ABYSMAL TORMENT – The Misanthrope

Pubblicato il 24/10/2018 da
voto
7.0
  • Band: ABYSMAL TORMENT
  • Durata: 00:31:22
  • Disponibile dal: 21/09/2018
  • Etichetta: Willowtip Records
  • Distributore:

La ormai quasi ventennale carriera degli Abysmal Torment si arricchisce con l’uscita del quarto full-length della loro discografia, “The Misanthrope”. Dieci tracce che denotano la massima identificazione del gruppo maltese con il loro genere di riferimento, un brutal death metal di matrice moderna, arricchito e personalizzato dal carattere mosh-oriented di certe cadenze. Confermato il sodalizio con la Willowtip Records, la band propone un’opera che sa dosare con gusto e intelligenza un’impronta verticosa che richiama i soliti Cryptopsy – o i rampanti Wormed – e lampi di godibile ignoranza in stile Despised Icon, sfruttando bene l’elasticità del lavoro di chitarra e del drumming impetuoso di Max Vassallo. Se nel precedente “Cultivate the Apostate” i ragazzi avevano fatto il cosiddetto passo più lungo della gamba, sprecando energie e disperdendo quel che di buono c’era nel songwriting su una durata francamente eccessiva, su “The Misanthrope” il materiale prende una piega più essenziale e instintiva, sotto forma di brani sui tre minuti che vanno dritti al sodo, pur con i loro puntuali cambi di tempo. Non tutti gli episodi contengono elementi che consentano loro di emergere e distinguersi immediatamente nella tracklist, ma la mezzora complessiva dell’album può tranquillamente essere ascoltata tutta d’un fiato, come se si trattasse di un’unica vigorosa e gradita spallata. Sembra che gli Abysmal Torment nel 2018 conoscano meglio i propri limiti e i propri punti di forza: certo, la produzione è ancora una volta eccessivamente robotica/ovattata e i timbri dei frontman Nick Farrugia e Melchior Borg troppo simili fra loro, tanto che spesso si stenta a riconoscere che vi siano due voci, ma il disco sul fronte prettamente compositivo soddisfa senza strafare, riaffermando il valore di questa particolare scuola death metal, con un occhio di riguardo per un groove ritmico dinamico e progressivamente crescente, ben lontano dallo slam più becero. Un lavoro interessante.

TRACKLIST

  1. Revelation
  2. The Misanthrope
  3. Second Death
  4. Squalid Thoughts
  5. Dread
  6. Path Of Impiety
  7. The Pessimist
  8. Strains Of Brutality
  9. Worship None
  10. Iconoclast
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.