ACRANIA – Totalitarian Dystopia

Pubblicato il 14/08/2014 da
voto
6.0
  • Band: ACRANIA
  • Durata: 00:40:00
  • Disponibile dal: 19/08/2014
  • Etichetta: Unique Leader
  • Distributore:

Streaming:

Ogni tanto la Unique Leader prova a sponsorizzare formazioni dal taglio più moderno, non necessariamente vicine per suono e immagine al nucleo del suo catalogo storico (pensate a buona parte delle migliori “brutal” death metal band degli ultimi quindici anni). A volte l’esperimento va a buon fine – si pensi agli ultimi Fallujah – ma in altre circostanze questo lascia invece qualche dubbio sull’effettiva capacità della label californiana di scovare realtà interessanti fuori dal suo abituale raggio d’azione. Gli inglesi Acrania, ad esempio, si rivelano essere un gruppo sostanzialmente nella media: questi giovani ragazzi hanno evidentemente iniziato a suonare pochi anni fa, in seguito all’esplosione del filone death-core, e arrivano oggi a proporci un album che miscela senza troppe sorprese il suddetto suono con qualche cadenza vicina alla corrente slam. L’opera è ben prodotta e altrettanto ben confezionata sotto ogni punto di vista, ma – è forse quasi superfluo sottolinearlo – non si dimostra alfiera di alcun tratto distintivo nè di un songwriting particolarmente brillante. I momenti migliori del disco riescono in verità a configurarsi come una buon omaggio allo stile dei grandi Despised Icon, con vaghe velleità tecniche abbinate a breakdown non fini a sè stessi (“A Gluttonous Abomination”); quando però il gruppo prova a calcare la mano su trame più ignoranti, questo spesso finisce per produrre quel polpettone di grugniti e andature pachidermiche già sentito mille volte, per un risultato finale che ricorda i peggiori Ingested e compagnia rivoltante. Tutto sommato c’è qualcosa di buono negli Acrania, se non altro perchè i Nostri provano almeno a mescolare le carte e a non rifarsi alle ultime derive/nefandezze death-core da breakdown a oltranza che tutt’oggi etichette come la Artery o la Mediaskare ci propinano; qualche traccia è azzeccata e si arriva al termine dell’album senza grandi patemi. Tuttavia vi è appunto una discontinuità a livello di composizione alla quale i Nostri dovranno cercare di porre rimedio nel prossimo futuro: che lascino le tendenze slam a chi le sa davvero gestire e che si concentrino maggiormente sulle trame più dinamiche… potrebbe venirne fuori un buon lavoro.

TRACKLIST

  1. Hollow
  2. Festering With Dishonesty
  3. Totalitarian Dystopia
  4. Servants Of Hypocrisy
  5. Survival Sequence
  6. A Gluttonous Abomination
  7. Susceptible To Retinal Reprogrammability
  8. Lobotomise, Dehumanise, Negate. [LDN]
  9. Messiah Of Manipulation
  10. Disillusion In A Discordant System
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.