EXUMER – The Raging Tides

EXUMER – The Raging Tides

"The Raging Tides" degli EXUMER è Hot Album su Metalitalia.com: "Per chi ama il vecchio thrash metal teutonico!".

HYLING – Decimate The Human Race

HYLING – Decimate The Human Race

La recensione di "Decimate The Human Race" degli HYLING: "Una gran bella sorpresa dall'underground black metal italiano!".

BORKNAGAR – Winter Thrice

BORKNAGAR – Winter Thrice

"Winter Thrice" dei BORKNAGAR è Hot Album su Metalitalia,com: "Finalmente la band ha trovato l'equilibrio tra il nuovo e vecchio stile!".

OPERA IX – Back To Sepulcro

OPERA IX – Back To Sepulcro

La recensione di "Back To Sepulcro" degli OPERA IX: "Rinascere nel passato".

MÅNEGARM – Månegarm

MÅNEGARM – Månegarm

"Månegarm" dei MÅNEGARM è Hot Album su Metalitalia.com: "Gli alfieri del viking metal sono tornati col loro inconfondibile trademark!".

KAMPFAR – Profan

KAMPFAR – Profan

"Profan" dei KAMPFAR è Hot Album su Metalitalia.com: "I norvegesi Kampfar stanno vivendo un'ispirata seconda giovinezza!".

SELVANS – Lupercalia

SELVANS – Lupercalia

La recensione di "Lupercalia" dei SELVANS: "L'ennesima scommessa discografica che l'Avantgarde Music si appresta a vincere".

FOREFATHER – The Fighting Man 2015

FOREFATHER – The Fighting Man 2015

La recensione di "The Fighting Man" dei FOREFATHER: "Una ristampa che riporta alla luce un bellissimo album pagan metal".

HEGEMON – The Hierarch

HEGEMON – The Hierarch

La recensione di "The Hierarch" degli HEGEMON: "Ritorno inaspettato per una black metal band che si fa sentire una volta ogni otto anni!".

TUNDRA – The Burning Fanatism

TUNDRA – The Burning Fanatism

La recensione di "The Burning Fanatism" dei TUNDRA: "Ottimo esempio di black metal dal nostro miglior panorama underground".

LILYUM – October’s Call

LILYUM – October’s Call

La recensione di "October's Fall" dei LILYUM: "Black metal ruvido da una promettente realtà italiana".

SYN ZE SASE TRI – Stăpîn Peste Stăpîni

SYN ZE SASE TRI – Stăpîn Peste Stăpîni

La recensione di "Stăpîn Peste Stăpîni" dei SYN ZE SASE TRI: "Un gruppo symphonic black metal che anche stavolta non convince appieno".

NOCTERNITY – Harps Of The Ancient Temples

NOCTERNITY – Harps Of The Ancient Temples

La recensione di "Harps Of The Ancient Temples" dei NOCTERNITY: "Questi guerrieri ellenici hanno perso lo smalto di un tempo".

HORNA – Hengen Tulet

HORNA – Hengen Tulet

La recensione di "Hengen Tulet" degli Horna: "Un buon album, ma dagli Horna vogliamo un capolavoro!".

KAISERREICH – Cuore Nero

KAISERREICH – Cuore Nero

La recensione di "Cuore Nero" dei KAISERREICH: "Black metal canonico, ma di qualità!".

AZAGHAL – Madon Sanat

AZAGHAL – Madon Sanat

La recensione di "Madon Sanat" degli AZAGHAL: "I paladini del black metal tornano al sound delle origini!".

SHARDANA – No Cadena, No Presoni, No Spada, No Lei

SHARDANA – No Cadena, No Presoni, No Spada, No Lei

La recensione di "No Cadena, No Presoni, No Spada, No Lei" degli SHARDANA: "Debutto interessante per un band sarda che deve ancora trovare la sua identità stilistica".

DOWNFALL OF NUR – Umbras De Barbagia

DOWNFALL OF NUR – Umbras De Barbagia

La recensione di "Umbras De Barbagia" dei DOWNFALL OF NUR: "Il lato oscuro della Sardegna antica".

HAAR – The Wayward Ceremony

HAAR – The Wayward Ceremony

La recensione di "The Wayward Ceremony" degli HAAR: "Non si sente tutti i giorni il progressive affiancare il black metal".

VARATHRON – Inossidabili al passare del tempo

VARATHRON – Inossidabili al passare del tempo

"Per me la cosa più importante era quella di preservare lo spirito che teniamo in vita di album in album".