BANNED FROM HELL – Nightmare

BANNED FROM HELL – Nightmare

La recensione di "Nightmare" dei BANNED FROM HELL: "La band propone un metallo estremo piuttosto a 360°, che pesca equilibratamente da thrash metal, melodic death metal e gothic metal".

BURN INSIDE – Hate Pills

BURN INSIDE – Hate Pills

La recensione di "Hate Pills" dei BURN INSIDE: "I Burn Inside sono una giovane band di Livorno che con il loro nuovo ep autoprodotto dimostrano di possedere grandi attributi."

KARMIAN – Ways Of Death

KARMIAN – Ways Of Death

La recensione di "Ways Of Death" dei KARMIAN: "swedish death metal per lunghi tratti anche melodico ma che non cade quasi mai in tentazioni troppo stucchevoli".

SINTONIA DISTORTA – Anthemyiees

SINTONIA DISTORTA – Anthemyiees

La recensione di "Anthemyiess" di SINTONIA DISTORTA: "La band mostra una buona potenzialità compositiva, appiattita però da limiti tecnici di registrazione"

JUNKIE DILDOZ – Fuck You We Rock

JUNKIE DILDOZ – Fuck You We Rock

La recensione di "Fuck You We Rock" dei JUNKIE DILDOZ: "I Junkie Dildoz pubblicano un divertentissimo ed energico demo di cinque pezzi di puro e scatenato sleaze metal".

A2ATHOT – Trust Your Ear

A2ATHOT – Trust Your Ear

La recensione di "Trust Your Ear" degli A2ATHOT: "non si vogliono seguire schemi precostituiti ma si cerca di andare alla ricerca di sonorità 'altre'"

<0>>0< – Kaleidoscopic Black Dimension

<0>>0< – Kaleidoscopic Black Dimension

La recensione di "Kaleidoscopic Black Dimension" dei <0>>0<: "Probabilmente il desiderio è quello di rifarsi alla famigerata 'Black Legion' francese".

SANGED – The Threat Of Aggression

SANGED – The Threat Of Aggression

La recensione di "The Threat Of Aggression" dei SANGED: "La strada da fare per raggiungere i grandi del thrash, è ancora tanta, ma -aggiustando un po' il tiro- sicuramente può venir fuori qualcosa di buono"

SINERVIA – Limit Of A Dream

SINERVIA – Limit Of A Dream

La recensione di "Limit Of A Dream" dei SINERVIA: "Buone cose soprattutto sul fronte dell'espressività e dell'unione d'intenti".

SNEI AP – Hidden Floors

SNEI AP – Hidden Floors

La recensione di "Hidden Floors" delle Snei Ap: "Una demo interessante dal punto di vista delle idee, che ci distraggono da qualche difetto tecnico."

SEPOLCRO – Festering Invocation

SEPOLCRO – Festering Invocation

La recensione del demo "Festering Evocation" dei SEPOLCRO: "Il morbo old-school death metal si estende in ogni dove".

CONCRETE – Madness

CONCRETE – Madness

La recensione di "Madness" dei Concrete: "thrash metal classico per l'esordio di questo gruppo dalle influenze old-school"

MERCILESS ATTACK – Mercy For None

MERCILESS ATTACK – Mercy For None

La recensione di “Mercy For None” dei MERCILESS ATTACK: “una demo di old school thrash metal dai suoni troppo grezzi”

MESOSPHERA – Open Alfa 1.0

MESOSPHERA – Open Alfa 1.0

La recensione di "Open Alfa 1.0" dei MESOSPHERA: "Una bella partenza per i Mesosphera, dunque, per un demo certo più che sufficiente".

COME THE TIDES – Come The Tides

COME THE TIDES – Come The Tides

La recensione di "Come The Tides" dei COME THE TIDES: un progressive-metalcore blumbeo e muscoloso per la giovane band francese.

ANTHOLOGIES – Alpha

ANTHOLOGIES – Alpha

La recensione di "Alpha" degli ANTHOLOGIES: "gothic doom mai particolarmente standardizzato o appiattito sui classici del genere".

NAGA – Naga

NAGA – Naga

La recensione di "Naga" dei NAGA: "la band preferibilmente ama colpire attraverso le ritmiche pesanti e 'monotone'"

OVER THERE – Looking For Someone

OVER THERE – Looking For Someone

La recensione di "Looking For Someone" degli OVER THERE: "Demo all'insegna del rock più scanzonato e semplice, giusto per divertirsi e non prendersi troppo sul serio".

DISSIDIA – The Butterfly Effect

DISSIDIA – The Butterfly Effect

La recensione di "The Butterfly Effect" dei DISSIDAI: da tribute band degli Evancescence ad autori di pezzi propri, il passo è breve e la distanza raggiunta già lunga per la giovane formazione capitolina capitanata dall'affascinante Herma

LOCUS ANIMAE – Ove Il Mio Io Cadrà

LOCUS ANIMAE – Ove Il Mio Io Cadrà

La recensione di "Ove Il Mio Io Cadrà" dei LOCUS ANIMAE: "Una musica imprigionata in una favola sinistra, in un mondo parallelo tutto da scoprire".