ABORTED FETUS – Private Judgement Day

Pubblicato il 28/02/2014 da
voto
5.0
  • Band: ABORTED FETUS
  • Durata: 00:26:09
  • Disponibile dal: 18/02/2014
  • Etichetta: Comatose Music
  • Distributore:

Streaming:

I russi Aborted Fetus giungono al quarto episodio in una serie, regolarissima, di lavori usciti ogni quattro anni: la materia musicale trattata è prevedibilmente la solita, ovvero un brutale, quanto impersonale, death metal d’affiliazione americana, tinto di fosco e aggraziato come un menhir. Rispetto all’album da noi precedentemente recensito potete trovare una miglior produzione, un volume vocale settato meglio e qualche stop/ripartenza in più, magari meglio gestiti, tali da contribuire ad atmosfere ancora più malsane; niente, tuttavia, è così migliorato da indurre un ascolto più interessato: le solite, soporifere, alternanze tra parti sparate e parti cadenzate, le solite ritmiche rettilinee e i soliti riff presi un po’ qua e un po’ là testimoniano che – purtroppo – la dimensione del gruppo è questa e probabilmente non muterà con facilità, essendo questo “Private Judgement Day” non certo il primo lavoro della band. Come nel caso di “Fatal Dogmatic Damage”, a lasciare un poco perplessi è la presenza di qualche pezzo di caratura migliore, come ad esempio la titletrack o “Morning Inferno”, che lasciano intravedere qualche struttura più curata, probabilmente figlia di uno sforzo creativo maggiore: volendo essere malfidenti, verrebbe quasi da pensare che questo gruppo non metta sempre il massimo impegno nella composizione (per non dire che magari lo fanno e, casualmente, gli scappa qualche picco inaspettato). Sia come sia, passate pure oltre.

TRACKLIST

  1. Savage Dominance
  2. Necropolis Demography
  3. Garden of Kidney Stones
  4. Fuck In a Pesthole
  5. Private Judgement Day
  6. Malignant Pregnancy
  7. Gastronomic Confession
  8. Brown Totem
  9. Guinea Pig
  10. Morning Inferno
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.