FULL OF HELL – Full of Hell & Merzbow

FULL OF HELL – Full of Hell & Merzbow

La recensione di "Full of Hell & Merzbow" dei FULL OF HELL: "picchi di violenza uditiva di difficile immaginazione nello spaventoso album collaborativo tra band americana e il dio del noise".

THOU & THE BODY – You, Whom I Have Always Hated

THOU & THE BODY – You, Whom I Have Always Hated

La recensione di "You, Whom I have Always Hated" dei THOU & THE BODY: "un altro, colossale, assassino album collaborativo per le due inarrestabili band sludge doom americane".

ASSUMPTION – The Three Appearances

ASSUMPTION – The Three Appearances

La recensione di "The Three Appearances" degli ASSUMPTION: "forse, la più somma espressione death-doom mai uscita dal nostro paese."

USNEA – Random Cosmic Violence

USNEA – Random Cosmic Violence

"Random Cosmic Violence" degli USNEA è Hot Album su Metalitalia.com: "abissi doom impensabili e raccappriccianti nel debutto su Relapse Records della devastante band sludge-doom di Portland".

ANATOMY OF HABIT – Cyphers + Axioms

ANATOMY OF HABIT – Cyphers + Axioms

La recensione di "Cyphers + Axioms" degli ANATOMY OF HABIT: "il colosso noise rock/post-doom metal concepito dalla band avantgarde di Chicago è la migliore trasposizione nella musica heavy della immensa crudeltà degli Swans."

MARE COGNITUM – Phobos Monolith

MARE COGNITUM – Phobos Monolith

La recensione di "Phobos Monolith" dei MARE COGNITUM: "la one-man band californiana ancora una volta alle prese con un black metal epico e tremendamente cosmico e psichedelico e dalle forti tinte 'depressive' ".

PHARAOH – Negative Everything

PHARAOH – Negative Everything

"Negative Everything" dei PHARAOH è Top Album su Metalitalia.com: "nessuno mai si era forse sognato di suonare "depressive hardcore" e invece i PHARAOH lo hanno fatto e il risultato è un capolavoro assoluto di rabbia e miseria".

A PREGNANT LIGHT – My Game Doesn’t Have a Name

A PREGNANT LIGHT – My Game Doesn’t Have a Name

La recensione di "My Game Doesn't Have a Name" degli A PREGNANT LIGHT: Damian Master tira dritto e continua a fare del suo sanguigno punk-black metal un irriverente affare pop estremamente sentimentale e romantico.

THEE MALDOROR KOLLECTIVE – Knownothingism

THEE MALDOROR KOLLECTIVE – Knownothingism

La recensione di "Knownothingism" dei THEE MALDOROR KOLLECTIVE: "un vero e proprio circo avantgarde e rock sperimentale per la band torinese che sembra aver voluto suonare in un unico disco ogni genere musicale conosciuto all'uomo."

OLD MAN GLOOM – The Ape of God

OLD MAN GLOOM – The Ape of God

La recensione di "The Ape of God" degli OLD MAN GLOOM: "la super band di Aaron Turner e soci torna ancora una volta con il suo solito turbine di sludge e noise stavolta però raccolto in un corposo e vastissimo doppio album."

DISEMBOWELMENT – Transcendence Into The Peripheral

DISEMBOWELMENT – Transcendence Into The Peripheral

Il terzo Bellissimo di novembre è "Transcendence Into The Peripheral" dei DISEMBOWELMENT!

VOICES – London

VOICES – London

La recensione di "London" dei VOICES: gli ex-Akercocke ancora una volta alle prese con un timido blackened melodic death metal senza infamia e senza lode.

HATE & MERDA – L’anno dell’odio

HATE & MERDA – L’anno dell’odio

"L'anno dell'odio" degli HATE & MERDA è Hot Album su Metalitalia.com: il picco dell'odio musicale made in Italy è tutto racchiuso in questo debutto assassino del duo sludge metal fiorentino.

BLACK MONOLITH – Rabbia dal silenzio

BLACK MONOLITH – Rabbia dal silenzio

"Il disco parla di come ogni giorno divento volontariamente un passeggero, per andare in un posto che odio".

KAYO DOT – Coffins On Io

KAYO DOT – Coffins On Io

La recensione di "Coffins On Io" dei KAYO DOT: altro cambio di rotta indecifrabile nella ormai completamente imprevedibile band avantgarde metal guidata da Toby Driver.

GENERATION OF VIPERS – Coffin Wisdom

GENERATION OF VIPERS – Coffin Wisdom

La recensione di "Coffin Wisdom" dei GENERATION OF VIPERS: terzo disco fotocopia dei Converge, dei Cave In e degli Old Man Gloom per la band post/sludgecore americana.

THAW – Earth Ground

THAW – Earth Ground

La recensione di "Earth Ground" dei THAW: la giovane e misteriosa band polacca sembra aver trovato l'equilibrio perfetto tra black metal, prog surreale e finissimo post-rock.

ATRIARCH – An Unending Pathway

ATRIARCH – An Unending Pathway

"An Unending Pathway" degli ATRIARCH è Top Album su Metalitalia.com: l'assurda e abissale unione tra deathrock, doom e black metal trova finalmente pieno compimento nel terzo, monumentale disco della band di Portland.

DAWNBRINGER – Night of the Hammer

DAWNBRINGER – Night of the Hammer

La recensione di "Night of the Hammer" dei DANWBRINGER: Al secondo disco incerto di fila Chris Black sembra aver completamente smarrito l'ispirazione dei tempi di "Nucleus".

GODFLESH – A World Lit Only By Fire

GODFLESH –  A World Lit Only By Fire

La recensione di "A World Lit Only By Fire": un ritorno pieno di luci ombre per la leggendaria creatura di Justin Broadrick e Ben Green