ADEMA – Kill The Headlights

Pubblicato il 06/06/2008 da
voto
6.5
  • Band: ADEMA
  • Durata: 00:39:23
  • Disponibile dal: /05/2008
  • Etichetta: Tiefdruck Musik
  • Distributore: Andromeda

Esce anche da noi, grazie all’etichetta Tiedfruck Music, il quarto album degli Adema “Kill the Headlights”. Pubblicato nell’agosto 2007 negli States, il lavoro è il primo che vede al microfono il cantante Bobby Reeves, sostituto di quello sfortunato Luke Caraccioli incolpato del flop di “Planets”. Assieme al nuovo singer arriva il secondo chitarrista Ed Faris, proveniente, come Reeves, dalla band Level. Il tentativo di tornare ai fasti dei primi album (il debutto arrivò al disco d’oro negli States), e di rimpiazzare la storica voce del gruppo (il fratellastro di Jonathan Davis Mike Chavez) non può dirsi raggiunto appieno: senza nemmeno un video promozionale questo “Kill The Headlights” non è riuscito nemmeno a sfondare la Top200 di Billboard ma riesce lo stesso, in ogni caso, a mantenersi su traiettorie alternative/metal di discreta fattura. Non ci sono forse dei pezzi che emergono nettamente, come in passato “Giving In” e “The Way You Like It”, ma restano un  pugno di composizioni compatte che non si allontanano dal sound del passato, a partire dal primo singolo “Cold And Jaded” alla lenta “Days Go By” o al potente trittico composto da “All These Years”, “What Doesn’t Kill Us” e “Invisible”. Se volete dei riferimenti pensate ai lavori più famosi della band, con cenni di Taproot e dei Drowning Pool più melodici, e avrete questo disco, che se non resterà negli annali, di sicuro può regalare bei momenti agli appassionati del rock pesante americano, moderno e radiofonico. A molti non serve più di questo…

TRACKLIST

  1. Cold and Jaded
  2. Brand New Thing
  3. Open Til Midnight
  4. Waiting for Daylight
  5. Days Go By
  6. Prelude
  7. All These Years
  8. What Doesn't Kill Us
  9. Invisible
  10. Black Clouds
  11. Los Angeles
  12. The Losers
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.