AAVV – Code666 Presents: Better Undead Than Alive 2

Pubblicato il 02/06/2010 da
voto
7.5
  • Band: AAVV
  • Durata: 01:19:01
  • Disponibile dal: /04/2010
  • Etichetta: Code666
  • Distributore: Audioglobe

Streaming:

Davvero una compilation coi fiocchi, questa seconda puntata di “Better Undead Than Alive”, messa a punto dalla nostrana Code666 Records per festeggiare i dieci anni di attenta ed apprezzata attività. Certamente trattasi di una delle etichette italiane che all’estero ci possono invidiare: mai banali le tante scoperte musicali effettuate in questo decennio e sempre curatissime le produzioni, anche grazie a confezioni e digipack eleganti e originali. E non poteva essere da meno, ovviamente, questa lunga raccolta di brani celebrativi e – udite, udite! – del tutto inediti e composti apposta per l’occasione: come potete leggere nella tracklist qui sopra, salta subito all’occhio l’importante partecipazione di Davide Tiso, mente e leader degli Ephel Duath, creatore di nove brevi tracce atte a fungere da link e passaggio tra una canzone e la successiva; schegge di ispirazione dalla cangiante atmosfera, ma tutte ben intarsiate nell’alveare di composizioni che questo platter presenta, a dire della Code666 addirittura accostabile ad un concept-album. Diciamo che il trait d’union dei brani, oltre all’oscurità di fondo, è il black metal, qui coinvolto un po’ in tutte le sue salse, dai ferali svedesi Diabolicum ai più grezzi The Axis Of Perdition, dalle steppe transilvane dei Negura Bunget agli Arcturus ungheresi, i Damned Spirits’ Dance. Si spazia nell’industrial con i disturbanti Minethorn, ci si tuffa in pieno electro-metal con i francesi Herrschaft, mentre The Oath e The Prophecy tengono alte le bandiere del black-death non convenzionale e del death-doom progressivo. Ma le frecce migliori all’arco di questa compilation veramente meritoria d’acquisto arrivano all’altezza dei Void Of Silence, formazione romana autrice di un brano strumentale emozionante, e soprattutto dei quindici minuti finali affidati ai britannici Fen ed al loro spettacolare post-metal intriso di black evocativo e poesia. Insomma, mai avremmo pensato di consigliarvi così caldamente un album posto sotto la categoria AAVV, ma stavolta ne vale proprio la pena! Piccola, grande gemma.

TRACKLIST

  1. Well – Davide Tiso
  2. Icons ( Of The Cursed Earth ) – Minethorn
  3. Done! – Davide Tiso
  4. Chained In The Damnation Asylum – The Axis Of Perdition
  5. We Have – Davide Tiso
  6. Abandoned Emptiness – Damned Spirits’ Dance
  7. Been Good – Davide Tiso
  8. Salvation Through Vengeance – Diabolicum
  9. Instrumental Void – Void Of Silence
  10. At – Davide Tiso
  11. Abyssal Wounds – Herrschaft
  12. Holding On – Davide Tiso
  13. Abstract Emotion – The Oath
  14. It Was – Davide Tiso
  15. Adrift – The Prophecy
  16. Worth – Davide Tiso
  17. Cumpana – Negura Bunget
  18. It – Davide Tiso
  19. Twilight Descends ( Eulogy ) – Fen
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.