ABYSSIC – High The Memory

Pubblicato il 20/02/2019 da
voto
7.5
  • Band: ABYSSIC
  • Durata: 01:17:17
  • Disponibile dal: 22/02/2019
  • Etichetta: Osmose Productions
  • Distributore: Audioglobe

Dopo parecchi anni di relativa ibernazione, durante i quali quasi tutti i membri della band si sono concentrati su altri progetti (in particolare i Susperia), gli Abyssic sembrano determinati a imprimere infine il loro nome sulle scene, tornando a distanza di tre anni dall’esordio con un nuovo e ottimo full-length. Rispetto al precedente “A Winter’s Tale”, in cui la forte componente funeral veniva amalgamata sapientemente con pulsioni death-doom primeve, qui entrambe le anime della band vengono estremizzate e conoscono nuove declinazioni. Rispetto a chiari riferimenti quali primi Tiamat o Swallow the Sun che emergevano per la parte più ‘melodica’ nel loro passato, in questo “High  The Memory” prende piede un approccio che si richiama più smaccatamente a una certa componente symphonic, che raggiunge il suo apice nel mix tra doom e black metal della conclusiva “Dreams Become Flesh”, furente ed evocativa insieme; ma sono molti, anche nel resto dell’album, i momenti in cui le tastiere ben accentuano la dimensione cinematografica ed evocativa della loro proposta. Al tempo stesso la spina dorsale funeral doom subisce un’evoluzione molto personale. Dove prima il modello della scuola finlandese la faceva da padrone nei passaggi più ariosi e guidati da tastiere o archi sintetici, qui i momenti più intimisti vivono di rarefazione soffocante e rifrazioni sonore, di scuola Evoken per intenderci, mentre dove la band concede una maggior apertura e sperimentazione gli arrangiamenti diventano orchestrali e pomposi, ma senza eccessi; è questo il caso della lunghissima “Where My Pain Lies”, probabilmente l’apice di un album che non ha comunque cedimenti, opprimente ma al tempo stesso conturbante in molti passaggi.

TRACKLIST

  1. Adornation
  2. High The Memory
  3. Transition Consent
  4. Where My Pain Lies
  5. Dreams Become Flesh
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.