CHIEDILO AL DR. OZZY – Consigli dall’ultimo sopravvissuto del rock

 

Autori: Ozzy Osbourne e Chris Ayres
Anno: 2011
Casa Editrice: Arcana Edizioni
Pagine: 303

A due anni dall’esilarante autobiografia “Io Sono Ozzy”, Ozzy Osbourne pubblica un nuovo libro, “Chiedilo al Dr. Ozzy”, tratto dalla rubrica settimanale che il Principe delle Tenebre ha tenuto sull’inglese Sunday Times e sull’americano Rolling Stone. Il libro si apre con un’avvertenza: “ATTENZIONE. Ozzy Osbourne non è un medico. Si raccomanda prudenza. Sul serio: estrema prudenza”. Eppure, diversamente da quanto ci si aspetterebbe, Ozzy oltre a divertire, non perde occasione per mettere in guardia da droga, alcol e consigliare controlli medici. Emerge così un po’ d’ipocondria e la “saggezza” acquisita negli anni. A 63 anni, compiuti lo scorso dicembre, il cantante storico dei Black Sabbath ha perso infatti gran parte della sua trasgressività: è per quanto possibile pulito da sostanze stupefacenti, alcol, è fedele alla moglie Sharon, e può sicuramente dare consigli perché, come lui stesso scrive nell’introduzione, “da ogni punto di vista io sono un miracolo della medicina. Non è un problema partire per la tangente per un paio di settimane, ma io l’ho fatto per la maggior parte di quarant’anni”. Il libro si compone di dodici capitoli, corrispondenti ad altrettante tematiche, che spaziano dalle questioni riguardanti la famiglia e gli amici “stronzi”, al sesso e l’igiene intima, alla chirurgia e alla medicina in generale. Tanto per darvi un’idea del contenuto, tra le risposte più divertenti, a domande comunque già assurde, possiamo citare:

“Caro Dr. Ozzy, se apro la bocca in un certo modo, posso sparare saliva come se avessi una pistola ad acqua. Che cosa dovrei fare?
“Non aprire la bocca. Così dovresti risolvere il problema”

“Caro Dr. Ozzy, qual è il modo migliore per liberarsi dalle verruche?”
“Antigelo e fuoco. Non lo consiglio, comunque”.

Tuttavia, come già detto, non mancano le questioni trattate con una certa serietà dal caro vecchio Ozzy, soprattutto quelle che riguardano farmaci, chirurgia, alcol e droga…

“Caro Dr. Ozzy, di recente mo sono fatto un sacco di Lsd, soprattutto perché la realtà fantastica è meglio della mia reale vita di merda. Si è mai sentito così?”
“Eccoti la verità; sono stronzate: se continui a pendere Lsd la tua ‘realtà fantastica’ presto sarà una merda peggiore della tua vita reale, non importa quanto la vita reale faccia schifo”.

Alla fine di ogni capitolo è presente addirittura una sorta di test che ci permette di verificare le nostre conoscenze su argomenti e casi umani completamente folli. Si tratta dunque di un libro molto easy, scorrevole, capace di strapparci qualche sorriso qua e là e in certi casi di darci dei consigli, ma certamente non si tratta di una lettura imperdibile nemmeno per i fan più accaniti del Madman, ai quali piuttosto consigliamo la già citata autobiografia.



Ultimi contenuti correlati

Consulta l'archivio per: OZZY OSBOURNE

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.