10 FOLD B-LOW – For Those Who Share The Sun

Pubblicato il 16/08/2005 da
voto
6.5
  • Band: 10 FOLD B-LOW
  • Durata: 00:43:40
  • Disponibile dal: 20/06/2005
  • Etichetta:
  • Locomotive Music
  • Distributore: Frontiers

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

Il metalcore è di sicuro la corrente del metal che allo stato attualeriscuote maggiori consensi, tanto che, nato e cresciuto negli States,ha ampliato la sua presenza a macchia d’olio in tutto il mondo. DallaGermania, terra maggiormente dedita ad altre sonorità, arrivano i 10Fold B-Low, con il loro secondo album “For Those Who Share The Sun”. Iragazzi suonano un metalcore piuttosto violento e tetragono, smorzatospesso e volentieri da inserti nu metal molto melodici che però non siintegrano alla perfezione nel contesto, anche perché le clean vocalsdel singer Thomas Fischer sono davvero pessime. Dopo un breve intro laband ci scaraventa in faccia l’interessante “Dawn”, durissimacomposizione che rimanda agli Slipknot più essenziali di “Iowa”,oltreche a gente del calibro di Caliban e Killswitch Engage: il chorusperò è tale e quale ad un brano nu da classifica, degno di una bandcome i Linkin Park, tanta è la carica melodica. Un altro buon pezzo è“…To Carry On”, ancora una volta tellurica e con un Fischer chedimostra ampiamente le proprie potenzialità con un growling cruento edassassino. La scelta dei 10 Fold B-Low di sostituire le melodietipicamente svedesi con quelle del nu metal potrebbe sicuramentedistinguere i ragazzi da molte altre band, ma rischia di essere unamossa troppo azzardata in quanto la band non sempre riesce a teneresotto controllo la situazione e l’eccessiva accessibilità di alcunepartiture cozza in maniera esagerata contro una struttura che molto siavvicina al death metal. Ciò risulta evidente in “Falling” ad esempio,dove una death song cadenzata e violenta viene letteralmente smorzatada un ritornello talmente catchy ed orecchiabile che potrebbe andare inprime time su MTV. I tedeschi comunque dimostrano di essere una band increscita e con delle idee valide, seppure certamente non originali. Seriusciranno a coniugare meglio le loro due anime sicuramente irisultati non potranno essere che migliori: dovranno fare in frettaperò, altrimenti il rischio è quello di arrivare fuori tempo massimo.

TRACKLIST

  1. Dawn
  2. The Seed
  3. Free At Last
  4. For Those Who Share The Sun
  5. ... To Carry On
  6. Falling
  7. Bloodgoreon
  8. Cut Myself
  9. Call Of Conscience
  10. Dusk And Darkness
  11. Puppets
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.