ABHOR – Ritualia Stramonium

Pubblicato il 10/07/2015 da
voto
7.0
  • Band: ABHOR
  • Durata: 00:52:26
  • Disponibile dal: 31/03/2015
  • Etichetta: Moribund Records
  • Distributore:

I padovani Abhor hanno rallentato i ritmi ed escono ormai con cadenza quadriennale, ma ribadiscono pur sempre la loro ingombrante presenza nel panorama black metal italiano. Per festeggiare al meglio il ventesimo anno di attività, la band guidata come sempre da Saevum e Ulfhedhnir esce allo scoperto con un altro album di valore e coerenza come “Ritualia Stramonium”. Stregoneria, drappi neri, candele, rituali occulti: gli Abhor per l’ennesima volta indossano questi indumenti e se li fanno calzare addosso alla perfezione, come al solito del resto. Forse per ripercorrere un po’ tutta la lunghissima carriera, la band padovana è andata a ravvivare gli elementi più arcani del proprio sound, mai abbandonati, ma non utilizzati così massivamente negli ultimi anni. Il sound di “Ritualia Stramonium” è rivolto agli anni ’90, periodo in cui la musica nera in Italia si stava dando una definizione e alla quale in seguito gli stessi Abhor avrebbero dato il proprio contributo. Il nuovo album suona maledettamente occulto, fedele alla ricca tradizione nazionale, musicale e non: brani come “Wine Of Sabbath” o “The Chant of The Owl” introducono al meglio l’ascoltatore in questo mondo di ombre e misteri. Resta ovviamente marcato il trademark tipicamente black metal negli Abhor, perché loro sono un gruppo black metal, ma è interessante notare come in più di qualche occasione la band ritorni stilisticamente indietro nel tempo per cercare le proprie radici, scelta vincente che mette in evidenza il mood satanico dell’intero album. Elemento dominante su questa release è uno soltanto, l’organo che non smette mai di creare un’atmosfera sinistra su tutte le nove canzoni che compongono il sesto full length degli Abhor. Su una band consolidata e famosa nell’underground nazionale come i Nostri c’è davvero poco da aggiungere, se li avete seguiti in passato continuerete ad apprezzarne l’integrità musicale e non solo, altrimenti questo “Ritualia Stramonium” potrà essere un modo per avvicinarsi alle atmosfere orrorifiche della band. Un gruppo, una certezza.

TRACKLIST

  1. Between Flames And Moon
  2. Diabolus Est Qui Id Invocat
  3. De Exorcismis Et Supplicationibus Quibusdam
  4. I... The Witch
  5. Soul's Poison
  6. Circle Of Stones
  7. The Chant Of The Owl
  8. Wine Of Sabbath
  9. Requiem For Errans Infernorum
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.