TRIPTYKON: il loro messaggio in ricordo a H.R. Giger

Riceviamo e pubblichiamo:

H.R. Giger, February 5, 1940 – May 12, 2014

“Combatto l’incombente esca del sonno tardivo / per paura di svegliarmi e tu sei già andato”

TRIPTYKON, “My Pain”, 2010

Per la prima volta in 74 anni, la scorsa notte è stata una notte non illuminata dall’indescrivibile luce di H.R. Giger.

H.R. Giger è diventato il nostro mentore, contro ogni probabilità, quando, in maniera un po’ audace, abbiamo stabilito il primo contatto con lui circa 30 anni fa. In un momento in cui praticamente tutti ridicolizzavano, ignoravano o addirittura ostacolavano la musica dell’allora quasi completamente sconosciuto underground Svizzero che andava costruendosi attorno agli HELLHAMMER, Giger ci stava ascoltando, ci ha parlato e ci ha dato una chance. Non ultimo in un momento in cui si trovava in uno dei molti picchi della sua carriera.

Un po’ più di un anno dopo, la sua impressionante arte ha reso quello che può essere considerato uno degli album più importanti dei CELTIC FROST, “To Mega Therion”, addirittura più importante. Altri collegamenti all’universo di Ginger si sono manifestati, come se fosse un predestinato.

Alla fine, molti anni dopo, da mentore divenne un amico. Si trattava di un’amicizia e di una connesione personale che ho stimato infinitamente, un rapporto che comprendeva anche la sua meravigiosa moglie Carmen, e molte altre persone degne di nota che erano parte del suo universo.

Quando i CELTIC FROST sono giunti alla fine in maniera così amara nel 2008, H.R. Giger e sua moglie furono tra coloro che sono stati testimoni della mia incontenibile disperazione e che mi sono stati vicino. Fu così che Giger accettò di collaborare per il mio nuovo gruppo, i TRIPTYKON, e questo ci ha permesso di uscire con il nostro primo album “Eparistera Daimones”, con uno dei suoi dipinti più drammatici in una cover che significava il mondo per me.

A quanto pare piacque anche a Giger. Me lo ribadì in molte occasioni, e mi ha completamente lasciato di sasso nell’Ottobre 2011 quando mi ha proposto di continuare la collaborazione tra lui e i TRIPTYKONNon avrei mai chiesto tanto, perchè non avrei mai voluto sembrare ingrato. Lui ha spazzato via le mie riserve, e il suo essere mentore, amico e artista ci ha permesso, ancora una volta, di pubblicare il secondo album in cui la musica e l’artwork formano una fusione simbiotica. Solo poche settimane fa, ha avuto il risultato finito tra le sue mani e l’ha apprezzato molto.

A prescindere da tutto quello che posso scrivere su H.R. Giger, nessuna di queste parole sarà mai in grado di descriverlo come persona e come amico in maniera veritiera e accurata. E’ completamente inconcepibile immaginare un mondo senza la sua perspicacia, il suo genio, la sua sensibilità, il suo orizzonte, la sua determinazione, il suo umorismo, la sua amicizia e la sua immensa gentilezza. Eppure, ci ritroviamo in un mondo esattamente di questo tipo.

 

Tom Gabriel Warrior per i TRIPTYKON, Maggio 13, 2014

www.triptykon.net
www.facebook.com/triptykonofficial

h-r-giger-young



Ultimi contenuti correlati

Consulta l'archivio per: TRIPTYKON

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.

  • Davide Pesaresi

    Riposi in pace

  • Fab Pell

    Letto oggi. R.i.p. maestro… è dall’età di 8 anni che vivo delle tue illusioni. Rispetto ancora di più Tom.