36 CRAZYFISTS – Time And Trauma

Pubblicato il 17/02/2015 da
voto
7.0
  • Band: 36 CRAZYFISTS
  • Durata: 00:56:26
  • Disponibile dal: 17/02/2015
  • Etichetta: Spinefarm
  • Distributore: Universal

Emersi a cavallo del nuovo millennio dalle ghiacciate lande dell’Alaska con un mix di nu-metal/post-hardcore, i 36 Crazyfists hanno saputo conquistarsi un posto al sole negli anni ruggenti del metalcore, pur senza raggiungere i livelli di popolarità di molte band uscite allo scoperto nello stesso periodo. Dopo otto anni di intensa attività discografica – da ricordare soprattutto il periodo Roadrunner, grazie a dischi di spessore come “Bitterness The Star” (2002) e “Snow Capped Romance” (2004) -, nel 2010 i Nostri scompaiono dai radar, congedandosi con il non eccelso “Collisions And Castaway”. Cinque anni dopo, forti del rientro in formazione del bassista Mick Whitney e del nuovo deal con la Spinefarm, i 36 pugni pazzi ripartono da dove li avevamo lasciati, con un settimo album che, nella sua quasi ora di durata, sembra voler recuperare il tempo perduto. Bastano dunque le familiari note della doppietta posta in apertura, “Vanish” e “11.24.11”, per portare indietro le lancette di quasi un decennio, riprendendo lentamente confidenza con l’inconfondibile voce di Brock Lindow e la sei corde di Steve Holt. Se la prima metà di “Time And Trauma” gioca sul sicuro, mettendo in mostra le ritrovate capacità dei Nostri in brani come “Lightless” o la title-track, proseguendo nell’ascolto abbiamo modo di apprezzare elementi più variegati – l’assolo sul bridge di “Also Am I”, le chitarre in stile primi Deftones di “Silencer”, il drumming variegato del nuovo entrato Kyle Baltus su “Swing The Noose”, e l’utilizzo delle female vocals nella conclusiva “Marrow” -, almeno quanto basta per rimuovere la patina ‘vintage’. Complessivamente, anche se non siamo ai livelli dei primi dischi, la lunga assenza sembra essere servita a ricaricare le pile, restituendoci una band più in forma di come l’avevamo lasciata ormai cinque anni fa.

TRACKLIST

  1. Vanish
  2. 11.24.11
  3. Sorrow Sings
  4. Lightless
  5. Time And Trauma
  6. Also Am I
  7. Translator
  8. Silencer
  9. Slivers
  10. Swing The Noose
  11. Gathering Bones
  12. Marrow
2 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.