ha più soddisfatto: quest’anno il thrash: Overkill + Testament + Destruction

LE PERSONALISSIME TRINITA’
Tratteggiati con tre canzoni per te significative:
GOJIRA – “Planned Obsolescence”
ROTTEN SOUND – “Self”
CURTIS STIGERS & THE FOREST RANGERS – “This Life” (Songs Of Anarchy)
Tre artwork significativi: DESTRUCTION – “Spiritual Genocide”, NAPALM DEATH – “Utilitarian”, GOJIRA – “L’Enfant Sauvage”: la mente al centro di tutto.
Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno:
BLACK TUSK: tre su un palco ma sembravano trenta per un casino puro e ambientazione metal allo stato primordiale; RED FANG: su disco non rendono l’idea di quanto possano essere coinvolgenti dal vivo; DESTRUCTION: capaci di fare un disco thrash bello dopo almeno dieci anni, per me.
Tre musicisti a caso: adoro quelli dei Red Fang specie quando girano i video, pura genialità.
Tre parole a caso sulla ‘supercazzola’ dei Black Sabbath al Godz: non c’ero e francamente io amo i Sabbath con Dio alla voce.
Tre delusioni a caso: i gonzi italiani che si disinteressano della politica e passano da un comico all’altro; leggere ancora i commenti stupidi su Metalitalia.com in difesa di gruppi e fazioni dal sapore adolescenziale, roba da stadio di calcio; qualche serie tv di cui si sperava bene (Last Resort, ma Revolution soprattutto)

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: non mi piaceva la bill quindi ho boicottato :)
La prima impressione che ti viene in mente: professionalità
Rapporto aspettative/realtà dei fatti: credo buono
Concerto della giornata: che dire? mi sarei goduto gli Hour Of Penance!

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così: 6 anni fa, reportage dell’Inferno Festival di Oslo
Datti un voto e dattelo bene: mi do 7, se non altro perché non stresso Dave con domande informatiche :)
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: niente, melius abundare quam deficere

UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA
Mi vengono in mente quelli del geometra Falsini, ma sarebbe una storia molto lunga da raccontare e intrisa di gergalità romane come “finire a bottega” (andare in galera) e andare dove “stanno l’alberi pizzuti” (al Verano, cimitero di Roma).

IL 2013 ALLE PORTE
Quale genere vorresti vedere crescere? la crescita e decrescita dei generi è un’ondata sinusoidale, pertanto non mi interessa più di tanto; vorrei però che i gruppi che spediscono le demo da recensire almeno corredino la loro musica con uno straccio di biografia. All’estero lo fanno da anni.
I dischi attesi: vorrei ascoltare qualche bel disco di death metal; intanto l’EP dei Rotten Sound, gli eredi dei primi Napalm Death
Altro in cui sperare: spero che Roger Federer continui a mostrare come si gioca il bel tennis; spero che Sons Of Anarchy viva in eterno (ma so che non sarà così); spero di avere più tempo in generale.

MARCO GALLARATI

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname: Galla (il favorito di grandi e piccini, compresi ‘colleghi del lavoro vero’ e genitori); ApocalypticHybrid (quando ancora bazzicavo nel Forum…); ArterioscleroticHybrid (per la felicità della nostra draconiana Prùfrider); Gallaratio, Gallitio, Galliplex, Gallipoli, Gallus, Gallix, Gallàs e innumerevoli varianti a piacere.
Data di nascita: 08/04/1976, Ariete ascendente Pirla; oroscopo cinese (Colpo Segreto del) Drago Nascente; personalità karmica (cazz’è?!): Misantropo Alieno Ascensionista
Ubicazione: di notte la ciclopica R’lyeh, di giorno l’urticante Cologno Monzese, popolata da genti dagli strani colori e favelle
Generi apprezzati: solita solfa: apprezzo un po’ di tutto, escluso il glam-sleaze-hardrock, il powerozzo-Nintendo e qualsiasi cosa troppo allegra o smoderatamente frocia. Insomma, lento, violento e in growl è meglio!
Generi trattati: Idem come sopra. Da quando sono qui dentro (quasi 10 anni), credo di aver rifiutato non più di cinque dischi ed esclusivamente per ragioni di tempo e non per timore di cimentarmi su di un genere. Ultimamente noto un giustificato aumento, ai miei danni, di dischi doom-death metal dall’immane durata.
Mansione svolta all’interno della Redazione: Redattore sui generis, specializzato in introduzioni e inseguimento redattori durante i report in diretta; Gestore Agenda Concerti; Gestore rubrica I Bellissimi; Precisino; Rompiballe; Membro del Club dei Bestemmiatori Creativi; Reincarnazione del Ragionier Filini.

IL TOP 2012
I 10 album migliori:
I primi 3 in ordine, poi il resto è sparso:
1° – SUNPOCRISY – “Samaroid Dioramas” (autoproduzione)
2° – AHAB – “The Giant” (Napalm)
3° – MESHUGGAH – “Koloss” (Nuclear Blast)
KATATONIA – “Dead End Kings” (Peaceville)
MY DYING BRIDE – “A Map Of All Our Failures” (Peaceville)
ANATHEMA – “Weather Systems” (Kscope)
GOJIRA – “L’Enfant Sauvage” (Roadrunner)
WAKE ARKANE – “The Black Season” (autoproduzione)
ETERNAL DEFORMITY – “The Beauty Of Chaos” (Code666)
DEVIN TOWNSEND PROJECT – “Epicloud” (Inside Out)
L’album di riserva: PARADISE LOST – “Tragic Idol” (Century Media); ABSTRACTER – “Womb Of Feathers” (The Path Less Traveled); HAARP – “Husks” (Housecore)
Il concerto migliore: Avevo intenzione di fare la solita sfilza di concerti paradisiaci, vista la mole di eventi visionati quest’anno, ma invece, nel momento in cui scrivo, ho solamente occhi e orecchie pieni di due band e dei loro incredibili spettacoli:
MESHUGGAH – 5 dicembre – Alcatraz – Milano
MY DYING BRIDE – 12 dicembre – Magazzini Generali – Milano
Classe pura.
La produzione migliore: tra le autoproduzioni mi piace citare SUNPOCRISY, perchè è un lavoro egregio; tra i budget elevati…be’, “Koloss” dei MESHUGGAH spacca abbestia!
Label discografica dell’anno: Bakerteam Records è stata una piacevole sorpresa italiana; fra le classiche Peaceville Records e Season Of Mist conservano tutta la mia stima, così come la nostra Code666.
Band rivelazione: SUNPOCRISY, WAKE ARKANE, ABSTRACTER (ok, tutti gruppi di amici e/o conoscenti, ma tutti gruppi incredibilmente validi!), GORAN D. SANCHEZ, OBSCURE SPHINX (grande scoperta al Summer Breeze)
Band italiana: SUNPOCRISY, WAKE ARKANE, GORAN D. SANCHEZ
Il genere che ti ha più soddisfatto: non saprei…quest’anno sono usciti molti dischi di band a me care in ambito doom-death-gothic metal, quindi direi questo genere. Ma tendo ad essere poliritmico.

LE PERSONALISSIME TRINITA’
Tratteggiati con tre canzoni per te significative:
1. “The Cry Of Mankind” – MY DYING BRIDE
2. “Insanity’s Crescendo” – DARK TRANQUILLITY
3. “Floating Magenta” – SOLEFALD
Tre artwork significativi:
1. I disegni di Sara per il progetto Occhi Di Bragia, per forza;
2. “Novembrine Waltz” – NOVEMBRE, per la mia parte spiritual-romantica (eh?!);
3. “Koloss” – MESHUGGAH, per la mia parte razional-scientifica (ah, ecco!)
Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno:
1. SUNPOCRISY (aridajje!)
2. MESHUGGAH
3. GORAN D. SANCHEZ (dal vivo sono dei mostri!)
Tre musicisti a caso:
1. KARYN CRISIS
2. VINCENT CAVANAGH
3. AARON STAINTHORPE
Tre parole a caso sulla supercazzola dei Black Sabbath al Godz:
1. SCAPPELLAMENTO
2. A
3. DESTRA?
Tre delusioni a caso:
Ci terrei a sottolineare, fuori dal contesto musicale, l’oltraggiosa ipocrisia della consegna del Premio Nobel per la Pace all’Unione Europea. E la morte di Germano Mosconi.
Mentre, rimanendo in tema musicale:
1. La mancata realizzazione, per rifiuto ragionato e condivisibile della prevista protagonista, di uno speciale sui Crisis e su Karyn Crisis;
2. FEAR FACTORY – “The Industrialist”
3. LORDI

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: C’ero prima, c’ero durante e dovevo esserci anche dopo, ma per fortuna mi sono ammalato…evitando così la sbattona del giorno dopo fino a Malpensa con tipo 90 minuti di sonno sulle spalle (un grazie enorme a chi mi ha sostituito!).
La prima impressione che ti viene in mente: Un’ammazzata di soddisfazione e stress, ma c’è chi tra di noi sicuramente ha sopportato di peggio in merito. A conti fatti, un nuovo, incredibile step raggiunto nella crescita del portale.
Rapporto aspettative/realtà dei fatti: Lordi da…uhm…rivalutare in negativo sotto ogni aspetto; gran risposta di pubblico e feedback positivo; il resto è da migliorare nelle prossime edizioni: sbagliando s’impara.
Concerto della giornata: Pochi cazzi sui Moonspell, grandi Hour Of Penance e Destrage, buoni gli altri tranne qualche classicata evitabile.

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così: novembre 2002, amaro periodo della mia grama esistenza: ApocalypticHybrid (io) conosce SpectralSorrow (Luca Pessina) in una chat di un portallus concorrente; si fa un po’ amicizia, fra l’altro all’epoca abitavamo pure a 300 metri di distanza, senza mai esserci visti; faccio sapere che mi piacerebbe provare a scrivere di musica; mi viene offerta una prova; rifiuto perchè ‘non ci sto con la testa’; ricontatto Spectral nel marzo 2003; mi offro io perché ‘ora con la testa ci sto’; mando le recensioni di prova; PRESO!
E son trascorsi 10 anni…
Datti un voto e dattelo bene: Quest’anno 7, per il decennio 10 e vaffanculo alla modestia.
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: dopo anni di rifiuti, veti e porte in faccia alla massa, abbiamo aperto i commenti agli articoli più importanti del sito, recensioni, interviste e report: ebbene, ri(n)chiudiamoli subito! Per le adunate di australopitechi bastano già i commenti alle news…
Poi tenderei ad evidenziare maggiormente il carattere giornalistico ed enciclopedico del portale, lasciando da parte le ‘iniziative benefiche’ e alcune news troppo da Studio Aperto che mi fanno davvero cascare i coglioni. Il pubblico va educato, non lasciato libero di pascolare sulle proprie terre, soprattutto quando lo può fare gratis.

UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA
Ce ne sono alcuni che gradirei sottolineare, per un anno senza andare a pescare la situazione comica e/o imbarazzante di turno:
– la nascita del combo grafico-letterario underground Occhi Di Bragia, un progetto nato da una scoperta e che prosegue quasi senza sosta da un bel po’ di mesi;
– il fatto di aver intervistato DAL VIVO, tutti in questo anno, i 3 gruppi della Triade inglese, ANATHEMA (Vinnie), MY DYING BRIDE (Aaron e Lena) e PARADISE LOST (Aaron), band fra le più importanti per la mia crescita musicale e umana;
– la notizia che i SOLEFALD suoneranno date live nel 2013;
– l’aver visto le mie solite due volte al cinema uno dei film più belli in assoluto di cui abbia ricordo, Quasi Amici;
– l’aver fatto un Summer Breeze in albergo e non in tenda.

IL 2013 ALLE PORTE
Quale genere vorresti vedere crescere? Non saprei: death, doom, post, avantgarde e commistioni varie sono sempre forieri di qualche bella uscita innovativa, quindi spero semplicemente che si mantengano sugli alti livelli degli ultimi anni. Poi vorrei che crescesse il genere grafico-letterario, di cui sono esponenti sublimi e primerrimi gli Occhi Di Bragia… -_-
I dischi attesi: Solitamente mi ricordo che deve uscire un disco quando si attivano i canali promozionali, ovvero un paio di mesi prima dell’uscita nei negozi; attualmente, quindi, ho in mente il nuovo ROTTING CHRIST, curiosità per il nuovo HATEBREED (dopo la mezzacacata del precedente), per il nuovo HYPOCRISY e, dato che stanno registrando ora, il nuovo HEAVEN SHALL BURN. Altro adesso non mi viene…ah be’ sì, i CARCASS! L’attesa/desiderio più spasmodico in assoluto è comunque quello di vedere i SOLEFALD dal vivo il 13 aprile a Travagliato, visto che tornano a suonare live dopo 15 anni! E’ già conto alla rovescia!
Altro in cui sperare: In un anno piuttosto incasinato sotto diversi aspetti della mia (grama, come sopra) esistenza, spero che l’andazzo del post-estate si possa riconfermare in toto nel 2013…progetti artistici, nuovi sentimenti e soddisfazioni personali compresi. Sempre che ci si arrivi, in questo benedetto nuovo anno, maremma Mayala!
(ovviamente, siccome con la Poll arriviamo sempre lunghi e in ritardo, quando la vedrete pubblicata o gli alieni ci hanno portati tutti su Proxima Centauri o siamo ancora vivi; comunque sia, la chiusura di Poll qui sopra sarà per forza anacronistica. Gazzo!)

GENNARO DILEO

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname: Jen
Data di nascita: 17 luglio 1981, Cancro ascendente Vergine
Ubicazione: Milano
Generi apprezzati: AOR, hard rock, progressive rock, thrash metal, death metal, industrial metal, grind evoluto e… pop anni ’80
Generi trattati: hard rock a tutto tondo e all’occorrenza thrash, prog e alternative
Mansione svolta all’interno della Redazione: Fancazzista e capro espiatorio (preciso, ndMarco)

IL TOP 2012
I 10 album migliori:
01. RUSH – “Clockwork Angels” (Roadrunner Records)
02. DEAD CAN DANCE – “Anastasis” (4AD)
03. MARILLION – “Sounds That Can’t Be Made” (earMusic)
04. THE CULT – “Choice Of Weapon” (Cooking Vinyl)
05. MINISTRY – “Relapse” (AFM)
06. WAKE ARKANE – “The Black Season” (Autoproduzione)
07. GOLDEN SEXTION – “The Silicon Age” ((logic(il)logic))
08. THE DEVIL’S BLOOD – “The Thousandfold Epicentre” (Van Records)
09. KILLING JOKE – “MMXII” (Spinefarm)
10. DOBERMANN – “Dobermann” (Autoproduzione)

L’album di riserva: KISSIN’ DYNAMITE – “Money, Sex, Power” (AFM)
Il concerto migliore: ALICE COOPER, 30 luglio 2012, Ippodromo di San Siro, Milano e ovviamente il FESTIVAL targato METALITALIA.COM, 5 maggio 2012, Live di Trezzo Sull’Adda.
La produzione migliore: WAKE ARKANE – “The Black Season” (Autoproduzione)… Questi ragazzi hanno svolto un lavoro egregio, valorizzato dallo zampino in fase di missaggio del maestro Dan Swanö.
Label discografica dell’anno: ((logic(il)logic))
Band rivelazione: GOLDEN SEXTION
Band italiana: WAKE ARKANE
Il genere che ti ha più soddisfatto: nessuno in particolare. Credo che il 2012 sia stato un anno migliore del precedente. Il ritorno di tre mastodonti come RUSH, DEAD CAN DANCE e MARILLION mi ha lasciato senza parole.

LE PERSONALISSIME TRINITA’
1. RUSS BALLARD – “Into The Night”
2. THE BEATLES – “Eleanor Rigby”
3. RAINBOW – “Stargazer”
Tre artwork significativi:
1. THE BEATLES – “Revolver”.
2. DEEP PURPLE – “Deep Purple”.
3. NAPALM DEATH – “Scum”.
Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno: GOLDEN SEXTION, WAKE ARKANE, DOBERMANN.
Tre musicisti a caso: Russ Ballard, Ritchie Blackmore, John Wetton
Tre parole a caso sulla “supercazzola” dei Black Sabbath al Gods: ci siete cascati.
Tre delusioni a caso: un disco come “Monster” dei KISS merita i mitici novantadue minuti di applausi; stessa cosa dicasi per “Born Villain” di Marilyn Manson; l’estremo rincaro della benzina.

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: Non potevo mancare…sono stato assediato continuamente da una marea di fan assatanate che acclamavano a gran voce il mio nome (Marco Gallarati può confermare) (manco per il cazzo! ^_^, ndMarco) (veramente l’unica vera fan assatanata sembrava per l’appunto il Gallarati, ndLoredanaMiele) (ellosapevo io, maledetti, che qualcuno faceva il furbo…, ndMarco).
La prima impressione che ti viene in mente: Una grandissima festa organizzata da un gruppo di amici, peraltro riuscita bene…
Rapporto aspettative/realtà dei fatti: La festa è riuscita oltre le più rosee previsioni, a parte qualche inghippo tutto è filato per il meglio…
Concerto della giornata: MOONSPELL.

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così: Nel lontano gennaio 2003, Metalitalia.com pubblica un annuncio nel quale cerca nuove penne fresche da portare in redazione. Ho scritto un paio di recensioni per gioco e le ho inviate al Capo Supremo e dopo qualche giorno sono entrato a far parte di questa allegra combriccola. Sono passati dieci anni e ne sono tuttora orgoglioso.
Datti un voto e dattelo bene: Non saprei… credo solo di essere l’ultimo idiota rimasto in un mondo di geni, tanto basta.
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: Il voto. Costringerebbe una parte degli utenti a leggere la recensione da cima a fondo, per analizzare e comprendere il lavoro svolto dal redattore. Dimenticavo… toglierei anche l’arroganza insita nel DNA di certi gruppi nostrani, che rifiutano a priori di accettare qualsiasi critica costruttiva e ben argomentata. Suggerisco vivamente di cambiare mestiere.

UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA
A New York ho visitato il negozio di dischi “J&R Store” e al suo gigantesco interno ho trovato una scelta pazzesca di dischi a prezzi estremamente vantaggiosi. Ma non basta: una volta completati gli acquisti, il tizio della sicurezza timbra lo scontrino e invita il pubblico pagante a bersi un caffè presso il bar dello store, ovviamente offerto dalla catena. Credo che non ci sia altro da aggiungere…

IL 2013 ALLE PORTE:
Quale genere vorresti vedere crescere? Cerco di essere realista: credo che soltanto il death metal sia un genere in grado di evolversi anno dopo anno, quasi tutto il resto è puro revival, quindi noia.
I dischi attesi: al momento solo “Target Earth” dei VOIVOD.
Altro in cui sperare: ho in ballo un paio di progetti molto importanti e spero che tutto vada per il meglio. Non ne parlo pubblicamente per scaramanzia. Chi vivrà vedrà.

PAOLO VIDMAR

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname: Cernunnos
Data di nascita: 29 agosto 1974
Ubicazione: Trieste
Generi apprezzati: black metal, viking/pagan/folk metal, extreme metal in genere
Generi trattati: quelli sopra elencati ed anche altri, dal punk all’heavy metal classico
Mansione svolta all’interno della Redazione: recensioni / interviste

IL TOP 2012
I 10 album migliori:
in ordine sparso…
01. BEHEXEN – “Nightside Emanations” (Debemur Morti)
02. ELYSIAN BLAZE – “Blood Geometry” (Osmose Productions)
03. MARDUK – “Serpent Sermon” (Century Media Records)
04. DARK END – “Grand Guignol (Book I)” (Autoproduzione)
05. UNLEASHED – “Odalheim” (Nuclear Blast)
06. STIGMHATE – “The Sun Collapse” (Bakerteam Records)
07. HEIDEVOLK – “Batavi” (Napalm Records)
08. DRUDKH – “Eternal Turn Of The Wheel” (Season Of Mist)
09. AZAGHAL – “Nemesis” (Moribund Records)
10. MELENCOLIA ESTATICA “Hel” (Temple Of Torturous)

L’album di riserva: LORD AGHEROS – “Demiurgo” (My Kingdom Music)
Il concerto migliore: ROTTING CHRIST a Lucinico (GO)
La produzione migliore: HEIDEVOLK – “Batavi”
Label discografica dell’anno: Bakerteam Records
Band rivelazione: DARK END
Band italiana: MELENCOLIA ESTATICA
Il genere che ti ha più soddisfatto: Black Metal

LE PERSONALISSIME TRINITA’
Tratteggiati con tre canzoni per te significative:
1. “A Man Of Iron” – BATHORY
2. “Tir Na N’Og” – AISLING
3. “A Caress Of Stars” – TIAMAT
Tre artwork significativi:
1. DARK END – “Grand Guignol (Book I)”
2. ELYSIAN BLAZE – “Blood Geometry”
3. tanti ad ex aequo
Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno: BEHEXEN, HEIDEVOLK, MELENCOLIA ESTATICA
Tre musicisti a caso: Sakis, Vorph, Satyr
Tre parole a caso sulla “supercazzola” dei Black Sabbath al Godz: stendiamo un velo pietoso
Tre delusioni a caso: nessuna in particolare

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: Nessuno ci credeva…ma io c’ero!
La prima impressione che ti viene in mente: Indimenticabile. Fiero e fortunato di far parte di questa Redazione!
Rapporto aspettative/realtà dei fatti: Tutto al di là di ogni più rosea aspettativa.
Concerto della giornata: Moonspell.

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così: 2002, amore a prima vista. Non per il nostro Grande Capo, che ancora oggi non si capacita di cosa ci faccia un triestino in redazione che parla e scrive in dialetto…
Datti un voto e dattelo bene: Sei meno meno, regalato (come a scuola…).
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: Tutti i “complimenti” o meglio commenti degli utenti ricevuti dal sottoscritto in dieci anni…

UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA
Il più piacevole: incontrare tutti gli amici di Metalitalia.com al nostro FESTIVAL!
Il più curioso: ho conosciuto un fratello che non sapevo di avere: Luca Filisetti!

IL 2013 ALLE PORTE: a me hanno detto che per fortuna il mondo finisce il 21 dicembre 2012…
Quale genere vorresti vedere crescere? Il pagan metal!

I dischi attesi: i DAWN, ma che fine hanno fatto?!?! (bravo Paolo, dove cazzo sono, perdio??, ndMarco)

Altro in cui sperare: Trovare qualcuno che mi venda “Legends Of Evil And Eternal Death” degli HIRILORN!!!

LOREDANA MIELE

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname: KeroppA (nei bei tempi andati), oggi Prufridèr per gli amici.
Data di nascita: 06/03/1979
Ubicazione: proveniente dalle Lande dell’Eterno Fetore, attualmente residente nella ridente Piana delle Gelide Risorgive del Nord Est.
Generi apprezzati: per quanto la musica faccia imprescindibilmente parte della mia vita, non mi è ancora stato dato di comprenderlo.
Generi trattati: tutti, in un certo senso.
Mansione svolta all’interno della Redazione: redattrice editoriale, correttrice di bozze. Ovvero dispensatrice di: tirate d’orecchie, segnalazioni di vario genere puntualmente ignorate, nonché vani tentativi di calmare il Caporedazione quando gliele fanno seriamente girare. Arrecatrice di fastidio sempre e comunque gratuito – in particolar modo, e notevole soddisfazione, a Gallarati, Dileo e Raffaldini.

IL TOP 2012
I 10 album migliori: †
L’album di riserva: †
Il concerto migliore: Steven Wilson @ Alcatraz – Milano (maggio 2012)
La produzione migliore: †
Label discografica dell’anno: †
Band rivelazione: †
Band italiana: †
Il genere che ti ha più soddisfatto: †

LE PERSONALISSIME TRINITA’
Tratteggiati con tre canzoni per te significative:
QUEENSRŸCHE – “Is There Anybody Listening?”
PORCUPINE TREE – “And The Swallows Dance Above The Sun”
CHROMA KEY – “Astronaut Down”

Tre artwork significativi:
PORCUPINE TREE – “Deadwing” (Lasse Hoile)
STEVEN WILSON – “Insurgentes” (Lasse Hoile)
PARADISE LOST – “Draconian Times” (Holly Warburton)

Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno: †

Tre musicisti a caso: Kevin Moore, Devin Townsend, Maynard Keenan

Tre parole a caso sulla supercazzola dei Black Sabbath al Godz: eh?

Tre delusioni a caso: †

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: c’ero, oh se c’ero!
La prima impressione che ti viene in mente: argh, ma… ma… siamo diventati GRANDI!
Rapporto aspettative/realtà dei fatti: è stata una festa enorme, considerato che non avevo la minima idea di quel che c’era da aspettarsi. E dopo dieci anni di onorato servizio, ho finalmente avuto la prova che il Vidmar esiste. Un peccato, quasi: prima del festival, era praticamente il più longevo amico immaginario della redazione. Ora ci toccherà trovarne un altro.
Concerto della giornata: Moonspell

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così: nel giugno 2002, con una domanda (“posso darvi una mano?”) presentata per interposta persona.
Datti un voto e dattelo bene: dopo un anno di quasi completa assenza sono tornata veramente in carreggiata solo da pochi mesi, e quest’anno nel complesso avrei voluto essere più presente. Dunque vada per un sei-sette (sufficienza abbondante solo perché nemmeno io mi aspettavo di tornare così presto, dopo tutto). Anzi no, 5 : se fossi stata più presente non avrei mancato qualche uscita per me importante. Ecco cosa succede quando una si perde dietro a frivolezze come la maternità… :-)
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: i commenti alle recensioni, per le stesse, identiche ragioni esposte da Claudio Luciani.

UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA: lo schiaffone mollato al Raffaldini al Metalitalia.com Festival, durante la correzione in tempo reale del live report. Poterli malmenare mentre scrivono? Uh, un sogno che si realizza.

IL 2013 ALLE PORTE
Quale genere vorresti vedere crescere? †

I dischi attesi: Porcupine Tree

Altro in cui sperare: che nessuno carichi mai più testi in ‘pending review’ senza aver ancora finito di rimaneggiarli, specialmente report e interviste: per le bozze non definitive c’è la categoria ‘draft’, care le mie testine a trombetta!

ANDREA RAFFALDINI

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname:
Raffo
Data di nascita: 21 ottobre 1977
Ubicazione: Mantova
Generi apprezzati: heavy metal classico, hard rock, AOR, southern rock, power, rock classico, thrash, death melodico e ora mi sto appassionando di stoner. Diciamo che sto lontano da loop, samples e roba elettronica
Generi trattati: vedi sopra.
Mansione svolta all’interno della Redazione: Redattore anziano, per età (a parte un paio di mummie addirittura più vecchie di me) e data di assunzione.

IL TOP 2012

I 10 album migliori:
In rigoroso ordine casuale:
01. RIVAL SONS – “Head Down” (Earache)
02. LED ZEPPELIN – “Celebration Day” (Rhino Records)
03. HOWLIN’ RAIN – “The Russian Wilds” (American Recordings)
04. ZZ TOP – “La Futura” (American Recordings)
05. RUSH – “Clockwork Angels” (Roadrunner)
06. ANCILLOTTI – “Down This Road Together” EP (Autoprodotto)
07. VISION DIVINE – “Destination Set To Nowhere” earMusic)
08. SECRET SPHERE – “Portrait Of A Dying Heart” (Scarlet)
09. LYNYRD SKYNYRD – “Last Of A Dying Breed” (Roadrunner)
10. UNISONIC – “Unisonic” (earMusic)

L’album di riserva: ne ho ben due: ACCEPT – “Stalingrad” (Nuclear blast) e A PERFECT DAY – “A Perfect Day” (Frontiers)

Il concerto migliore: SLASH, 23 ottobre 2012, Bologna / TENACIOUS D, 16 ottobre 2012, Milano

La produzione migliore: ADRENALINE MOB – “Omertà” (Century Media)

Label discografica dell’anno: Le italiane Scarlet e Bakerteam quest’anno hanno pubblicato grandi dischi!

Band rivelazione: RHYME

Band italiana: SECRET SPHERE

Il genere che ti ha più soddisfatto: quest’anno più che l’heeavy metal, il rock duro mi ha dato belle soddisfazioni grazie a Rival Sons, Lynyrd Skynyrd e ZZ Top.

LE PERSONALISSIME TRINITA’

Tratteggiati con tre canzoni per te significative:
1. RAINBOW – “Stargazer”
2. LED ZEPPELIN – “Rock’n’Roll”
3. JUDAS PRIEST – “The Sentinel”

Tre artwork significativi:
1. VISION DIVINE – “Destination Set To Nowhere”
2. TENACIOUS D – “Rize Of The Fenix”
3. THE DARKNESS – “Hot Cakes”

Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno: SLASH, SECRET SPHERE e THE DARKNESS

Tre musicisti a caso: Steve Harris, Jimmy Page, Roger Waters

Tre parole a caso sulla “supercazzola” dei Black Sabbath al Godz: tanto sarebbe mancato Ward, cazzo non è una reunion!! (lo so, ho sforato le tre parole)

Tre delusioni a caso: il nuovo RUNNING WILD, il nuovo MANOWAR e le nuove tasse da pagare.

METALITALIA.COM FESTIVAL

Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: C’ero, ma ad un certo orario la birra ha prevalso.

La prima impressione che ti viene in mente: serata con i contro cazzi!!! Grandissima…

Rapporto aspettative/realtà dei fatti: Lordi a parte, tutte le mie aspettative sono state superate dai fatti.

Concerto della giornata: MOONSPELL e STRANA OFFICINA.

TU E METALITALIA.COM

Una storia iniziata così: nel 2001, dopo aver interrotto la collaborazione con Metal Shock, iniziavo ad imparare i primi rudimenti informatici relativi alle chat. Installai mIRC, trovai subito il canale #metalitalia e conobbi il Grande Capo David che stava realizzando la prima versione di Metalitalia :-) Visto che avevo contatti con i distributori italiani, gli chiesi se era interessato a realizzare interviste e recensioni delle nuove uscite. David si dimostrò entusiasta…e siamo ancora qui.

Datti un voto e dattelo bene: per la bontà o meno degli articoli, lascio a chi legge giudicare il mio operato. Mi do un 6 politico perché dovrei riuscire a dedicare più tempo alla nobile causa.

Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: premesso che non cambierei proprio nulla, a voler proprio forzarmi direi che tra le news ce ne sono veramente tante di band semi-sconosciute. In mezzo a tante notizie, a volte mi capita di perdere quelle relative a formazioni più famose.

UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA
Sperduto in un’osteria di un paesino vicino alla diga del Vajont, a tarda serata dei cari amici di concerti/ritrovi/sbevazzate di Milano mi chiamano per avvisarmi che sono nei paraggi. Ci incontriamo, Clinto a fiumi e poi tutti a dormire nel nostro appartamentino! Queste sono le serate che adoro :-)

IL 2013 ALLE PORTE:

Quale genere vorresti vedere crescere? Più che un genere, io mi auguro sempre che in generale escano dei dischi di grande musica. Se poi sono di rock o heavy classico…beh, sono ancora più contento!

I dischi attesi: l’attesa più grande è per il nuovo disco dei BLACK SABBATH, spero sempre in un capolavoro degno del nome della band. Inoltre, il nuovo JUDAS PRIEST e, in ambito italiano, aspetto con ansia il ritorno dei BUD TRIBE.

Altro in cui sperare: spero in tanta buona musica, spero in qualche tassa in meno da pagare, spero di mantenere il lavoro (visti i tempi che corrono) e spero di continuare a divertirmi e ad ascoltare tanti dischi con la passione di sempre. E lunga vita a Metalitalia.com!

MATTEO CEREDA

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname: Roby, Roberto, Robinho, Teo, Teospire
Data di nascita: 11/04/80
Ubicazione: Sulbiate
Generi apprezzati: progressive, hard rock, alternative e ancora qualcosa di gothic e power
Generi trattati: principalmente prog
Mansione svolta all’interno della Redazione: redattore

IL TOP 2012
I 10 album migliori:
MARILLION – “Sounds That Can’t Be Made” (EarMusic)
THE MARS VOLTA – “Noctourniquet” (Warner)
DEFTONES – “Kai No Yokan” (Reprise)
PANIC ROOM – “Skin” (Antenna Records)
RUSH – “Clockwork Angels” (Roadrunner)
STEVE HOGARTH + RICHARD BARBIERI – “Not The Weapon But The Hand” (Kscope)
STONE SOUR – “House Of Gold & Bones Pt.I” (Roadrunner)
HOWLIN RAIN – “The Russian Wilds” (Autoprodotto)
ANATHEMA – “Weather Systems” (Kscope)
SHINEDOWN – “Amaryllis” (Roadrunner)

L’album di riserva: DEAD CAN DANCE – “Anastasis” (Pias Recordings)
Il concerto migliore: STEVEN WILSON all’Alcatraz in pole, ma anche PAIN OF SALVATION al Live e VOLBEAT a Wacken
La produzione migliore: DEFTONES e STORM CORROSION
Label discografica dell’anno: Kscope Music
Band rivelazione: tante: Howlin Rain, Panic Room e i nostri Wake Arkane
Band italiana: Wake Arkane appunto!
Il genere che ti ha più soddisfatto: Progressive

LE PERSONALISSIME TRINITA’
Tratteggiati con tre canzoni per te significative:
“Sounds That Can’t Be Made” dei Marillion
“In Absentia” dei The Mars Volta
“Romantic Dreams” dei Deftones
Tre artwork significativi:
TIAMAT – “The Scarred People”
KATATONIA – “Dead End Kings”
THE FLOWER KINGS – “Banks Of Eden”
Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno: tutte in positivo: Marillion, Rush e Dead Can Dance, tre grandi ritorni!
Tre musicisti a caso: Steven Tyler, Joe Perry e Tom Hamilton
Tre parole a caso sulla ‘supercazzola’ dei Black Sabbath al Godz: strazio, strazio e strazio
Tre delusioni a caso: il lavoro in generale, perlomeno nella prima metà dell’anno, poi musicalmente mi hanno deluso gli Shinedown dal vivo e anche dai Lordi al nostro festival mi aspettavo molto di più!

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Presente!
La prima impressione che ti viene in mente: esperienza fantastica!
Rapporto aspettative/realtà dei fatti: La bilancia pende decisamente sul fronte positivo, come detto mi aspettavo di più dagli headliner, il resto è stato perlomeno alla pari delle aspettative!
Concerto della giornata: sicuramente Moonspell

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così: Mi ha introdotto al portale Alessandro Corno, detto ‘il Bracconiere'; io scrivevo già su Holymetal e serviva una penna per coprire principalmente l’hard rock e l’heavy metal melodico!
Datti un voto e dattelo bene: Mah…quest’anno direi un bel 4,5! Prima metà ampiamente sufficiente poi il crollo per impegni e cazzi vari…
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: toglierei almeno un quarto di recensioni, vista l’inutilità di tanti dischi e band che purtroppo mina la visibilità dei meritevoli!

UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA
Ricordo al Gods, prima dei The Darkness ,che dico ai compagni di stand: “faccio un giro veloce a vedere ‘sti scoppiati e torno”. Passano la prima canzone, la seconda, la pausa perchè si fotte l’impianto, lo spettacolo riprende… Ma chi si è più mosso da sotto il palco?! Rock n’ roll ragazzi!
Poi ce ne sarebbe uno incredibile (di aneddoto) di Wacken intitolabile ‘La Porno Colazione’, ma preferisco soprassedere…

IL 2013 ALLE PORTE
Quale genere vorresti vedere crescere? Non il mio preferito! Il prog anche quest’anno ha dimostrato di avere un’ottima alternanza tra vecchi e nuove leve, non serve incrementare.
I dischi attesi: Steven Wilson solista, Riverside e la seconda parte dei Coheed And Cambria
Altro in cui sperare: Chi vive sperando… Qualcuno l’avrà già scritto, ma non ho ancora letto gli altri poll, nonostante sia uno degli ultimi.

LUCA PESSINA

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname: Lu, Bimbo (ahimè) e Pessa, ma quest’ultimo non l’ho mai amato.
Data di nascita: 01/04/1982
Ubicazione: Ultimamente tra Londra e Milano.
Generi apprezzati: Death metal, grindcore, hardcore, doom, “post”-qualcosa, thrash, gothic metal vecchia maniera, “singer/songwriter”.
Generi trattati: Qui, tutti quelli citati poc’anzi, tranne “singer/songwriter”.
Mansione svolta all’interno della Redazione: Sono quello che coordina quasi tutto l’aspetto prettamente redazionale del portale.

IL TOP 2012
I 10 album migliori:

01. EVOKEN – “Atra Mors” (Profound Lore)
02. MARDUK – “Serpent Sermon” (Century Media)
03. CATTLE DECAPITATION – “Monolith Of Inhumanity” (Metal Blade)
04. UNDERGANG – “Til Døden Os Skiller” (Xtreem Music)
05. ANTROPOFAGUS – “Architecture Of Lust” (Comatose)
06. HOUR OF PENANCE – “Sedition” (Prosthetic)
07. CONVERGE – “All We Love We Leave Behind” (Epitaph)
08. TRAGEDY – “Darker Days Ahead” (Tragedy)
09. THE FORESHADOWING – “Second World” (Cyclone Empire)
10. HOODED MENACE – “Effigies Of Evil” (Relapse)

L’album di riserva: HORRENDOUS – “The Chills” (Dark Descent)
Il concerto migliore: Metalitalia.com Festival, Boltfest, Roadburn, Maryland Deathfest, New Noise e Kill-Town Death Fest 2012.
La produzione migliore: †
Label discografica dell’anno: FDA Rekotz, Dark Descent, Profound Lore, Bakerteam.
Band rivelazione: Horrendous.
Band italiana: Cripple Bastards, Antropofagus, Hour Of Penance, The Foreshadowing, The Secret, Natron, The End Of Six Thousand Years, Wake Arkane, Arctic Plateau, L’Alba di Morrigan e tante altre.
Il genere che ti ha più soddisfatto: Death metal, come al solito.

LE PERSONALISSIME TRINITA’
Tratteggiati con tre canzoni per te significative:

CRIPPLE BASTARDS – “Misantropo A Senso Unico”
ROTTEN SOUND – “Sell Your Soul”
ENTOMBED – “Full Of Hell”

Tre artwork significativi:

PARADISE LOST – “Gothic”
ENTOMBED – “Left Hand Path”
AT THE GATES – “Gardens Of Grief”

Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno: Antropofagus, The Gathering, Cryptopsy.
Tre musicisti a caso: Greg Mackintosh, Nicke Andersson, Tomas Lindberg.
Tre parole a caso sulla ìsupercazzolaî dei Black Sabbath al Godz: †
Tre delusioni a caso: †

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: C’ero.
La prima impressione che ti viene in mente: Un tantino di stress, ma una bellissima giornata.
Rapporto aspettative/realtà dei fatti: Aspettative soddisfatte. Purtroppo anche quelle nei confronti dei Lordi, che immaginavo essere delle merde sotto ogni punto di vista.
Concerto della giornata: Moonspell, di gran lunga.

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così: Ho scritto a David Scatigna quando tutto era ancora agli inizi, nel settembre 2001. Ho iniziato a scrivere una settimana dopo e non mi sono più fermato.
Datti un voto e dattelo bene: Per tutti questi anni? 9.
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: Tutti i concorsi e le “operazioni simpatia”, la sezione “Non Solo Metal”.

UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA

La sambuca di Metalitalia.com al Maryland Deathfest, che ha fatto danni a tutto spiano (non al sottoscritto però). Tuttavia, ricorderò quest’anno soprattutto per la miriade di voli presi e per le interminabili ore trascorse in aeroporto.

IL 2013 ALLE PORTE
Quale genere vorresti vedere crescere? Nessuno in particolare. Mi pare che ogni genere abbia oggi uno spazio adeguato.
I dischi attesi: I nuovi Altar Of Plagues, Defeater, Gorguts, Rotting Christ, Septicflesh, Necrowretch, Light Bearer, Cult Of Luna, Carcass, Suffocation… e sicuramente tanto altro che ora non mi viene in mente.
Altro in cui sperare: In questo preciso momento spero di essere licenziato dal mio lavoro “normale”.

ALESSANDRO CORNO

FAVORISCA IL DOCUMENTO
Soprannome o nickname: Bracco, Gigi, Cornaus…ne ho avuti una marea
Data di nascita: 27/10/1980
Ubicazione: Usmate Velate (MB)
Generi apprezzati: classic metal, thrash, power, hard rock, death melodico, folk metal, progressive, doom
Generi trattati: classic metal, thrash, power, hard rock e qualcosa di folk e progressive
Mansione svolta all’interno della Redazione: le news sono di sicuro la cosa che mi porta via più tempo, poi interviste, recensioni, qualche live report, contest, rapporti con alcune etichette e promoter, logistica stand e soprattutto l’organizzazione del Metalitalia.com Festival con i ragazzi di Eagle Booking

IL TOP 2012
I 10 album migliori:

01. RUSH – “Clockwork Angels”
02. SECRET SPHERE – “Portrait Of A Dying Heart”
03. OVERKILL – “The Electric Age”
04. TESTAMENT – “Dark Roots Of Earth”
05. SABATON – “Carolus Rex”
06. PARADOX – “Tales Of The Weird”
07. KREATOR – “Phantom Antichrist”
08. VISION DIVINE – “Destination Set To Nowhere”
09. GRAND MAGUS – “The Hunt”
10. VOLBEAT – Live From Beyond Hell / Above Heaven (DVD)

L’album di riserva:

LUCA TURILLI’S RHAPSODY – “Ascending To Infinity”

Il concerto migliore: Wacken Open Air 2012 con tutta la pioggia, fango, vento e bestemmie annesse
La produzione migliore: RUSH – “Clockwork Angels”
Label discografica dell’anno: nessuna in particolare
Band rivelazione: MYRATH
Band italiana: SECRET SPHERE
Il genere che ti ha più soddisfatto: thrash metal

LE PERSONALISSIME TRINITA’
Tratteggiati con tre canzoni per te significative:
01. RUNNING WILD – “Riding The Storm”
02. SAXON – “Never Surrender”
03. RUSH – “The Garden”
Tre artwork significativi:
01. BLIND GUARDIAN – “Nightfall In Middle Earth”
02. FALKENBACH – “Ok Nefna Tysvar Ty”
03. PANTERA – “Vulgar Display Of Power”
Tre band che, per qualsiasi motivo, ti hanno impressionato quest’anno:
VOLBEAT, qualcosa di nuovo che giustamente viene sempre più valorizzato e al Wacken Open Air si è visto. OVERKILL che dal vivo sono una macchina da guerra. RUSH che a sessant’anni scrivono uno dei loro capolavori.
Tre musicisti a caso: Tony Iommi, Lemmy e Ronnie James Dio
Tre parole a caso sulla “supercazzola” dei Black Sabbath al Godz: porco il demonio
Tre delusioni a caso:
01. RUNNING WILD – “Shadowmaker”
02. MANOWAR – “The Lord Of Steel”
03. LORDI al Metalitalia.com Festival

METALITALIA.COM FESTIVAL
Innanzitutto, c’eri? Se non c’eri sei un Caino: non potevo certo non esserci
La prima impressione che ti viene in mente: uno sbattimento indicibile
Rapporto aspettative/realtà dei fatti: più o meno è andata come ci si attendeva, a parte la prestazione scarsa dei LORDI che ovviamente non ci si aspettava
Concerto della giornata: MOONSPELL e STRANA OFFICINA

TU E METALITALIA.COM
Una storia iniziata così: a fine estate 2006 incontro Luca Pessina all’East End di Lambrate (MI). Mi dice: “Dai mandami una recensione”.
Datti un voto e dattelo bene: 8: un sacco di sbattimento e passione ma tanto altro che potrei fare (ad avere il tempo)
Per una volta non parliamo di cosa aggiungeresti, ma di cosa toglieresti: la sezione Non Solo Metal, visto che ne abbiamo già fin troppo da fare con il metal

UN ANEDDOTO ANNUALE A TUA SCELTA
In generale è un anno da dimenticare per quanto mi riguarda, ma ha avuto qualche bellissimo momento come il Metalitalia.com Festival o un SMS ricevuto una mattina in Stazione Porta Garibaldi a Milano

IL 2013 ALLE PORTE
Quale genere vorresti vedere crescere? nessuno in particolare ma sarebbe bello vedere crescere tutta la scena metal, soprattutto quella underground, e vedere finalmente più gente ai concerti anche quando suonano le band minori
I dischi attesi: Volbeat, Helloween, Hardcore Superstar, DGM, Death SS, Ghost
Altro in cui sperare: in campo musicale: completare presto il bill del Metalitalia.com Festival 2013. Nella vita privata: quelle che erano speranze purtroppo son più dei sogni ormai

 



Ultimi contenuti correlati

Consulta l'archivio per: METALITALIA

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.

  • Riccardo!

    vedo che l’ultimo dei Cattle Decapitation non ve lo siete fatto sfuggire! ha impressionato molto anche me, ma su tutti quest’anno per me le grandi rivelazioni sono state italiane: Hour Of Penance – Sedition, Antropofagus – Architecture Of Lust e infine Hideous Divinity – Obeisance Rising. Per il resto ho riscoperto qualche band di vecchiacci.

  • Riccardo!

    ah e per quanto riguarda il miglior concerto del 2012 per me è stato vedere gli Obituary 2 volte, al secondo posto i 3 giorni di Metalfest. Ho un grosso rimpianto per non essere stato a Morbid Angel + Kreator + Nile…

  • 365chaosriddendays

    E’ stato un post lungo, divertente ed interessante. Colgo l’occasione per complimentarmi dello sforzo da voi compiuto durante l’anno scorso per mantenerci sempre aggiornati su ciò che accade all’interno del mondo del metal.

  • robertone

    il cantante dei gallows era frank carter.. sam è quello degli architects ;)

  • http://www.facebook.com/lurenz667 Lurenz Upyourass

    il riassunto di queste poll è riassumibile in 2 parole presenti nelle prime righe…..

    Germano Mosconi
    (va e insegna agli angeli a bestemmiare)
    grandissimi ragazzi. continuate così.

  • http://www.metalitalia.com/ maurizio borghi

    Hai ragionissima! Grazie

  • http://www.facebook.com/lurenz667 Lurenz Upyourass

    e gallien krueger dove lo metti?

  • http://www.facebook.com/marco.gallarati.92 Marco Gallarati

    Quello lo usi solo tu, ho messo solo i superiori a 1… :D

  • GodTech

    Grazie a questa poll ho scoperto i Vaura e mi sono avvicinato all’ultimo
    dei Killing Joke. Ottimi album! Complimenti a chi ha inserito nella
    proria classifica gli Emptiness e i Dodsengel… vi stimo!

  • Disorder

    Siete fantastici ragazzi, si vede che mettete passione e sangue in quello che fate. Massimo rispetto e continuate cosi!