DIETRO IL SIPARIO – L’Epopea Dei Savatage

Pubblicato il 04/02/2016 da

savatage - dietro il sipario - 2016

I Savatage sono una band che ha scritto capitoli importanti nella storia del metal, pur non raccogliendo magari il successo che avrebbe meritato ma andando avanti nel corso degli anni, nonostante tutta una serie di vicissitudini, grazie alla propria capacità di rialzarsi sempre e di evolversi. L’autore di “Dietro il Sipario”, Dario Cattaneo, giornalista musicale specializzato nella musica metal, redattore per questo portale nonché per la rivista Metal Maniac, ha raccolto l’esigenza di tanti di conoscere meglio l’epopea di questo straordinario gruppo, di catturarne attimi di vita vissuta e aspetti salienti della carriera per poterne raccontare la biografia: l’opera, quindi, nasce dalla paziente raccolta di testimonianze degli stessi musicisti e ne ripercorre la storia. Benché l’autore si sia accostato alla musica dei Savatage forse un po’ tardi (come dice lui stesso, a partire dal periodo di “The Wake Of Magellan”), ha tuttavia recuperato il tempo perduto, mosso da una travolgente passione, che lo ha spinto ad intraprendere la stesura di questo libro con un approccio da vero e proprio fan, moderato però da un metodo quasi scientifico, da puro storico e giornalista, che lo ha portato a descrivere i fatti con obiettività e serietà, evitando inutili panegirici o spregiudicate acclamazioni. Il libro parte dunque dall’infanzia di Jon e Criss Oliva, i più giovani di quattro fratelli e da un amore per la musica che li porterà a formare i primi complessi, fino alla fondazione degli Avatar, band che, poche ore prima di pubblicare il proprio primo disco, si trovò in fretta e furia costretta a dover cambiare nome, che così diventò appunto Savatage. Cattaneo, con una prosa snella e scorrevole (che di tanto in tanto accoglie una sottile vena poetica), ripercorre dunque le principali vicende che hanno attraversato i fratelli Oliva: si racconta del “Pit”, la rudimentale sala prove che avevano ricavato nel giardino di casa loro, della conoscenza con gli altri membri, Steve Wacholz e Keith Collins, i primi album, il sapore del successo e il passo falso con “Fight For The Rock”, la rinascita grazie all’incontro fondamentale con il produttore Paul O’Neill e la realizzazione di dischi superlativi, il rocambolesco provino di un giovanissimo ma determinato Chris Caffery, l’abbandono del ruolo di cantante da parte di Jon Oliva, dovuto principalmente ai suoi eccessi e ai suoi problemi con la voce e la tragica morte di Criss in un incidente, che segnò il punto più difficile e tormentato della loro carriera. Probabilmente la storia della band sarebbe potuta finire lì, eppure i Savatage continuarono ad esistere, evolvendosi in un’entità forse diversa, ma che raccoglieva e tramandava l’essenza del loro spirito e della loro musicalità per continuare a trasmetterla attraverso lo stesso monicker o anche attraverso i numerosi progetti paralleli, a partire dai Doctor Butcher, passando per i vari lavori solisti di Caffery o i Jon Oliva’s Pain o i Circle II Circle di Zac Stevens, fino a quelli della Trans-Siberian Orchestra, che ha ottenuto un successo ed un’ascesa irresistibili, a livelli che i Savatage probabilmente non avrebbero mai potuto raggiungere. Il libro è arricchito inoltre da approfondimenti sui concept alla base degli album, nonché da aneddoti e curiosità, raccolti per lo più attraverso testimonianze o interviste esclusive, realizzate appositamente per quest’opera. L’autore non si ferma comunque alla storia, ma in questo suo viaggio arriva fino alla vera e propria attualità, raccontando anche dello storico concerto del 30 luglio 2015 al Wacken Open Air Festival, che ha visto suonare contemporaneamente, appunto, la Trans-Siberian Orchestra con i Savatage, riunitisi per l’occasione con la stessa line up di “Dead Winter Dead” e “The Wake Of Magellan”, lasciando aperti nuovi spiragli circa la possibilità da parte della band di lavorare su materiale nuovo. Al di là di come andranno le cose, l’importanza della musica dei Savatage e dell’eredità da loro lasciata è innegabile ma, come giustamente conclude l’autore, la sensazione è che i diversi progetti scaturiti dalla loro strabiliante carriera “rappresentino di fatto il perpetuarsi di un fuoco creativo che non si può veramente spegnere. E che, speriamo, non si spegnerà mai”.

“Dietro il Sipario – L’Epopea Dei Savatage”
autore: Dario Cattaneo
anno: 2015
pubblicato da: Tsunami Edizioni
pagine: 242

2 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.