ABSTRACT SPIRIT – Tragedy And Weeds

Pubblicato il 21/02/2010 da
voto
6.5
  • Band: ABSTRACT SPIRIT
  • Durata: 01:08:11
  • Disponibile dal: 10/10/2009
  • Etichetta: Solitude Prod.
  • Distributore:

Sinceramente, dopo l’esordio poco entusiasmante, non riponevamo grosse aspettative sui russi Abstract Spirit; invece ci dobbiamo parzialmente ricredere, in quanto con il nuovo “Tragedy And Weeds” i nostri riescono ad infilare nel loro sound un paio di varianti molto interessanti che li rende assolutamente meritevoli di attenzione. Iniziamo con il ricordare che la band suona un funeral doom abbastanza pesante e che è composta da À.È. alla voce, Hater al basso e alla chitarra e Stellarghost alle tastiere. Sappiamo che il funeral per sua natura rifugge da sperimentazioni estreme e tende a chiudersi a riccio su se stesso; al proprio interno però le variabili possono essere molteplici e gli Abstract Spirit questo lo hanno capito molto bene. Già in passato i nostri avevano optato per aggiungere un flavour gotico al loro songwriting ed oggi questa componente si è decisamente rafforzata ma in un modo decisamente personale. Dimenticate le nenie crepuscolari tipiche del genere; i russi introiettano nella loro musica una sorta di musica da orchestrina e, grazie a questo piccolissimo accorgimento, riescono a rendere il loro sound bizzarro e malato. E’ come sentire un ensemble di fiati che suona ad un funerale zingaro, una sorta di Goran Bregovic svuotato dall’allegria e risuonato a velocità lentissime! Esplicative in tal senso sono soprattutto “Funeral Waltz” (che già dal titolo fa capire molte cose), “Crucifixion Without Regret” e la conclusiva “Sepulchral Winter”. Artefice di questo modo di intendere la musica funerea è Stellarghost che, tramite la scelta dei suoni delle tastiere, riesce a ricreare un’atmosfera decadente di stampo “circense”, per utilizzare una similitudine abbastanza calzante. Peccato che poi la band nelle rimanenti tre canzoni non riesca ad esprimersi altrettanto bene, rimanendo legata a stilemi fin troppo abusati e ad un songwriting solo discreto. Comunque sia ora gli Abstract Spirit hanno dimostrato di poter dire la loro all’interno della scena extreme doom, andando a coprire una sottile fetta stilistica che fino ad oggi era rimasta scoperta. Certo che in futuro, se il budget ed il coraggio lo permetteranno, ci piacerebbe sentire la band accompagnata da un vero e proprio ensemble di fiati!

TRACKLIST

  1. Tragedy And Weeds
  2. Funeral Waltz
  3. Crucifixion Without Regret
  4. Face The Nightmare
  5. Wrapped In Solitude
  6. Sepulchral Winter
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.