RAMMSTEIN: i dettagli del nuovo album degli EMIGRATE di Richard Z. Kruspe

Gli EMIGRATE in cui suona Il chitarrista dei RAMMSTEIN, Richard Z. Kruspe, pubblicheranno il 21 ottobre  su Spinefarm il secondo album, “Silent So Long”. Sul disco saranno presenti in veste di ospiti Lemmy Kilmister (MOTÖRHEAD), Jonathan Davis (KORN), Marilyn Manson, Peaches e Frank Dellé (SEEED).

 

Di seguito tracklist, copertina e un teaser.

01. Eat You Alive (featuring Frank Dellé)
02. Get Down (featuring Peaches)
03. Rock City (featuring Lemmy Kilmister)
04. Hypothetical
05. Rainbow
06. Born On My Own
07. Giving Up
08. My Pleasure
09. Happy Times
10. Faust
11. Silent So Long (featuring Jonathan Davis)

 

Richard Z Kruspe -  silent so long - 2014

 



Ultimi contenuti correlati

Consulta l'archivio per: RAMMSTEIN

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.

  • ramm

    Non fatemi prendere degli accidenti

  • http://www.stuz.it Stuz

    Veramente, oh! xD
    Sadici!

  • HORATIO_CAINE

    Lemmy che si mischia a questi poser..mah..la fine del mondo e’ vicina!

  • andrea1311

    Il primo non l’ho mai ascoltato,non dico che non ne valga la pena ma ho imparato con il tempo a diffidare di questi side project in quanto non valgono mai come le band madri,di conseguenza sono progetti estemporanei dovuti più che altro a periodi di stop di queste ultime.Amando i Rammstein e apprezzando il lavoro di Kruspe al loro interno però penso ne possa venire fuori qualcosa di buono.

  • ramm

    Il primo album era abbastanza anonimo, rock radiofonico, fatto molto bene, ma roba già sentita in tutte le salse. Questo side project nacque dopo il tour di Reise,Reise ( anche se ci pensava già ai tempi di Mutter), periodo in cui ci furono tensioni dentro i Rammstein che per poco non portarono allo scioglimento della band, cosicché Kruspe cambiò aria e andò a vivere in america, e fece questo lavoro musicale più per sfogo ( e ego) personale. Ora, questo scenario non è ( speriamo, anche se nutro un po di dubbi sul futuro dei R+) più presente, magari troveremo qualcosa di diverso.

  • Anonimo 731

    Non esageriamo. Gli One Direction non gli ha ancora incontrati

  • HORATIO_CAINE

    per me i rammstein sono allo stesso livello…quindi…

  • Anonimo 731

    Se ti sentisse Till Lindeman……venire paragonato ad un gruppetto di cinque bimbiminchia che fino a tre anni fa nessuno conosceva e che sono stati creati a tavolino come macchina da soldi….mi dispiace ma lui e i Ramm non se lo meritano proprio.

  • HORATIO_CAINE

    Io non li sopporto proprio…a te piacciono..ok..respect!

  • Umberto

    Spero solo abbia imparato a cantare decentemente Kruspe…

  • ramm

    mmmm, quando fa i cori dal vivo nei R+ è esilarante……soprattutto in pussy…GIUERMANIARH!

  • ramm

    No i One Direction sono molto più famosi ma fra 2 anni se li saranno dimenticati ( per fortuna) tutti. E qua si parla del progetto solista del chitarrista, del quale se è come quello di 7 anni fa, se ne può fare benissimo a meno, come gli 1D

  • Umberto

    Si ma nel primo degli Emigrate la voce era effettata su ogni sillaba, così lo trovo inascoltabile…