ENEMYNSIDE – Perseveranza e passione

ENEMYNSIDE – Perseveranza e passione

"...qui non esiste un sistema meritocratico che ti porta a sfondare per poi uscire fuori dai tuoi confini in pompa magna".

EVERSIN – Tears On The Face Of God

EVERSIN – Tears On The Face Of God

La recensione di "Tears On The Face Of God" degli EVERSIN: "La band, in questo improvviso “reboot”, si rinnova ripartendo con un thrash metal moderno, fresco ed epico, restando quindi coerenti alla loro attitudine progressiva e di continua ricerca".

BLOOD OF THE SUN – Burning On The Wings Of Desire

BLOOD OF THE SUN – Burning On The Wings Of Desire

"Burning On The Wings Of Desire" dei BLOOD OF THE SUN è Hot Album su Metalitalia.com: "Gli stra-citati Spiritual Beggars cantavamo 'Young Man Old Soul', ed è proprio come ci sentiamo ascoltando questo lavoro".

THE SWORD – Apocryphon

THE SWORD – Apocryphon

Recensione di "Apocryphon" dei THE SWORD: "Ogni cosa di questo CD, ogni nota, ogni colpo di rullante, ogni refrain, è asservita alle mastodontiche chitarre".

GEOFF TATE – Kings & Thieves

GEOFF TATE – Kings & Thieves

La recensione di "Kings & Thieves" di GEOFF TATE: "Dobbiamo essere sinceri con noi stessi, se il calvo cantante di Seattle avesse proposto un sorta di “Operation Mindcrime III” o “Promised Land II”, l'avremmo accusato di incoerenza".

VOID MOON – On The Blackest Of The Nights

VOID MOON – On The Blackest Of The Nights

La recensione di "On The Backest Of The Nights" dei VOID MOON: "Che Vincent Van Gogh amasse il doom al punto tale da dipingere la copertina per un gruppo svedese, non ce lo saremmo mai aspettato".

BLACK COUNTRY COMMUNION – Afterglow

BLACK COUNTRY COMMUNION – Afterglow

La recensione di "Afterglow" dei BLACK COUNTRY COMMUNION: "le famigerate 'all star band', non sono sempre e solo un prodotto preconfezionato dalle case discografiche".

YNGWIE MALMSTEEN – The Seventh Sign

YNGWIE MALMSTEEN – The Seventh Sign

Il primo Bellissimo di Novembre è "The Seventh Sign" di YNGWIE MALMSTEEN!

RED LAMB – Red Lamb

RED LAMB – Red Lamb

La recensione di "Red Lamb" dei RED LAMB: "Autore di tutte le liriche, scritte a quattro mani con la chitarra solista di “Persistence Of Time” (per nominare solo un disco), è “MegaDave” Mustaine, co-produttore dell'intero progetto".

CRADLE OF FILTH – The Manticore And Other Horrors

CRADLE OF FILTH – The Manticore And Other Horrors

La recensione di "The Manticore And Other Horrors" dei CRADLE OF FILTH: "I vampiri inglesi approdano alla loro decima raccolta di inediti, presentandoci un disco che per sua natura, dividerà (come sempre) le opinioni di fans e detrattori".

PAGAN ALTAR – Judgement Of The Dead

PAGAN ALTAR – Judgement Of The Dead

La recensione di "Judgement Of The Dead" dei PAGAN ALTAR: "Quanta bella musica è stata scritta...e quanto poco tempo per ascoltarla tutta".

WINTERSUN – Time I

WINTERSUN – Time I

La recensione di "Time I" dei WINTERSUN; "Un parto decisamente faticoso, quello che ha portato alla nascita del secondo album in studio dei Wintersun".

A TEAR BEYOND – Beyond

A TEAR BEYOND – Beyond

La recensione di "Beyond" degli A TEAR BEYOND: "I Nostri gettano tutte le loro influenze in un calderone, dal quale estraggono una pozione a base di gothic metal".

VISIONI GOTICHE – Cancellata Dal Tempo

VISIONI GOTICHE – Cancellata Dal Tempo

La recensione di "Cancellata Dal Tempo" dei VISIONI GOTICHE: "Volevano stupirci con effetti speciali, a noi bastava la musica".

THERION – Les Fleurs Du Mal

THERION – Les Fleurs Du Mal

La recensione di "Les Fleur Du Mal" dei THERION: "Stringiamo tra le mani il nuovissimo "Les Fleurs Du Mal", non un disco di inediti, bensì una raccolta di cover di brani francesi".

HEAVENFALL – Falling From Heaven

HEAVENFALL – Falling From Heaven

La recensione di "Falling From Heaven" degli HEAVENFALL: "...gli Heavenfall potrebbero far parlare di loro in un futuro assai prossimo".

NEKROSUN – The Grace Of Oxymoron

NEKROSUN – The Grace Of Oxymoron

La recensione di "The Grace Of Oxymoron" dei NEKROSUN. "Un disco che, come un buon sigaro cubano, va gustato solo se ne avete il tempo".

ULVER – Childhood’s End

ULVER – Childhood’s End

La recensione di "Childhood's End" degli ULVER: "Mutare continuamente per restare se stessi".

SURGE ASSAULT – The First Division

SURGE ASSAULT – The First Division

La recensione di "The First Division" dei SURGE ASSAULT. "La band propone un sedicente e diretto "rot'n'roll", di un impatto quasi hardcore che non lascia tregua".

AXEWOUND – Vultures

AXEWOUND – Vultures

La recensione di "Vultures" degli AXEWOUND. "...state certi che domani il vostro amico iper-tatuato e con il taglio alla moda verrà a raccontarvi che sono il nuovo fenomeno metal".