Parkway Drive + Architects + Thy Art Is Murder

Parkway Drive + Architects + Thy Art Is Murder

Da Byron Bay, tornano in Italia per un'unica data i cinque australiani più famosi della scena metalcore!

KEROSENE – Modern Slavery

KEROSENE – Modern Slavery

La recensione di "Modern Slavery" dei KEROSENE: "Luci e ombre nel comeback del quintetto umbro, soprattutto sugli episodi più muscolari".

MARIONETTE – Propaganda

MARIONETTE – Propaganda

La recensione di "Propaganda" delle MARIONETTE: "Concept album ambizioso e coraggioso, ma non sempre focalizzato come i primi tre lavori".

DROWNING POOL – Hellelujah

DROWNING POOL – Hellelujah

La recensione di "Hellelujah" dei DROWNING POOL: "Piccolo passo indietro per la band texana, il cui modern hard rock risulta comunque sempre efficace per pompare adrenalina a wrestler e marines".

SIGNS PREYER – Mammoth Disorder

SIGNS PREYER – Mammoth Disorder

La recensione di "Mammoth Disorder" dei SIGNS PREYER: "Dischetto massiccio e incazzato, all'insegna di un southern rock irrobustito da una sana dose di nu-metal/post-grunge".

FAKE HEROES – Clouds

FAKE HEROES – Clouds

"Clouds" dei FAKE HEROES è Hot Album su Metalitalia: "Bevenuti nell'epoca del gentle djent, un mix educato e affascinante di Periphery, Tesseract e Alter Bridge".

COLDRAIN – Vena

COLDRAIN – Vena

La recensione di "Vena" dei COLDRAIN: "Sbarco nel vecchio continente per la band giapponese, all'insegna di uno screamo-pop-rock-core perfettamente allineato ai gusti della scena mainstream a stelle e strisce".

ZEBRAHEAD – Walk The Plank

ZEBRAHEAD – Walk The Plank

La recensione di "Walk The Plank" degli ZEBRAHEAD: "Nuovo giro di passerella per i campioni mondiali del pop-punk-rap-core, cantori e perfetti testimonial dell'eterna giovinezza musicale".

COUNTING DAYS – Liberated Sounds

COUNTING DAYS – Liberated Sounds

La recensione di "Liberated Sounds" dei COUNTING DAYS: "Riuscito mix di metalcore, swedish death e NYHC, per l'album di debutto del quintetto londinese".

STRAIGHT TO PAIN – Earthless

STRAIGHT TO PAIN – Earthless

La recensione di "Earthless" degli STRAIGHT TO PAIN: "Buon dischetto per il quartetto savonese, pronto a tenere alto l'onore tricolore nell'arena del metalcore più tecnico".

AFTERSMOKE – Outliers

AFTERSMOKE – Outliers

La recensione di "Outliers" degli AFTERSMOKE: "Discreto debutto per la band bellunese, sulle ormei dei grandi dell'alternative rock /metal a stelle e strisce, con un pizzico d'irruenza pop-punk e muscolarità ritmica del nu-metal".

THIS FALL – What’s Left Inside

THIS FALL – What’s Left Inside

La recensione di "What's Left Inside" dei THIS FALL: "Discreto biglietto da visita, ma per un contratto a tempo indeterminato nella scena -core tricolore serve qualcosa in più".

NEW YEARS DAY – Malevolence

NEW YEARS DAY – Malevolence

La recensione di "Malevolence" dei NEW YEARS DAY: "Terzo disco per la formazione capitanata da Ashley Costello, un mix di Paramore, Flyleaf e In This Moment perfetto per la generazione Hunger Games".

PAPA ROACH – Dritti alla meta

PAPA ROACH – Dritti alla meta

"Non vogliamo fare la fine di quei gruppi 'no synth, no party', ovvero che senza la base non sono in grado di suonare".

ESCAPE THE FATE – Hate Me

ESCAPE THE FATE – Hate Me

La recensione di "Hate Me" degli ESCAPE THE FATE: "Buon ritorno per la formazione di Las vegas, sempre più lontana dagli stereotipi emo-core degli esordi".

THE SILVERBLACK – The Grand Turmoil

THE SILVERBLACK – The Grand Turmoil

La recensione di "The Grand Turmoil" dei THE SILVERBLACK: "Nuovo progetto industrial per NeroArgento e Claudio Ravinale, anche se meno efficace su disco rispetto alle precedenti band".

AT THE DRIVE IN – Relationship Of Command

AT THE DRIVE IN – Relationship Of Command

Il secondo Bellissimo di novembre è "Relationship Of Command" degli AT THE DRIVE IN!

SEVENDUST – L’anima soul del nu-metal

SEVENDUST – L’anima soul del nu-metal

In occasione del decimo album in studio, una retrospettiva completa su una delle band più longeve della scena nu-metal.

P.O.D. – Il risveglio della Forza

P.O.D. – Il risveglio della Forza

"Il rischio a volte, suonando in una band cristiana, è di passare come 'quelli che parlano di Dio'".

A TEAR BEYOND – Maze Of Antipodes

A TEAR BEYOND – Maze Of Antipodes

La recensione di "Maze Of Antipodes" degli A TEAR BEYOND: "Buon ritorno per il sestetto vicentino, all'insegna di un industrial-goth dal gusto teatrale".