MACHINAE SUPREMACY – Phantom Shadow

MACHINAE SUPREMACY – Phantom Shadow

La recensione di "Phantom Shadow" dei MACHINAE SUPREMACY: "Sesto disco, e primo concept, per i portabandiera del SID Metal, il cui mix modern - vintage risulta sempre affascinante per chi è cresciuto ai tempi dell'età della pietra video-ludica".

GODSMACK – 1000HP

GODSMACK – 1000HP

La recensione di "HP1000" dei GODSMACK: "Non solo testosterone, mestiere e patriottismo, ma anche sudore, classe, e cuore; quanto basta ai quattrpo di Boston per partire alla conquista del vecchio continente".

NIGHTMARES – Suspiria

NIGHTMARES – Suspiria

La recensione di "Suspiria" dei NIGHTMARES:; "Debutto sensazionale per la band di Atlanta, capaci di concentrare in un solo disco pezzi di una varietà e qualità tale da riempire un greatest hits".

ZEIT – Zoe-Bios

ZEIT – Zoe-Bios

La recensione di "Zoe-Bios" degli ZEIT: "Ottimo biglietto da visita per la formazione veneziana, nato dall'unione di band old school hardcore e swedish death della scena lagunare".

ILL NINO – Till Death, La Familia

ILL NINO – Till Death, La Familia

La recensione di "Till Death, La Familia" degli ILL NINO: "Settimo disco per Chavarri e soci, sopravvissuti e fieri portabandiera del latin nu metal con la costanza dei soldati fantasma giapponesi"

PHENIUM – No More Humanity

PHENIUM – No More Humanity

La recensione di "No More Humanity" dei PHENIUM: "Mazzate thrash/death, metalcore e gothic nel nuovo corso della band laziale, sulla scia dei migliori Deadlock".

SEETHER – Isolate And Medicate

SEETHER – Isolate And Medicate

La recensione di "Isolate And Medicate" dei SEETHER: "Disco della maturità per la band di Shaun Morgan, costruito stemperando lo spirito post-grunge degli esordi con la maturità melodica della seconda metà di carriera".

BURDEN OF GRIEF – Unchained

BURDEN OF GRIEF – Unchained

La recensione di "Unchained" dei BURDEN OF GRIEF: "Il quintetto tedesco celebra con il sesto full-length i vent'anni di carriera al servizio del Gothenburg sound più tradizionale, con il consueto mix di In Flames e Dark Tranquillity in versione vintage".

BLOODY MARY – Anno Zero

BLOODY MARY – Anno Zero

La recensione di "Anno Zero" dei BLOODY MARY: "Chiusura di una trilogia iniziata ormai un decennio fa per il quintetto meneghino, portabandiera tricolore del goth 'n roll / love metal".

SEVENDUST – Seasons

SEVENDUST – Seasons

Il secondo Bellissimo di agosto è "Seasons" dei SEVENDUST!

MISS FORTUNE – A Spark To Believe

MISS FORTUNE – A Spark To Believe

La recensione di "A Spark To Believe" dei MISS FORTUNE: "Tra reminiscenze emo d'inizio millennio e facilonerie pop-core di ultima generazione, l'album di debutto del quintetto americano convince solo a metà".

NOTHING MORE – Nothing More

NOTHING MORE – Nothing More

"Nothing More" dei NOTHING MORE è Hot Album su Metalitalia.com!: "Dopo Gemini Syndrome e Issues, dagli U.S.A. ecco un'altra nu sensation per i rimastoni dalla suola calda e dal cuore tenero".

ALLEGAEON – Elements Of The Infinite

ALLEGAEON – Elements Of The Infinite

"Elements Of The infinite" degli ALLEGAEON è Hot Album su Metalitalia.com: "Moderno, ma al tempo stesso classico; potente, ma melodico; intricato, ma accessibile. In poche parole, un must have per gli amanti del futuristic melodic technical death metal della formazione americana".

DEATHSTARS – Culti chiaroscuri

DEATHSTARS – Culti chiaroscuri

"Siamo usciti dal black metal in modo naturale, semplicemente perchè sentivamo di non aver più niente da dire in quel contesto".

HELL’S GUARDIAN – Follow Your Fate

HELL’S GUARDIAN – Follow Your Fate

La recensione di "Follow Your Fate" degli HELL'S GUARDIAN: "Interessante debutto per il quartetto bresciano, ennesimo adepto al cutlo di Tolkien declinato però in una, per certi versi inedita, veste melodic viking death metal".

LINKIN PARK – The Hunting Party

LINKIN PARK – The Hunting Party

La recensione di "The Hunting Party" dei LINKIN PARK: "Ritorno al sound degli origini per il celeberrimo quintetto losangelino, a conclusione a conclusione di una lenta marcia di allontanamento e ritorno dalle origini dell'amato/odiato nu-metal".

SONIC SYNDICATE – A volte tornano

SONIC SYNDICATE – A volte tornano

"Se vi piace la velocità, l'energia e la melodia nei cori, allora direi che questo è il disco giusto per avvicinarvi a questo tipo di musica".

FOR THE FALLEN DREAMS – Heavy Hearts

FOR THE FALLEN DREAMS – Heavy Hearts

La recensione di "Heavy Hearts" dei FOR THE FALLEN DREAMS: "Parziale ritorno alle origini, dopo la poco felice parentesi pop-punk-core, per la band del Michigan, che tuttavia finisce col confondersi con la miriade di cloni dei BMTH".

SONIC SYNDICATE – Sonic Syndicate

SONIC SYNDICATE – Sonic Syndicate

La recensione di "Sonyc Syndicate" dei SONIC SYNDICATE: "Dopo quattro anni di silenzio, interrotti solo dai litigi familiari, vede finalmente la luce il quarto album della formazione svedese, all'insegna di un modern metal edulcorato sulla falsariga degli ultimi In Flames."

SKW – Signs

SKW – Signs

"Signs" degli SKW è Hot Album su Metalitalia,com: "Quinto album per festeggiare le venticinque candeline del quintetto meneghino, che fa parlare poco di sé fuori dal palco, ma non sbaglia mai un colpo".