ATTILA – Il dito medio sempre alzato

Pubblicato il 05/01/2017 da

Ignoranti, irriverenti e sempre pronti a fare incazzare qualcuno per pure divertimento. Signore e Signori, ecco a voi gli Attila, principini ereditari del trono del deathcore più festaiolo e scanzonato. I Nostri, puntuali come le cartelle di Equitalia, si sono riproposti di recente con “Chaos”, settimo lavoro in studio per la band di Atlanta, dove i ragazzi hanno spostato l’ago della bilancia verso territori leggermente più mainstream, con richiami al glorioso passato NU a stelle e strisce. Finalmente siamo riusciti a raggiungere Sua Maestà Chris ‘Fronz’, capitano indiscusso dell’armata e uomo più odiato dai tempi di Fred Durst dei Limp Bizkit, e gli abbiamo chiesto un po’ di tutto, dalla svolta più ‘easy’ degli Attila, passando per il suo lavoro parellelo d’imprenditore, fino alle ultime elezioni americane. Buon divertimento!

 

 CIAO FRONZ! E’ UN PIACERE AVERE FINALMENTE L’OPPORTUNITA’ DI SCAMBIARE QUATTRO CHIACCHIERE, E COMPLIMENTI PER IL VOSTRO NUOVO DISCO “CHAOS”. ABBIAMO NOTATO UNA CERTA TENDENZA A ESPLORARE NUOVI LIDI, CON UNA MAGGIORE INFLUENZA DI NU-METAL E CROSSOVER DEI PRIMI ’00. QUAL E’ STATO IL VOSTRO APPROCCIO A LIVELLO COMPOSITIVO QUESTA VOLTA?
Ciao a voi e grazie. Questa volta abbiamo cercato di prendere i migliori elementi di ognuno dei nostri lavori precedenti, e semplicemente amplificarli e spingerli al limite. Siamo molto soddisfatti di quanto siamo riusciti a regalare ai nostri fan”. 

RIGUARDO IL LANCIO PROMOZIONALE DI “CHAOS”, CON IL FINTO VIDEO DI SCUSE NEI CONFRONTI DELLE PERSONE CHE HAI OFFESO IN QUESTI ORMAI LUNGHI ANNI. DI CHI E’ STATA L’IDEA? PERSONALMENTE TROVO SIA STATA UNA MOSSA PIUTTOSTO BRILLANTE.
“Beh, l’idea è venuta a me. Amiamo fare questo tipo di cose e stuzzicare le persone il più possibile”.

 QUAL E’ IL TUO RAPPORTO CON GLI ‘HATERS’? SEMBRANO AVERE UN PESO MOLTO IMPORTANTE NEI TUOI TESTI.
Pensiamo sia una cosa semplicemente divertente, e ci ridiamo un sacco su. Noi riusciamo a fare costantemente quello che ci pare e piace, e troviamo spassosissimo vedere quanto certa gente ci perda il sonno per questa cosa”.

 QUAL E’ LA TUA TRACCIA PREFERITA DI QUESTO ALBUM E PERCHE’?
Ti direi ‘Let’s Get Abducted’ per la forte energia che sprigiona e per le belle vibrazioni che ha portato al disco”.

E RIGUARDO L’ALBUM DEGLI ATTILA AL QUALE SEI PIU’ ATTACCATO?
Mi piace moltissimo il sound di questo nuovo disco, tira fuori il meglio di ognuna delle nostre release precedenti”.

 QUALI SONO LE BAND E GLI ARTISTI IN GENERALE CON I QUALI SIETE CRESCIUTI?
“Mah, davvero un po’ di tutto. Every Time I Die, Fight Paris, The Warriors, Through The Eyes Of The Dead”.

 AVETE UNA SOLIDA REPUTAZIONE PER I VOSTRI SHOW FOLLI. COME VI PREPARATE DI SOLITO?
Semplicemente andiamo sul palco cercando di tirare fuori lo spettacolo più intenso possibile. Generalmente non pianifichiamo il caos che ne viene sempre fuori, ma piuttosto prendiamo ogni serata diversamente, così come viene”.

QUAL E’ LA COSA CHE ODIATE DI PIU’ RIGUARDO LA SCENA MUSICALE ODIERNA? E COSA E’, INVECE, MIGLIORE RISPETTO AL PASSATO?
L’industria musicale è in costante cambiamento, e ti devi adattare oppure restare indietro. Solo il tempo ci dirà quale sarà stato il migliore periodo per la scena”.  

 SEI FAMOSO PER ESSERE UNA DELLE FIGURE PIU’ PROVOCATORIE E OFFENSIVE DELLA SCENA. DOBBIAMO CONSIDERARE QUESTO SOLO UN GIMMICK OPPURE TI PIACE DAVVERO COSì TANTO FARE INCAZZARE LA GENTE?
La gente è davvero troppo sensibile. Io sono come sono, o mi ami o mi odi”.

 IN GENERALE, GLI ATTILA SEMBRANO VOLERE SPINGERE LE COSE SEMPRE AL LIMITE, SIA A LIVELLO MUSICALE CHE A LIVELLO DI TESTI. COS’E’ L’ESTREMISMO, SECONDO VOI?
Non la vedrei così in bianco e nero. Noi come Attila vogliamo solamente spingere sempre al massimo, e non lasciare mai nulla d’intentato”.

 TRALASCIANDO LA TUA CARRIERA CON GLI ATTILA, SEI RIUSCITO A DIVENTARE UN IMPRENDITORE DI SUCCESSO, GRAZIE ALLA TUA LINEA DI ABBIGLIAMENTO E ALLA TUA ETICHETTA DISCOGRAFICA. COME VANNO LE COSE CON ENTRAMBI QUESTI PROGETTI?
“Beh, grazie. Entrambi i progetti stanno riscuotendo un successo strepitoso, e sono molto contento di avere l’opportunità di aiutare nuove band emergenti a fare strada. Per quanto riguarda la mia linea di abbigliamento, anche lì tutto bene. Amo creare e vendere prodotti di qualità”.

 TI CONOSCIAMO MOLTO BENE COME UN VERO PARTY ANIMAL, MA SAPPIAMO ANCHE DELLA TUA NORMALISSIMA E CANONICA FAMIGLIA SEMPRE PRONTA AD ATTENDERTI A CASA AD ATLANTA. COME RIESCI A TROVARE UN EQUILIBRIO TRA LE DUE COSE, CON LA FRENETICA VITA IN TOUR E COSI’ VIA?
“Fortunatamente, ho una famiglia davvero molto comprensiva. Ogni cosa che faccio è per rendere le loro vite migliori, e sono decisamente molto fortunato ad averli sempre al mio fianco”.

 QUALI SONO ADESSO I VOSTRI PIANI PER IL FUTURO? AVETE INTENZIONE DI ALLONTANARVI ANCORA DI PIU’ DALLE VOSTRE RADICI DEATHCORE?
Mi sa proprio che dovrete aspettare per saperlo”.

 L’ULTIMA DOMANDA NON RIGUARDA LA MUSICA: CHE OPINIONE HANNO GLI ATTILA RIGUARDO LE RECENTI ELEZIONI AMERICANE?
“Mi dispiace, ma non abbiamo mai amato molto parlare di politica. Noi usiamo la nostra band come una via di fuga per divertirsi e per lasciarsi andare”.

3 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.