324 – Rebelgrind

Pubblicato il 03/05/2008 da
voto
6.0
  • Band: 324
  • Durata: 00:29:54
  • Disponibile dal: /04/2008
  • Etichetta: Feto Records
  • Distributore:

Meglio tardi che mai! “Rebelgrind”, il secondo full-length dei 324, è infatti stato pubblicato in Giappone nel 2006. Ci sono voluti due anni a questo gruppo grind-core giapponese per far sì che la sua ultima fatica sulla lunga distanza arrivasse anche in Europa. Merito di Shane Embury dei Napalm Death, che con la sua Feto Records ha deciso di dare una mano a questi ragazzi, tra l’altro nel frattempo protagonisti di uno split EP con i Venomous Concept, uno dei tanti altri progetti del corpulento bassista inglese. Del resto, è proprio musica “da Feto Records” quella che i 324 propongono: un frullato a base di grind, hardcore e thrash certamente non per palati fini. C’è da dire infatti che il gruppo non rientra esattamente in quella schiera di grind-core band “evolute” che negli ultimi tempi si stanno imponendo nella scena: non aspettatevi dunque dei nuovi Rotten Sound o Leng Tch’e, bensì una sorta di primi Brutal Truth più thrasheggianti e forti di influenze hardcore-punk maggiormente marcate (a tratti, infatti, si potrebbero chiamare in causa anche i Nuclear Assault). Una bella botta, insomma… e nient’altro! A ben vedere, infatti, il gruppo non si erge affatto al di sopra della media del genere. I brani hanno mordente, ma sono spesso un po’ troppo simili fra loro e le soluzioni utilizzate risultano alla lunga abbastanza trite. Una maggior varietà nelle ritmiche e nelle linee vocali porterebbe a risultati migliori e non snaturerebbe certo il sound e l’impatto dei nostri. Capiamo benissimo l’attitudine della band, ma resta il fatto che un album simile può essere solo preso a piccole dosi. Ci sono elementi che funzionano e alcuni brani assai piacevoli, ma digerirlo in un sol colpo è impresa un po’ ardua. Solo per grind-maniacs.

TRACKLIST

  1. Darkgazer
  2. Black Hill
  3. Rebelgrind
  4. Slavedrive
  5. Borders
  6. Storyteller
  7. Demons In The Basement
  8. Life Only Brought Up Evil
  9. Dirt Beats
  10. Requiem For The Flock
  11. Warbaby
  12. Horizon
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.