DEEP PURPLE – From The Setting Sun… (In Wacken)

DEEP PURPLE – From The Setting Sun… (In Wacken)

La recensione del DVD "From The Setting Sun... (In Wacken)" dei DEEP PURPLE: "L'esibizione palesa i consueti pregi e difetti di un collettivo inevitabilmente avviato sul viale del tramonto".

KADAVAR – Berlin

KADAVAR – Berlin

La recensione di "Berlin" dei KADAVAR: "L'auspicato salto di qualità bramato nel precedente "Abra Kadavar" risulta qui compiuto".

X JAPAN – Poesia in movimento

X JAPAN – Poesia in movimento

"Avrete a che fare con uno dei momenti più drammatici ed avvincenti narrati nella storia del rock!".

WILDLIGHTS – Wildlights

WILDLIGHTS – Wildlights

La recensione di "Wildlights" dei WILDLIGHTS: "La recente evoluzione stilistica dei Mastodon ha lasciato un segno evidente nell'animo del duo statunitense".

DEAD LORD – Heads Held High

DEAD LORD – Heads Held High

La recensione di "Heads Held High" dei DEAD LORD: "I protagonisti dimostrano di avere la testa, i piedi ed il cuore trapiantati nella verde Dublino dei Thin Lizzy".

TONY MILLS – Rinascita spirituale

TONY MILLS – Rinascita spirituale

"Il mio nuovo disco è una fotografia di una periodo preciso della mia vita, che ho deciso di esorcizzare per poi lasciarlo andare via definitivamente".

ORCHID – Sign Of The Witch

ORCHID – Sign Of The Witch

La recensione di "Sign Of The Witch" degli ORCHID: "Le quotazioni del combo statunitense appaiono in consistente rialzo dopo il piacevole, ma non imprescindibile, lavoro svolto su 'The Mouths Of Madness'".

YEAR OF THE GOAT – The Unspeakable

YEAR OF THE GOAT – The Unspeakable

"The Unspeakable" dei YEAR OF THE GOAT è Hot Album su Metalitalia.com: "Ispirati dal torbido occultismo venerato dai Coven e Black Widow, i Nostri attualizzano con buon gusto compositivo un verbo che da qualche anno a questa parte riscuote notevoli consensi".

Loudness + My Own Ghost

Loudness + My Own Ghost

La calata italica dei Loudness non ha lasciato prigionieri sul campo di battaglia!

LOUDNESS – Fulmini a ciel sereno

LOUDNESS – Fulmini a ciel sereno

"La mia sensibilità artistica cresce giorno dopo giorno, sono sempre alla ricerca di nuove idee in grado di sposarsi al meglio con i Loudness".

FOREIGNER – Greatest Hits Live

FOREIGNER – Greatest Hits Live

La recensione di "Greatest Hits Live" dei FOREIGNER: "Un'opera superflua che accontenterà esclusivamente i collezionisti più incalliti".

PALACE OF THE KING – White Bird/Burn The Sky

PALACE OF THE KING – White Bird/Burn The Sky

La recensione di "White Bird/Burn The Sky" dei PALACE OF THE KING: "Il vetusto 'classic rock' viene rivisiato dal collettivo australiano con un pizzico di gradita personalità in fase di scrittura e arrangiamento".

BLUE CHEER – Vincebus Eruptum

BLUE CHEER – Vincebus Eruptum

Il terzo Bellissimo di giugno è "Vincebus Eruptum" dei BLUE CHEER!

THE WANKERSS – Blackborn

THE WANKERSS – Blackborn

La recensione di "Blackborn" dei THE WANKERSS: "Questi ragazzi non hanno paura di osare soluzioni apparentemente ostiche, ma al contempo ingegnose. Intelligenti e audaci".

TONY MILLS – Over My Dead Body

TONY MILLS – Over My Dead Body

La recensione di "Over My Dead Body" di TONY MILLS: "Il disco raccoglie undici episodi densi di sbalzi di umore, che sovente rievocano le algide atmosfere scolpite su 'Rage For Order' dei Queensrÿche".

TURBOWOLF – Two Hands

TURBOWOLF – Two Hands

La recensione di "Two Hands" dei TURBOWOLF: "Il collettivo britannico è destinato a diventare una delle realtà più interessanti del cosiddetto panorama 'alternative'".

RAVEN – La battaglia continua

RAVEN – La battaglia continua

"Non faccio uso di droghe, bevo poco e non ho mai fumato. Riesco ancora a toccare tutte le note così come facevo quarant'anni fa, è grandioso!".

GRAAL – Chapter IV

GRAAL – Chapter IV

La recensione di "Chapter IV" dei GRAAL: "Un lavoro potenzialmente ambizioso e multisfaccettato, dal quale emergono una serie di gradevoli intuizioni, purtroppo non concretizzate a dovere in fase di realizzazione".

SANTA CRUZ – Santa Cruz

SANTA CRUZ – Santa Cruz

La recensione di "Santa Cruz" dei SANTA CRUZ: "Il disco si accomoda come un pigro bradipo in una serie di soluzioni derivative, sovente infarcite di stucchevole melassa".

CRYSTAL BALL – LifeRider

CRYSTAL BALL – LifeRider

La recensione di "LifeRider" dei CRYSTAL BALL: "Il disco contiene dodici episodi accattivanti, nei quali viene ampliato il concetto di 'melodic hard rock', profumato da aromatiche spezie estratte dal power metal coniato da Helloween e Gamma Ray".