MORE THAN A THOUSAND – Vol. 5: Lost At Home

MORE THAN A THOUSAND – Vol. 5: Lost At Home

La recensione di "Vol 5 - Lost At Home" dei MORE THAN A THOUSAND: "Quinto capitolo discografico per i concittadini di Mourinho, il cui metalcore melodico, se pur gradevole, appare ancora un po' troppo acerbo per poter competere con i grandi nomi del genere".

ETHS – Ex Umbra In Solem

ETHS – Ex Umbra In Solem

La recensione di "Ex Umbra In Solem" degli ETHS: "EP interlocutorio per il quartetto marsigliese, finalizzato più a presentare la new entry dietro al microfono che a proporre materiale inedito".

DESTRAGE – Are You Kidding Me? No.

DESTRAGE – Are You Kidding Me? No.

"Are You Kidding Me?No." dei DESTRAGE è Top Album su Metalitalia.com! "Tra ironia rock 'n roll e capacità tecniche di chi 'non scherza un cazzo', il quintetto meneghino raggiunge l'empireo del metal 'year 2K' con un disco destinato a lasciare il segno".

FIVE FINGER DEATH PUNCH: le foto del concerto di Milano

FIVE FINGER DEATH PUNCH: le foto del concerto di Milano

Pugni della morte, tagliagole texani e diavoli del pop, tutti insieme nella gallery di Metalitalia.com!

VAN CANTO – Dawn Of The Brave

VAN CANTO – Dawn Of The Brave

La recensione di "Dawn Of The Brave" dei VAN CANTO: "il quinto full-length per i Neri Per Caso del metal non scrollerà loro di dosso l'etichetta di gruppo da You Tube, ma riesce comunque a divertire a suon di cavalcate di mouth guitar e cover di classici del rock"

THE UNGUIDED – Fragile Immortality

THE UNGUIDED – Fragile Immortality

La recensione di "Fragile Immortality" dei THE UNGUIDED: "secondo capitolo del nuovo progetto lanciato dagli ex-membri fondatori dei Sonic Syndicate, all'insegna di un modern metal tanto plasticoso quanto divertente, almeno ad un ascolto superficiale".

CREMATORY – Virus letale

CREMATORY – Virus letale

"I Crematory sono sempre stati, e sono ancora, una trend-setting band".

FAKE THE FACE – Everything Happens For A Reason

FAKE THE FACE – Everything Happens For A Reason

La recensione di "Everything Happens For A Reason" dei FAKE THE FACE: esordio autoprodotto di spessore per il sestetto marchigiano, in bilico, come la loro terra d'origine, tra le forme liquide del modern metal più accessibile e le asperità del metalcore più tecnico,

DESTRAGE: “Are You Kidding Me? No.” traccia per traccia!

DESTRAGE: “Are You Kidding Me? No.” traccia per traccia!

Metalitalia.com presenta in anteprima "Are You Kidding Me? No.", il nuovo album degli alternative metaller italiani DESTRAGE!

BULLET FOR MY VALENTINE: le foto del concerto di Milano

BULLET FOR MY VALENTINE: le foto del concerto di Milano

Il resoconto fotografico dei proiettili romantici e degli zombie crucchi, sbarcati in Italia alla vigilia di S. Valentino

CREMATORY – Antiserum

CREMATORY – Antiserum

La recensione di "Antiserum" dei CREMATORY: "Ritorno in grande stile per il quintetto tedesco, tornato ai livelli di tamarragine che gli competono con un riuscito mix di gothic metal ed EBM".

RAGESTORM – Tempesta magnetica

RAGESTORM – Tempesta magnetica

"C'è molta meno gente ai concerti e ormai i ragazzini preferiscono giocare a fare i rapper su YouTube invece di imparare a suonare uno strumento e darsi da fare".

A DAY TO REMEMBER: le foto del concerto di Milano

A DAY TO REMEMBER: le foto del concerto di Milano

I campioni mondiali del pop-mosh, insieme a Every Time I Die e The Story So Far, nella gallery di Metalitalia.com

FROZEN HELL – Rise!

FROZEN HELL – Rise!

La recensione di "Rise!" dei FROZEN HELL: "buon debutto per il quintetto padovano, nel cui DNA trovano posto la potenza degli In Flames, l'epicità degli Amon Amarth e la tecnica dei Children Of Bodom"

PRIME TARGET – Heartbeat

PRIME TARGET – Heartbeat

La recensione di "Heartbeat" dei PRIME TARGET: "secondo full-length per il quintetto pesarese, da annoverare di diritto tra i discepoli della Neue Deutsche Härte capeggiata da Rammstein, Megaherz e Eisbrecher".

81db – Call of cuckoo

81db – Call of cuckoo

"Se prima o poi la gente la smetterà di ascoltare solo i vecchi dinosauri e le loro reunion, scoprirà una marea di gruppi stratosferici là fuori".

BLINDING SUNRISE – Cold Like Winter

BLINDING SUNRISE – Cold Like Winter

La recensione di "Cold Like Winter" dei BLINDING SUNRISE: interessante EP di debutto per il sestetto siciliano, fautore di un modern metal che mescola diversi stili vocali, riprendo un filo interrotto dai Deadlock di "Wolves"

HOPES ARE BURNING – I Will Leave This World

HOPES ARE BURNING – I Will Leave This World

La recensione di "I Will Leave This World" degli HOPES ARE BURNING: "un convicente debutto sulla media distanza per il quintetto viterbese, in grado di mescolare al meglio tecnica, brutalità e raffinatezza melodica sulla scia dei migliori August Burns Red".

DAMN CITY! – No Heroes

DAMN CITY! – No Heroes

La recensione di "No Heroes" dei DAMN CITY!: "debutto all'insegna dei classici stilemi hardcore (velocità, pogo, fratellanza, rispetto, impegno, ironia e D.Y.I.) per il quintetto bolognese, massicia, incazzata e concisa come nella migliore tradizione del genere".

CAELESTIS – Heliocardio

CAELESTIS – Heliocardio

La recensione di "Heliocardio" dei CAELESTIS: "la nuova incarnazione della band di Cataldo Cappiello, passata da one-man a band vera e propria, abbandona le distorsioni in favore della melodia, sulla scia di Cranberries e The Gathering".