DAN LILKER – Metal Veteran

Pubblicato il 29/09/2016 da

DAN LILKER - biografia - Tsunami Edizioni - 2016

Passione e libertà sono le due parole centrali di questo libro. La passione di Dave Hofer, fan sfegatato di Dan Lilker e di tutti i suoi lavori e collaborazioni; ma anche – ovviamente – quella espressa sulle quattro corde da Lilker stesso, senza troppi compromessi, e senza mai porsi limitazioni o rimpianti. Ed ecco, quindi, l’assoluta libertà dei veri artisti. Un artista che ha contribuito a definire il thrash metal, il crossover, il grindcore, che ascoltava e si sbizzarriva con il black metal al punto da affermare che “quando nel 1992 sono emersi tutti quei gruppi nuovi, ho iniziato ad apprezzarlo ancora di più”.

Sempre curioso, disponibile, alla caccia di stimoli anche al costo di rinunciare a tour o riunioni a cinque zeri (con Nuclear Assault o Brutal Truth), o di rispondere con un’alzata di spalla alle indifendibili macchinazioni di un paio di ex compagni di viaggio nel caso di Anthrax e S.O.D (chissà di chi parliamo?). Ma vi lasciamo scoprire i retroscena di questa storica querelle con la lettura, così come una ridda di band che, personalmente, avevamo persino dimenticato avessero Dan a bordo. L’erba, poi, rappresenta assolutamente la seconda protagonista del libro e una vitale compagna di viaggio di Dan, che oltre a tesserne le lodi creative, ne riconosce in qualche modo un valore sociale; e in tal senso troviamo parecchi episodi in cui un joint fumato a fine concerto, piuttosto che una serata passata a chiacchierare e fumare con musicisti appena conosciuti, ha portato alla luce nuovi e fulminati progetti. Certo, è anche capitato che le spese per la marijuana salissero in maniera inaspettata durante i tour, al punto da far dire al manager Jason Fuller, a proposito di una tournée australiana dei Brutal Truth, che “probabilmente è per quello che ho perso dei soldi con quel tour!”.  Ma è evidente come la simbiosi di Dan con l’erba sia forte (“[…] fumo troppa erba, ma sono una persona piuttosto rilassata”), e sia ben testimoniata dal suo essere andato d’accordo con decine di membri di band – anche taluni considerati difficili – evitando sempre scontri e risse. E ricordiamoci quanto volte è stato fregato da Scott Ian, per domandarci se noi, nei suoi panni, non avremmo spaccato volentieri la mascella del barbuto chitarrista (ops, mistero risolto).

Complice una scrittura fluida e organica, che media tra gli aneddoti che fanno gola ai fan e i racconti di una quotidianità quasi disarmante – data la caratura del personaggio – emerge dal libro  un vero protagonista della scena musicale, non a caso apprezzato sia umanamente che professionalmente da tutti gli interpellati; e parliamo davvero di personaggi che spaziano da Bard Faust a Necro, per intenderci. Forse vi abbiamo raccontato relativamente poco, del contenuto, ma solo perché è una biografia che si legge davvero con piacere e tutta d’un fiato; probabilmente IL libro metal di questo 2016, a meno di sostanziose sorprese con le strenne natalizie.

 

“DAN LILKER – Metal Veteran”
autore: Dave Hofer
anno: 2016
pubblicato da: Tsunami Edizioni
pagine: 288

0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.