WEAKLING – Dead As Dreams

WEAKLING – Dead As Dreams

Wolves In The Throne Room, Altar Of Plagues, Ash Borer, Nachtmystium, Deathspell Omega, eccetera. Tutte queste band hanno in comunue una cosa: fondono il black metal con il prog e la psichedelia. Suonano il cosiddetto post-black metal, o atmospsheric black metal che dir si voglia. Si tratta comunque di una formula riuscitissima che ha raccolto consenso unanime e...

HELLOWEEN – Master Of The Rings

HELLOWEEN – Master Of The Rings

L’inizio degli anni’90 è stato tutt’altro che felice per le zucche di Amburgo, nonostante abbiano ottenuto uno straordinario successo artistico con i due “Keeper Of The Seven Keys”, veri e propri masterpiece del power metal, solo pochi anni prima. Perso per strada il chitarrista Kai Hansen (sostituito dall’ottimo, ma meno...

GLASSJAW – Everything You Ever Wanted To Know About Silence

GLASSJAW – Everything You Ever Wanted To Know About Silence

Storia recente. Parliamo di poco più di 10 anni fa, esattamente nel 2000. Ross Robinson è il produttore che ha rivoluzionato il panorama musicale come non accadeva dai tempi dei Nirvana. Chi scrive ha letteralmente adorato la scena groove immediatamente precedente (Pantera, Machine Head, Fear Factory, Biohazard), ma è oggettivo che la stessa non sia riuscita...

IRON MAIDEN – Seventh Son Of A Seventh Son

IRON MAIDEN – Seventh Son Of A Seventh Son

Pubblicato nel 1988, “Seventh Son Of A Seventh Son” rappresentò la naturale evoluzione di quelle sonorità progressive e sperimentazioni sviluppate nel precedente album “Somewhere In Time”. Registrato dal produttore Martin Birch ai Musicland Studios di Monaco, il disco è da considerarsi l’ultimo inciso dalla formazione storica prima dello split...

NAPALM DEATH – Scum

NAPALM DEATH – Scum

I Napalm Death sono la band più potente del mondo. Nel 1987, quando la Thatcher stroncava gli hooligans ed era la ‘donna forte’ del globo, dei ragazzi cresciuti nei sobborghi di Birmingham, una città a vocazione operaia, sfogarono la loro rabbia verso il sistema in un frastuono musicale assennato dal titolo “Scum”. Non lo sapevano, ma così...

ANGRA – Angels Cry

ANGRA – Angels Cry

“Angels Cry” è un disco che segna in maniera indelebile la storia del power metal e della musica dura in generale. A distanza di quasi vent’anni dalla sua uscita, non ci si può non rendere conto come questo CD, all’epoca del suo avvento sul mercato discografico, smosse le fondamenta di un intero filone della musica heavy, coinvolgendone...

SLEEP – Dopesmoker

SLEEP – Dopesmoker

Per chi non ha familiarità con questa opera, prima di leggere oltre, si guardi qui sotto la tracklist e la durata totale del disco. Ci siamo capiti. Un’odissea. Con questa semplice accezione si potrebbe riassumere ciò che è a tutti gli effetti l’archetipo dello stoner metal. Il sommo prototipo del metal piegato alla psichedelia più scellerata e alla...

PAUL CHAIN – Alkahest

PAUL CHAIN – Alkahest

Era il 1995 quando il fenomenale “Alkahest” uscì, naturalmente nell’indifferenza più assoluta della gran parte degli ascoltatori. A quei tempi Paul Chain era già considerato un maestro di cerimonia in ambito doom, una vera e propria anima nera che instancabilmente cercava nuovi approcci e nuove soluzioni per evolvere la propria proposta verso lidi...

AEROSMITH – Rocks

AEROSMITH – Rocks

Gli Aerosmith: un gruppo di cui si parla da ormai quarant’anni, benché in termini non sempre lusinghieri. E’ nostra opinione, tuttavia, che sia necessaria la conoscenza di tutta la loro vastissima produzione al fine di non cedere a valutazioni affrettate: l’operazione, di per sé, sarebbe titanica, per questo il nostro interesse è volto principalmente a...

DAWN (SWE) – Slaughtersun (Crown Of The Triarchy)

DAWN (SWE) – Slaughtersun (Crown Of The Triarchy)

Nel 1998 il black metal è pienamente esploso nella sua versione più commerciale – le sinfonie di Cradle Of Filth e Dimmu Borgir – e la prima ondata underground e maggiormente ferale ha già fatto il suo tempo e le sue vittime. Norvegia, Germania, Finlandia e Svezia sono (ed erano) certamente le nazioni più attive nel genere e, per quanto riguarda più...

MÖTLEY CRÜE – Mötley Crüe

MÖTLEY CRÜE – Mötley Crüe

“Who said the music’s dead in the streets? Don’t know what they talk about” Tramontati i variopinti e spensierati anni ’80 e dopo aver fatto incetta di dischi d’oro con il primi cinque lavori, per i Motley Crue il futuro si prospetta più roseo che mai, complice la firma di un contratto multimilionario con la Elektra Records....

RAGE – The Missing Link

RAGE – The Missing Link

Siamo all’inizio degli anni ’90 e in Germania il sound di Accept ed Helloween da una parte e Destruction, Sodom e Kreator dall’altra è ai massimi livelli in termini di creatività e successo, grazie all’exploit incominciato soprattutto nella seconda metà degli Eighties. Ma in questo florido momento della scena metal teutonica, non dobbiamo dimenticarci...

THE DILLINGER ESCAPE PLAN – Calculating Infinity

THE DILLINGER ESCAPE PLAN – Calculating Infinity

In ambito metal, solitamente, siamo abituati a distinguere un album in base alla sua personalità, al coinvolgimento, alla tecnica o, nel caso di un disco storico, alla sua influenza negli anni a venire. Il debutto dei The Dillinger Escape Plan ha tutti quanti questi attributi, presentandosi fin da subito come un lavoro fresco, ricco di idee e destinato a...

MORBID ANGEL – Covenant

MORBID ANGEL – Covenant

Questo è l’album death metal da portare sull’isola deserta. Scegliete questo, senza dubbio alcuno, anche se vecchio oggi di quasi vent’anni. È nervoso, brutale, veloce, efferato e nero come un album di vero death metal deve essere. Il terzo full-length ufficiale dei Morbid Angel – “Covenant”, per l’appunto – esce nel 1993 dopo il già...

RHAPSODY – Legendary Tales

RHAPSODY – Legendary Tales

La scena metal italiana degli anni Ottanta era animata innegabilmente da una smisurata mole di passione ed ingenuità. Le band, unitamente a riviste, fan e fanzine, contribuivano, ognuno a modo loro, a supportare la nascente scena tricolore, cercando di darle credibilità e professionalità, nonostante la cronica mancanza di mezzi e di fondi. L’obiettivo...

PANTERA – Vulgar Display Of Power

PANTERA – Vulgar Display Of Power

Poche band nella storia dell’heavy metal possono fregiarsi dei traguardi ottenuti dal combo texano dei Pantera: l’evoluzione sonora della band, iniziata con il precedente “Cowboys From Hell”, continua imperterrita all’insegna di un sound più personale ed aggressivo, ma che non vuole abbandonare gli elementi che avevano contribuito a rendere “CFH”...

HELMET – Meantime

HELMET – Meantime

Il rumore stesso del cemento di New York City. Il suono dei tombini fumanti del Bronx e delle scale anticendio arrugginite del Lower East Side che scricchiolano. La metropolitana di East Broadway che arriva in uno sferragliare assordante. L’asfalto, il ferro, la ruggine, la vernice, i mattoni, l’acciaio e il fumo di New York City, tutti che ribolliscono in...

ANATHEMA – Alternative 4

ANATHEMA – Alternative 4

“Siamo solo un attimo nel fluire del Tempo, un batter d’occhi, un sogno per i ciechi, visioni di un cervello morente…” Il disco spartiacque della carriera degli Anathema. Se si vuole capire e comprendere appieno l’evoluzione stilistica della band inglese, pensiamo forse convenga partire proprio da questo capolavoro, “Alternative 4”, rilasciato nel...

EDGE OF SANITY – The Spectral Sorrows

EDGE OF SANITY – The Spectral Sorrows

Chi dubita dei meriti degli Edge Of Sanity o ne ignora addirittura l’opera farebbe bene a procurarsi – per iniziare – “The Spectral Sorrows”, perché, ascolto dopo ascolto, la sua distinta originalità vi spingerà con forza alla ricerca di qualcosa dotato della stessa fresca eleganza. A quasi vent’anni dalla sua pubblicazione, il...

TESTAMENT – The Legacy

TESTAMENT – The Legacy

I cosidetti Big Four del thrash li conosciamo tutti: Metallica, Anthrax, Megadeth e Slayer. Ognuna di queste band ha avuto i propri natali nella prima metà degli anni ’80 negli States, e tre di esse specificatamente nella zona suburbana di San Francisco e dintorni. Ognuna ha contribuito a modo suo a forgiare i canoni del genere e ognuna è andata avanti...