MAD SHEPHERD – Monarch

MAD SHEPHERD – Monarch

La recensione di "Monarch" dei MAD SHEPHERD: "Un buon rock Made In Italy, ma lungi dall’essere memorabile. Per nostalgici."

AUTUMN’S DAWN – Gone

AUTUMN’S DAWN – Gone

La recensione di "Gone" degli AUTUMN'S DAWN: "... questa impostazione quasi pop stride un po' con le velleità depressive/riflessive di testi, artwork e dell'immaginario tutto adottato dal progetto".

EASTERN FRONT – Descent Into Genocide

EASTERN FRONT – Descent Into Genocide

La recensione "Descent Into Genocide" degli EASTERN FRONT: "Un gruppo alla ricerca della propria identità".

GHOST BATH – Funeral

GHOST BATH – Funeral

La recensione di "Funeral" dei GHOST BATH: "Un gioiellino di black metal depressivo imperfetto e affascinante."

THOSE WHO BRING THE TORTURE – Piling Up

THOSE WHO BRING THE TORTURE – Piling Up

La recensione di "Piling Up" dei THOSE WHO BRING THE TORTURE: "... via le parti troppo aspre, via gli influssi grind e dentro un afflato pseudo epico che trasforma la proposta in una sorta di death metal melodico alla Hypocrisy dei vecchi tempi".

PILLORY – Evolutionary Miscarriage

PILLORY – Evolutionary Miscarriage

La recensione di "Evolutionary Miscarriage" dei PILLORY: di one-man-band technical death metal non se ne vedono tutti i giorni!"

BLACK TRIP – Goin’ Under

BLACK TRIP – Goin’ Under

La recensione di "Goin' Under" dei BLACK TRIP: "E' oramai un dato di fatto che il virus della New Wave Of British Heavy Metal ha contagiato alcuni esponenti di spicco della scena estrema svedese".

NIGHTMARES – Suspiria

NIGHTMARES – Suspiria

La recensione di "Suspiria" dei NIGHTMARES:; "Debutto sensazionale per la band di Atlanta, capaci di concentrare in un solo disco pezzi di una varietà e qualità tale da riempire un greatest hits".

BERNIE MARSDEN – Shine

BERNIE MARSDEN – Shine

La recensione di "Shine" di BERNIE MARSDEN: "Un disco di grande qualità per un artista che nonostante una carriera lunga quarant’anni, ancora oggi viene troppo spesso dimenticato"

KING 810 – Memoirs Of A Murderer

KING 810 – Memoirs Of A Murderer

"Memoirs Of A Murderer" dei KING 810 è Hot Album su Metalitalia.com: "C'è un nuovo Nemico Pubblico. E' l'inizio di qualcosa di grande per i King 810".

INSIDE THE HOLE – Impressions

INSIDE THE HOLE – Impressions

"Impressions" degli INSIDE THE HOLE è Hot Album su Metalitalia.com: "Abbiamo tra le mani un brillante gioiello di hard rock tradizionale, pesantemente influenzato dal blues elettrico di Chicago".

DRAGONFORCE – Maximum Overload

DRAGONFORCE – Maximum Overload

La recensione di "Maximum Overload" dei DRAGONFORCE: "Un disco che segna il nuovo corso della band, ribadendo in modo più omogeneo e completo quanto espresso nel precedente 'The Power Within'".

UNISONIC – Light Of Dawn

UNISONIC – Light Of Dawn

La recensione di "Light Of Dawn" dei UNISONIC: "un ottimo album, in grado di piacere ai giovani e di convincere anche i veterani ascoltatori dei vecchi Helloween".

DARKEST HOUR – Darkest Hour

DARKEST HOUR – Darkest Hour

La recensione di "Darkest Hour" dei DARKEST HOUR: "con questo omonimo capitolo i Nostri hanno deciso di dare la sterzata definitiva al loro sound".

SNEI AP – Sick Society

SNEI AP – Sick Society

La recensione di "Sick Society" delle SNEI AP: "il genere proposto è una buona scusante per alcune delle lacune e delle limitazioni riscontrate nella musica della band, ma non sufficiente all'assoluzione piena".

PUNCH – They Don’t Have To Believe

PUNCH – They Don’t Have To Believe

La recensione di "They Don't Have To Believe" dei PUNCH: "... si assimila tutto e non si butta via niente".

ILL NINO – Till Death, La Familia

ILL NINO – Till Death, La Familia

La recensione di "Till Death, La Familia" degli ILL NINO: "Settimo disco per Chavarri e soci, sopravvissuti e fieri portabandiera del latin nu metal con la costanza dei soldati fantasma giapponesi"

WITHIN THE RUINS – Phenomena

WITHIN THE RUINS – Phenomena

La recensione di "Phenomena" dei WITHIN THE RUINS: "la classica band ad uso e consumo di chi apprezza ed è fan di quel technical death moderno e sbilenco"

VERBERIS – Vastitas

VERBERIS – Vastitas

La recensione di "Vastitas" dei VERBERIS: "Dalla Nuova Zelanda, un'altra invincibile armata di death metallers nero vestiti e dall'identità ignota."

TENGGER CAVALRY – Ancient Call

TENGGER CAVALRY – Ancient Call

La recensione di "Ancient Call" dei TENGGER CAVALRY: "La risposta orientale agli Ensiferum".