NONPOINT – The Return

NONPOINT – The Return

La recensione di "The Return" dei NONPOINT: "Per i nu-merosi rimastoni all'ascolto, dopo gli Ill Nino e in attesa dei Limp Bizkit, un altro buon ritorno da aggiungere alla lista della spesa, giusto un gradino al di sotto dell'omonimo predecessore".

SLEEPWAVE – Broken Compass

SLEEPWAVE – Broken Compass

La recensione di "Broken Compass" degli SLEEPWAVE: "Nuovo progetto per l'ex-cantante degli Underoath, rivolto più per gli appassionati di MTV Classic Anni 90 (sezione alternative) che ai fan della sua vecchia band".

EMERGENCY GATE – Infected

EMERGENCY GATE – Infected

La recensione di "Infected" degli EMERGENCY GATE: "Sesto disco per il quintetto bavarese, come sempre piloti di un ottovolante modern metal degno dell'Oktober Fest".

In Flames + Wovenwar + While She Sleeps

In Flames + Wovenwar + While She Sleeps

A poche settimane dall'uscita di "Siren Charms", è ora di saggiare la resa live dei (tanti) pezzi nuovi e di quelli (pochi) vecchi...

LYRIEL – Skin And Bones

LYRIEL – Skin And Bones

La recensione di "Skin And Bones" dei LYRIEL: "Quinto album all'insegna dell'eterogeità per il six-piece tedesco, il cui dark romantic celtic rock risulta in quest'occasione notevolmente inspessito nel sound delle chitarre".

IN FLAMES – Verso l’infinito… e oltre

IN FLAMES – Verso l’infinito… e oltre

"Oggi possiamo avere la melodia nel cantato, nelle tastiere, nelle chitarre...abbiamo sicuramente più scelta rispetto ad un tempo".

IN FLAMES – Siren Charms

IN FLAMES – Siren Charms

La recensione di "Siren Charms" degli IN FLAMES: "Spinti dal multiforme ingegno che da sempre li contraddistingue, gli In Flames 3.0 confermano di essere sempre meno a loro agio sulle partiture veloci, muovendosi viceversa decisamente meglio su contesti più cadenzati, in bilico tra malinconia ed allegria".

CRIMSON SHADOWS – Kings Among Men

CRIMSON SHADOWS – Kings Among Men

La recensione di "King Among Men" dei CRIMSON SHADOWS: "Buon esordio per i vincitori della Wacken Battle 2013, pronti a sedere alla corte dei vari Metal Gods / Kings of Metal con il ruolo, a seconda dei punti di vista, di cavalieri, valletti o giullari".

THOUSAND FOOT KRUTCH – Oxygen:Inhale

THOUSAND FOOT KRUTCH – Oxygen:Inhale

La recensione di "OXYGEN:INHALE" dei THOUSAND FOOT KRUTCH: "Se avete un amico blackster e volete fargli un dispetto, costringetelo ad ascoltare l'ultimo lavoro dei christian-rockers canadesi: tra musica e testi, difficile dire cosa lo farà soffrire di più".

MACHINAE SUPREMACY – Phantom Shadow

MACHINAE SUPREMACY – Phantom Shadow

La recensione di "Phantom Shadow" dei MACHINAE SUPREMACY: "Sesto disco, e primo concept, per i portabandiera del SID Metal, il cui mix modern - vintage risulta sempre affascinante per chi è cresciuto ai tempi dell'età della pietra video-ludica".

GODSMACK – 1000HP

GODSMACK – 1000HP

La recensione di "HP1000" dei GODSMACK: "Non solo testosterone, mestiere e patriottismo, ma anche sudore, classe, e cuore; quanto basta ai quattrpo di Boston per partire alla conquista del vecchio continente".

NIGHTMARES – Suspiria

NIGHTMARES – Suspiria

La recensione di "Suspiria" dei NIGHTMARES:; "Debutto sensazionale per la band di Atlanta, capaci di concentrare in un solo disco pezzi di una varietà e qualità tale da riempire un greatest hits".

ZEIT – Zoe-Bios

ZEIT – Zoe-Bios

La recensione di "Zoe-Bios" degli ZEIT: "Ottimo biglietto da visita per la formazione veneziana, nato dall'unione di band old school hardcore e swedish death della scena lagunare".

ILL NINO – Till Death, La Familia

ILL NINO – Till Death, La Familia

La recensione di "Till Death, La Familia" degli ILL NINO: "Settimo disco per Chavarri e soci, sopravvissuti e fieri portabandiera del latin nu metal con la costanza dei soldati fantasma giapponesi"

PHENIUM – No More Humanity

PHENIUM – No More Humanity

La recensione di "No More Humanity" dei PHENIUM: "Mazzate thrash/death, metalcore e gothic nel nuovo corso della band laziale, sulla scia dei migliori Deadlock".

SEETHER – Isolate And Medicate

SEETHER – Isolate And Medicate

La recensione di "Isolate And Medicate" dei SEETHER: "Disco della maturità per la band di Shaun Morgan, costruito stemperando lo spirito post-grunge degli esordi con la maturità melodica della seconda metà di carriera".

BURDEN OF GRIEF – Unchained

BURDEN OF GRIEF – Unchained

La recensione di "Unchained" dei BURDEN OF GRIEF: "Il quintetto tedesco celebra con il sesto full-length i vent'anni di carriera al servizio del Gothenburg sound più tradizionale, con il consueto mix di In Flames e Dark Tranquillity in versione vintage".

BLOODY MARY – Anno Zero

BLOODY MARY – Anno Zero

La recensione di "Anno Zero" dei BLOODY MARY: "Chiusura di una trilogia iniziata ormai un decennio fa per il quintetto meneghino, portabandiera tricolore del goth 'n roll / love metal".

SEVENDUST – Seasons

SEVENDUST – Seasons

Il secondo Bellissimo di agosto è "Seasons" dei SEVENDUST!

MISS FORTUNE – A Spark To Believe

MISS FORTUNE – A Spark To Believe

La recensione di "A Spark To Believe" dei MISS FORTUNE: "Tra reminiscenze emo d'inizio millennio e facilonerie pop-core di ultima generazione, l'album di debutto del quintetto americano convince solo a metà".