FULL OF HELL – Dentro l’oblio

FULL OF HELL – Dentro l’oblio

"La nostra musica parla di cosa costruisce lo spirito, cosa lo tiene insieme e cosa lo distrugge".

PALLBEARER – Rimorso e redenzione

PALLBEARER  – Rimorso e redenzione

"[Il nostro modo di suonare] Copre uno spettro molto ampio di emozioni, solitamente tendenti al negativo ma non senza quell’elemento di speranza che è sempre essenziale nella nostra musica”.

CAÏNA – Setter of Unseen Snares

CAÏNA – Setter of Unseen Snares

La recensione di "Setter of Unseen Snares" dei CAÏNA: "Andy Curtis-Brignell ci porta uno dei suoi lavori più riusciti e di assoluto spessore in ambito post-black metal".

MAGI – Forget Me Not

MAGI – Forget Me Not

La recensione di "Forget Me Not" dei MAGI: languide ed eteree tessiture shoegaze e post-rock a cavallo tra Jesu e Blut Aus Nord nel nuovo album della doom metal band americana.

LEVIATHAN – Scar Sighted

LEVIATHAN – Scar Sighted

"Scar Sighted" dei LEVIATHAN è Hot Album su Metalitalia.com: "un disco superbo di cui si parlerà per mesi".

HATE & MERDA – Noi siamo il vostro tormento

HATE & MERDA – Noi siamo il vostro tormento

"Hate & Merda sono indubbiamente figli del degrado odierno del nostro paese".

HIS HERO IS GONE – Monument To Thieves

HIS HERO IS GONE – Monument To Thieves

Il secondo Bellissimo di febbraio é "Monument To Thieves" degli HIS HERO IS GONE!

DARK CIRCLES – Sangue e tenebre

DARK CIRCLES – Sangue e tenebre

"Suoniamo musica molto scura e aggressiva."

Neurosis + Tragedy + Author & Punisher

Neurosis + Tragedy + Author & Punisher

Capodanno indimenticabile, all'insegna dell'apocalisse sonora, alla Great American Music Hall di San Francisco!

ATRIARCH – Vita, morte, rinascita

ATRIARCH – Vita, morte, rinascita

"La nostra musica, è la nostra relazione verso un mondo freddo, moribondo e morente."

WREKMEISTER HARMONIES – Then It All Came Down

WREKMEISTER HARMONIES – Then It All Came Down

"Then It All Came Down" dei WREKMEISTER HARMONIES è Hot Album su Metalitalia.com: uno dei dischi drone/extreme-doom dell'anno arriva per mando del giornalista musicale americano JR Robinson.

AMERICAN HERITAGE – Prolapse

AMERICAN HERITAGE – Prolapse

La recensione di "Prolapse" degli AMERICAN HERITAGE: da quindici anni il sound della band non cambia, ma i Georgiani - precursori dei Mastodon - rimangono una delle band più valide in ambito progressive sludge metal.

OBAKE – Mutations

OBAKE – Mutations

La recensione di "Mutations" degli OBAKE: nuovi e squassanti orizzonti noise e prog-sludge nel secondo album della band di Eraldo Bernocchi e Lorenzo Esposito Fornasari.

FULL OF HELL – Full of Hell & Merzbow

FULL OF HELL – Full of Hell & Merzbow

La recensione di "Full of Hell & Merzbow" dei FULL OF HELL: "picchi di violenza uditiva di difficile immaginazione nello spaventoso album collaborativo tra band americana e il dio del noise".

THOU & THE BODY – You, Whom I Have Always Hated

THOU & THE BODY – You, Whom I Have Always Hated

La recensione di "You, Whom I have Always Hated" dei THOU & THE BODY: "un altro, colossale, assassino album collaborativo per le due inarrestabili band sludge doom americane".

ASSUMPTION – The Three Appearances

ASSUMPTION – The Three Appearances

La recensione di "The Three Appearances" degli ASSUMPTION: "forse, la più somma espressione death-doom mai uscita dal nostro paese."

USNEA – Random Cosmic Violence

USNEA – Random Cosmic Violence

"Random Cosmic Violence" degli USNEA è Hot Album su Metalitalia.com: "abissi doom impensabili e raccappriccianti nel debutto su Relapse Records della devastante band sludge-doom di Portland".

ANATOMY OF HABIT – Cyphers + Axioms

ANATOMY OF HABIT – Cyphers + Axioms

La recensione di "Cyphers + Axioms" degli ANATOMY OF HABIT: "il colosso noise rock/post-doom metal concepito dalla band avantgarde di Chicago è la migliore trasposizione nella musica heavy della immensa crudeltà degli Swans."

MARE COGNITUM – Phobos Monolith

MARE COGNITUM – Phobos Monolith

La recensione di "Phobos Monolith" dei MARE COGNITUM: "la one-man band californiana ancora una volta alle prese con un black metal epico e tremendamente cosmico e psichedelico e dalle forti tinte 'depressive' ".

PHARAOH – Negative Everything

PHARAOH – Negative Everything

"Negative Everything" dei PHARAOH è Top Album su Metalitalia.com: "nessuno mai si era forse sognato di suonare "depressive hardcore" e invece i PHARAOH lo hanno fatto e il risultato è un capolavoro assoluto di rabbia e miseria".