EMREVOID – Riverso

EMREVOID – Riverso

La recensione di "Riverso" degli EMREVOID: "Riverso è dinamico e cangiante, moderno nell'attitudine e attuale nella realizzazione"

WITCHES OF DOOM – Obey

WITCHES OF DOOM – Obey

La recensione di "Obey" dei WITCHES OF DOOM: "Se rivolete indietro il gothic rock degli Anni '80, con abbondanti aggiunte di heavy metal, hard rock e stoner, questo è il disco che fa per voi".

AMARANTHE – Massive Addictive

AMARANTHE – Massive Addictive

La recensione di "Massive Addictive" degli AMARANTHE: "Senza snaturarsi, gli Amaranthe dimostrano che una volta costruita una propria personalità è poi possibile giocare con essa".

NITROGODS – Rats And Rumours

NITROGODS – Rats And Rumours

La recensione di "Rats And Rumours" dei NITROGODS: "La band torna alla carica con un nuovo lavoro, contenente tredici tracce di sferragliante e corrosivo rock'n'roll".

HEART IN HAND – A Beautiful White

HEART IN HAND – A Beautiful White

La recensione di "A Beautiful White" degli HEART IN HAND: "Confezione elegante, ma contenuti un po' insipidi: il problema degli Heart In Hand continua ad essere questo".

THAW – Earth Ground

THAW – Earth Ground

La recensione di "Earth Ground" dei THAW: la giovane e misteriosa band polacca sembra aver trovato l'equilibrio perfetto tra black metal, prog surreale e finissimo post-rock.

PLATEAU SIGMA – The True Shape of Eskatos

PLATEAU SIGMA – The True Shape of Eskatos

"The True Shape of Eskatos" dei PLATEAU SIGMA è Hot Album su Metalitalia.com: "l'album rifiuta continuamente di appiattirsi su ripetizioni e formule preconfezionate".

DEVIN TOWNSEND – Z²

DEVIN TOWNSEND – Z²

"Z²" di DEVIN TOWNSEND è Hot Album su Metalitalia.com: "Il vulcanico artista canadese ne combina un'altra delle sue, offrendoci quasi due ore di musica bizzarra, intelligente, soave e svalvolata".

WITCH CHARMER – The Great Depression

WITCH CHARMER – The Great Depression

"The Great Depression" dei WITCH CHARMER é Hot Album su Metalitalia.com:"Un disco lento, ossessivo ed ipnotico, che riesce ad essere al tempo stesso pesante ed acido".

ATRIARCH – An Unending Pathway

ATRIARCH – An Unending Pathway

"An Unending Pathway" degli ATRIARCH è Top Album su Metalitalia.com: l'assurda e abissale unione tra deathrock, doom e black metal trova finalmente pieno compimento nel terzo, monumentale disco della band di Portland.

BLUT AUS NORD – Memoria Vetusta III: Saturnian Poetry

BLUT AUS NORD – Memoria Vetusta III: Saturnian Poetry

"Memoria Vetusta III: Saturnian Poetry" dei BLUT AUS NORD è Hot Album su Metalitalia: "Ogni traccia di questo disco ha un respiro vasto, tende all’infinito e ci trasporta nella notturna maestosità della band".

PIANOS BECOME THE TEETH – Keep You

PIANOS BECOME THE TEETH – Keep You

La recensione di "Keep You" dei PIANOS BECOME THE TEETH: "ora il cambiamento rispetto agli esordi è netto e concreto".

DAWNBRINGER – Night of the Hammer

DAWNBRINGER – Night of the Hammer

La recensione di "Night of the Hammer" dei DANWBRINGER: Al secondo disco incerto di fila Chris Black sembra aver completamente smarrito l'ispirazione dei tempi di "Nucleus".

KISSIN’ DYNAMITE – Megalomania

KISSIN’ DYNAMITE – Megalomania

La recensione di "Megalomania" dei KISSIN’ DYNAMITE: "Nella scaletta troviamo qualche indesiderato riempitivo che abbassa il livello qualitativo di un'opera potenzialmente egregia, ma a conti fatti imperfetta".

GODFLESH – A World Lit Only By Fire

GODFLESH –  A World Lit Only By Fire

La recensione di "A World Lit Only By Fire": un ritorno pieno di luci ombre per la leggendaria creatura di Justin Broadrick e Ben Green

INTER ARMA – The Cavern

INTER ARMA – The Cavern

La recensione di "The Cavern" degli INTER ARMA: la talentuosa band sludge-doom americana ci propone una ambiziosissima traccia-album lunga ben quarantacinque minuti in cui succede davvero di tutto, forse se non addirittura troppo".

METHEDRAS – System Subversion

METHEDRAS – System Subversion

La recensione di "System Suversion" dei METHEDRAS: "un disco di thrash metal moderno, perfetto mix di groove, doppia cassa imperante, brutalità, cori melodici e growl"

PLANETHARD – Now

PLANETHARD – Now

La recensione di "Now" dei Planethard: "Dare per scontato i Planethard è un errore che non si deve commettere...".

NONPOINT – The Return

NONPOINT – The Return

La recensione di "The Return" dei NONPOINT: "Per i nu-merosi rimastoni all'ascolto, dopo gli Ill Nino e in attesa dei Limp Bizkit, un altro buon ritorno da aggiungere alla lista della spesa, giusto un gradino al di sotto dell'omonimo predecessore".

TODAY IS THE DAY – Animal Mother

TODAY IS THE DAY – Animal Mother

La recensione di "Animal Mother" dei TODAY IS THE DAY: Steve Austin torna in sella alla sura terrficante bestia da combattimento ma stavolta la band appare affaticata e non sempre al top dell'ispirazione.